Moltiplicare i geranei per talea

Per avere un balcone ricco e fiorito, tra le piante preferite ci sono i geranei o pelargoni. Adesso è il momento di acquistarne di nuovi, oppure si può procedere moltiplicando quelli che già si hanno, soprattutto nel caso di piante particolarmente belle e forti. La tecnica migliore è la talea.
Anna Zorloni
A cura di Anna Zorloni
Pubblicato il 11/04/2020 Aggiornato il 11/04/2020
Moltiplicare i geranei per talea

A metà aprile le temperature ci consentono di recuperare le cassette di pelargoni dello scorso anno e di rimetterle in balcone. E anche il momento giusto per moltiplicare le piante più belle, gli acquisti speciali oppure le piante a cui siamo particolarmente legati. Per propagare una Pelargonium la tecnica più semplice è la talea che deve essere ottenuta solo da piante madri belle e robuste. La cosa migliore è, quando si procede a potare i vecchi gerani, tenere le parti di fusticino più belle, vigorose e sane, preferibilmente apicali. 

Eliminare le foglie basali della talea

Per fare la talea, occorre procurarsi porzioni di fusto lunghe circa 10 cm e comprendere 2-3 nodi oltre al germoglio apicale. Il taglio della talea va fatto appena sotto il nodo più basso, in maniera obliqua e, soprattutto, netta, senza sfilacciature o strappi dei tessuti. Le lame con cui si esegue il taglio devono essere ben affilate e pulite. Una volta ottenute le talee, occorre mantenere le foglioline apicali e asportare eventuali foglie attaccate ai due nodi sottostanti.

 

 

Preparare i contenitori

Il terriccio ideale per accogliere la talea deve essere morbido e leggermente umido. Una miscela di terriccio universale (ancora meglio quello specifico per semine) già concimato, e sabbia (in ragione di un quarto), permette di ottenere un substrato con le caratteristiche migliori per la talea: soffice e in grado di mantenere la giusta umidità, drenante allo stesso tempo. Per una singola talea è sufficiente utilizzare un vasetto in coccio del diametro di 6-7 cm, ma, se si vuole far radicare più talee, è meglio utilizzare una terrina rettangolare lunga 50 cm, sempre in coccio, dove si potranno mettere 6-9 talee.

Prima di essere interrate, le talee andrebbero trattate con un ormone radicante. Si tratta di una sostanza che stimola l’emissione delle radici da parte della talea una volta messa nel terreno. Esistono prodotti liquidi o in polvere: in ogni caso, vengono applicati alla parte basale della talea, nelle modalità esplicitate in etichetta. La talea, una volta trattata con l’ormone radicante, viene inserita nel substrato a una profondità di circa 2-3 cm, lasciando scoperta solo la porzione che comprende l’ultimo nodo e il germoglio apicale.

La terra attorno alla talea va premuta bene, con le dita, così da farla aderire alla pianta. Infine si nebulizza acqua a temperatura ambiente, con uno spruzzino.

L’attecchimento

I contenitori con le talee vanno conservati in un luogo caldo e luminoso, dove però non vengano raggiunti dai raggi diretti del sole. L’emissione delle radici, e quindi l’attecchimento delle talee, avviene, solitamente, nel giro di 4-5 settimane: il germoglio apicale si sviluppa dando origine a foglie, parimenti si sviluppa un germoglio dal nodo della talea.

In seguito, le giovani piantine verranno trasferite singolarmente in vasi più grandi (diametro 8-10 cm), con terriccio specifico per piante fiorite, solitamente venduto in sacchi, già concimato, dove proseguiranno il loro sviluppo a dare origine a piante nuove.

Le cure per le vecchie piante

Per crescere più vigorose e folte, emettere nuovi germogli laterali, infittirsi e soprattutto fiorire, ravvivando l’aspetto del balcone, i nostri vecchi pelargoni adesso hanno bisogno di qualche attenzione.  Le vecchie piante devono essere ripulite eliminando le parti secche o eventualmente malate e raccorciando i rami più lunghi; il terriccio va rinnovato aggiungendo anche un po’ di concime per piante fiorite.

Per saperne di più

Moltiplicare per talea le piante a fioritura primaverile 

La talea illustrata

La talea con le rose 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!