Monica Mattiacci

Dopo il liceo classico e la laurea in Lettere Moderne, mi pensavo destinata a un futuro da professoressa… che francamente non mi entusiasmava.

monica mattiacciMassimo rispetto ovviamente per gli insegnanti, ma in quel periodo avevo voglia di occuparmi di qualcosa di diverso da quello che avevo studiato fino ad allora. Diventare giornalista, lavorare in una redazione era il sogno nel cassetto. Mentre mi dedicavo a terminare la mia tesi di laurea in Storia del Risorgimento, mi contattarono da una piccola casa editrice per un lavoro compilativo di qualche settimana. Il direttore fu molto soddisfatto e così, il giorno dopo la discussione della tesi, senza nemmeno un giorno di vacanza tra la vita da studente e quella da lavoratore, iniziai uno stage in una redazione che si occupava di diverse testate. Oltre a scrivere i miei pezzi, correggevo bozze, visionavo pellicole (allora i giornali si facevano così!) e controllavo le cianografiche, seguendo le riviste per cui lavoravo (Dossier Salute e Professione Genitore) dalla prima riunione di redazione al “visto si stampi”. Fu una grande scuola e imparai moltissimo. Non mi pareva possibile di essere pagata per fare qualcosa che mi piaceva.
Con il mio fidanzato (oggi marito) comprammo casa e dovendola ristrutturare, cercai spunti e suggerimenti su Cose di Casa, all’epoca nuova rivista di arredamento che stava spopolando in edicola e che il mio editore di allora indicava come esempio da seguire, perché pratica, concreta, una vera guida per chi deve progettare, arredare e ristrutturare. Seguire i lavori fu entusiasmante (oltre che snervante), scoprii una vera e propria passione e dimostrai anche una naturale propensione. Su Cose di Casa prediligevo le pagine con foto di interni e testi di spiegazione, che in gergo giornalistico si chiamano “le case”.
Un paio di anni dopo, una sera, rientrando dal lavoro, trovai un messaggio sulla segreteria: il direttore di Cose di Casa mi voleva incontrare per un colloquio. Pensai a uno scherzo di quelle burlone delle mie ex colleghe. Cercai il numero della Casa Editrice Universo ed ebbi modo di verificare che non si trattava affatto di uno scherzo, volevano vedermi.
A quell’epoca avevo ormai acquisito una certa competenza nei settori salute, psicologia, bellezza… e mi occupavo del coordinamento redazionale. Sarebbe stato “normale” passare alle riviste del gruppo che si occupavano di quelle tematiche. Cambiare campo significava rimettersi in gioco, anche se in questo mestiere conta soprattutto saper scrivere, informarsi e verificare le fonti. Accettai la sfida e mi ritrovai presto a scrivere proprio quelle case che tanto mi piacevano, oltre ad articoli su arredamento, progettazione, normativa…
Nel 2013, fu la volta di un’altra grande novità: la testata avrebbe avuto una versione web, un alter ego da realizzare internamente alla casa editrice. Fra i redattori sarei stata io a dover seguire il progetto, con la collaborazione preziosissima e insostituibile della collega art director Silvia Bogliardi, una vera pietra miliare della rivista fin dai primissimi giorni della sua nascita. Dopo alcuni mesi di training e di aggiornamento professionale, la nuova attività di web editor aveva cambiato il mio profilo professionale. Oggi sono responsabile web di Cose di Casa, mi occupo della scelta dei contenuti, della loro programmazione, oltre che della cucina redazionale dei tantissimi pezzi scritti dai collaboratori esterni. Dimenticavo: proprio ora sono a metà della ristrutturazione di una nuova casa, dove mi trasferirò tra qualche mese con figlia, marito e cane. Quindi, in questo momento più che mai, condivido con voi lettori tutte le problematiche spinose che accompagnano, sempre inevitabilmente, tutti i lavori in casa.

Il mio Linkedin

Articoli di Monica Mattiacci
Scegliere i materiali per i bagni. Non solo piastrelle

Scegliere i materiali per i bagni. Non solo piastrelle

21/06/2019 Progetti ristrutturazione

Quattro bagni, ognuno con una caratteristica precisa: in cantiere con l'architetto Clara Bona, parliamo di colori e decori di piastrelle e carta da parati.  »

Pensili in cucina: una comodità cui è difficile rinunciare

Pensili in cucina: una comodità cui è difficile rinunciare

19/06/2019 Cucina

Di colori diversi tra loro o semplicemente differenti rispetto alle basi, i pensili della cucina possono anche diventare un elemento grafico sulla parete. Oltre a essere un pratico vano di contenimento.   »

Progettare la cucina: dal lay-out alle finiture, fino all’arredo

Progettare la cucina: dal lay-out alle finiture, fino all’arredo

13/06/2019 Problemi e Soluzioni

In cantiere con l'architetto Clara Bona, seguiamo la trasformazione di una cucina. Che, da locale lontano dal soggiorno, diventa ad esso adiacente. Separato ma a vista.  »

Usucapione, che cosa è?

Usucapione, che cosa è?

13/06/2019 Risposte e soluzioni

L’usucapione è un istituto giuridico antichissimo che consente l’acquisto della proprietà (o altro diritto reale) grazie al possesso di un bene per un certo tempo. Entriamo nel dettaglio.  »

Cucina con penisola, per dividere e unire al tempo stesso

Cucina con penisola, per dividere e unire al tempo stesso

11/06/2019 Cucine moderne

12 modelli di cucina con penisola: perfetti per il soggiorno open space.  »

Verniciare un vecchio calorifero e decorarlo per il bagno dei bambini

Verniciare un vecchio calorifero e decorarlo per il bagno dei bambini

11/06/2019 Lavori di casa

Spiritoso e colorato, il radiatore rinnovato della nostra lettrice Silvia Maria G. può essere di ispirazione per un relooking insolito. Ma verniciare un vecchio calorifero funzionante è in ogni caso un valido spunto low cost.  »

Un recupero rispettoso dei materiali del luogo per 230 mq con soffitti a volta e a botte in pietra

Un recupero rispettoso dei materiali del luogo per 230 mq con soffitti a volta e a botte in pietra

10/06/2019 Case oltre 100 mq

Materiali locali, tinte neutre con tocchi di blu per la casa su più livelli ricavata in una palazzina pugliese ottocentesca.  »

Porte filomuro: ECLISSE trasforma il lato meno appealing in elemento decorativo

Porte filomuro: ECLISSE trasforma il lato meno appealing in elemento decorativo

09/06/2019 Notizie

Un importante passo avanti nel rendere gli elementi strutturali della casa dei veri e propri oggetti d’arredo è stato fatto da ECLISSE, azienda specializzata nella produzione di controtelai per porte scorrevoli e battenti a filo muro, che ha recentemente presentato la sua 40 Collection, un telaio che...  »

La scala che arreda: una soluzione decorativa acromatica tutta da copiare

La scala che arreda: una soluzione decorativa acromatica tutta da copiare

07/06/2019 Problemi e Soluzioni

Come trasformare un punto "difficile" della casa in una delle sue parti più scenografiche? Seguiamo in cantiere l'architetto Clara Bona, che ci mostra come sia riuscita a valorizzare una scala poco accattivante con la carta da parati.  »

Come valorizzare il corridoio

Come valorizzare il corridoio

03/06/2019 Arredamento

Spunti e suggerimenti per migliorare un ambiente di passaggio che, quando non viene eliminato o ridotto a mero disimpegno, può rivelarsi uno spazio d'effetto o da sfruttare opportunamente per il contenimento.  »

Pagina 1 di 24