Monica Mattiacci

Dopo il liceo classico e la laurea in Lettere Moderne, mi pensavo destinata a un futuro da professoressa… che francamente non mi entusiasmava.

monica mattiacciMassimo rispetto ovviamente per gli insegnanti, ma in quel periodo avevo voglia di occuparmi di qualcosa di diverso da quello che avevo studiato fino ad allora. Diventare giornalista, lavorare in una redazione era il sogno nel cassetto. Mentre mi dedicavo a terminare la mia tesi di laurea in Storia del Risorgimento, mi contattarono da una piccola casa editrice per un lavoro compilativo di qualche settimana. Il direttore fu molto soddisfatto e così, il giorno dopo la discussione della tesi, senza nemmeno un giorno di vacanza tra la vita da studente e quella da lavoratore, iniziai uno stage in una redazione che si occupava di diverse testate. Oltre a scrivere i miei pezzi, correggevo bozze, visionavo pellicole (allora i giornali si facevano così!) e controllavo le cianografiche, seguendo le riviste per cui lavoravo (Dossier Salute e Professione Genitore) dalla prima riunione di redazione al “visto si stampi”. Fu una grande scuola e imparai moltissimo. Non mi pareva possibile di essere pagata per fare qualcosa che mi piaceva.
Con il mio fidanzato (oggi marito) comprammo casa e dovendola ristrutturare, cercai spunti e suggerimenti su Cose di Casa, all’epoca nuova rivista di arredamento che stava spopolando in edicola e che il mio editore di allora indicava come esempio da seguire, perché pratica, concreta, una vera guida per chi deve progettare, arredare e ristrutturare. Seguire i lavori fu entusiasmante (oltre che snervante), scoprii una vera e propria passione e dimostrai anche una naturale propensione. Su Cose di Casa prediligevo le pagine con foto di interni e testi di spiegazione, che in gergo giornalistico si chiamano “le case”.
Un paio di anni dopo, una sera, rientrando dal lavoro, trovai un messaggio sulla segreteria: il direttore di Cose di Casa mi voleva incontrare per un colloquio. Pensai a uno scherzo di quelle burlone delle mie ex colleghe. Cercai il numero della Casa Editrice Universo ed ebbi modo di verificare che non si trattava affatto di uno scherzo, volevano vedermi.
A quell’epoca avevo ormai acquisito una certa competenza nei settori salute, psicologia, bellezza… e mi occupavo del coordinamento redazionale. Sarebbe stato “normale” passare alle riviste del gruppo che si occupavano di quelle tematiche. Cambiare campo significava rimettersi in gioco, anche se in questo mestiere conta soprattutto saper scrivere, informarsi e verificare le fonti. Accettai la sfida e mi ritrovai presto a scrivere proprio quelle case che tanto mi piacevano, oltre ad articoli su arredamento, progettazione, normativa…
Nel 2013, fu la volta di un’altra grande novità: la testata avrebbe avuto una versione web, un alter ego da realizzare internamente alla casa editrice. Fra i redattori sarei stata io a dover seguire il progetto, con la collaborazione preziosissima e insostituibile della collega art director Silvia Bogliardi, una vera pietra miliare della rivista fin dai primissimi giorni della sua nascita. Dopo alcuni mesi di training e di aggiornamento professionale, la nuova attività di web editor aveva cambiato il mio profilo professionale. Oggi sono responsabile web di Cose di Casa, mi occupo della scelta dei contenuti, della loro programmazione, oltre che della cucina redazionale dei tantissimi pezzi scritti dai collaboratori esterni. Dimenticavo: proprio ora sono a metà della ristrutturazione di una nuova casa, dove mi trasferirò tra qualche mese con figlia, marito e cane. Quindi, in questo momento più che mai, condivido con voi lettori tutte le problematiche spinose che accompagnano, sempre inevitabilmente, tutti i lavori in casa.

Il mio Linkedin

Articoli di Monica Mattiacci
Piastrelle bianche: il jolly per poter rinnovare spesso e facilmente il bagno

Piastrelle bianche: il jolly per poter rinnovare spesso e facilmente il bagno

25/06/2020 Problemi e Soluzioni

La scelta delle piastrelle per rivestire le pareti del bagno non è semplice. Infinita la proposta delle aziende, difficile orientarsi. Seguiamo l'architetto Clara Bona in un giro virtuale di case che ha progettato.  »

Quale maniglia abbinare alla cucina

Quale maniglia abbinare alla cucina

24/06/2020 Cucine moderne

In metallo o legno, sporgente o integrata... anche le maniglie per la cucina sono un mondo da scoprire e valutare.  »

Portamascherina in cartoncino igienizzabile

Portamascherina in cartoncino igienizzabile

05/06/2020 Notizie

Ora anche i portamascherine hanno un look gradevole! Nel Paese della moda e del design, non poteva mancare il bello anche in questo settore.  »

La caldaia a condensazione è sempre possibile metterla?

La caldaia a condensazione è sempre possibile metterla?

14/05/2020 L'esperto risponde

Le vecchie caldaie per legge sono diventate obsolete e non si possono più installare. Ma se non ci sono le condizioni tecniche per installarne una nuova a condensazione?  »

Timer per la cucina. Dal design accattivante

Timer per la cucina. Dal design accattivante

12/05/2020 Cucina

Comodi in cucina, ma non solo: 12 modelli di timer di utilizzo veloce e intuitivo.  »

Cabine armadio, lo spazio dei desideri

Cabine armadio, lo spazio dei desideri

11/05/2020 Cabine armadio

15 cabine armadio (di cui 11 con i prezzi), chiuse o aperte, a vista o nascoste.  »

Dopo la ristrutturazione, finalmente il montaggio dei mobili

Dopo la ristrutturazione, finalmente il montaggio dei mobili

09/05/2020 Progetti ristrutturazione

Mobili, armadi, boiserie... : con l'architetto Clara Bona assistiamo (sempre virtualmente, perché il cantiere si è concluso prima dell'inizio dell'epidemia di Coronavirus) alla definizione dell'ultima fase dei lavori, quella antecedente il trasloco.  »

Camini decorativi per arredare con un tocco di originalità

Camini decorativi per arredare con un tocco di originalità

01/05/2020 Ristrutturare casa

Un finto camino può essere un elemento d'arredo originale e molto decorativo. Ecco due soluzioni tutte da copiare, molto diverse tra loro.  »

Open space “visivo” grazie alla vetrata

Open space “visivo” grazie alla vetrata

30/04/2020 Risposte e soluzioni

Da parete a muro basso con vetrata: un progetto 3D per un soggiorno cucina con effetto open space. In risposta al lettore Giorgio D.  »

Pareti vetrate per separare ambienti. Con parti fisse e scorrevoli

Pareti vetrate per separare ambienti. Con parti fisse e scorrevoli

26/04/2020 Porte interne

Fanno passare la luce e dividono gli ambienti senza "chiuderne la visuale": 7 pareti in vetro, divisori perfetti per la casa. In stile contemporaneo, industrial, classico...  »

Pagina 1 di 35