Creare in giardino un percorso di agility dog

L' agility dog è un'attività da fare con il proprio cane. Si tratta di una sorta di percorso a ostacoli che il cane deve imparare a seguire su indicazione del padrone. Un breve percorso si può realizzare anche in giardino.

Francesca Meinardi
A cura di Francesca Meinardi
Pubblicato il 11/09/2019 Aggiornato il 11/09/2019
Creare in giardino un percorso di agility dog

L’ agility dog è un’attività cinofilo-sportiva che intende sviluppare, generalmente all’aria aperta, le condizioni fisiche del cane e migliorare il rapporto di affinità tra il cane e il suo padrone. L’ agility dog è  una sorta di percorso a ostacoli che il cane deve imparare a seguire su indicazione del padrone, il quale a sua volta dovrà avere la pazienza di insegnargli, passo dopo passo, la gestione e il superamento delle varie barriere.

Ci sono molti centri attrezzati per praticare agility dog all’aria aperta, ma se si ha a disposizione un giardino abbastanza grande, si può creare un percorso domestico in cui allenarsi spesso per gioco. La cosa più importante è ricordarsi sempre di tenere una grande ciotola d’acqua a disposizione per l’amico a quattro zampe e dei biscottini per gratificarlo dell’attenzione e dell’impegno profusi insieme al conduttore.

Caratteristiche necessarie

Fondamentale per la buona riuscita del percorso agility dog è che questo abbia un fondo di erba o materiale morbido: asfalto o un qualsiasi altro fondo rigido potrà impedire alle zampe del cane di fare presa sul terreno e potrà essere responsabile di brutte abrasioni.

Gli ostacoli più popolari

Se lo scopo è divertirsi e passare un po’ di tempo con il cane, dedicandoglielo in esclusiva, si può pensare di fabbricare da soli alcuni degli ostacoli più popolari. In media un percorso di gara ne conta circa dai quindici ai venti, ma ne basteranno alcuni per prendere confidenza con il percorso classico. Ve ne proponiamo quattro: lo slalom, il tunnel, il cerchio per saltare, il salto in alto. Questo sono reperibili in un kit anche in commercio per corrispondenza, ma il fai da te è molto semplice e divertente.

Lo slalom

slalom

È il percorso classico dell’ agility dog e si può realizzare in due modi.

a) Il primo consiste nell’acquistare presso una ferramenta dei coni stradali che potranno essere dislocati in cortile all’occasione. I segnali sono grandi e molto ben visibili, per il cane sarà più facile inizialmente capire il percorso e girarci intorno.

b) Si possono infiggere nel terreno dei manici di scopa o dei paletti di quelli che si usano come tutori nell’orto dipinti a strisce.

La distanza tra uno e l’altro dovrà inizialmente essere calibrata in base alla taglia del cane. 

Il salto dell’ostacolo

salto in alto

Per allenare il cane al salto all’ostacolo è sufficiente utilizzare un manico di scopa sistemato all’incrocio di due cavalletti di legno fissati nel terreno. Valutare l’altezza in base alla taglia del cane.

Il cerchio

cerchio

Il percorso di agility dog comprende anche il salto nel cerchio. Basta fissare con del filo animato un leggero hula hop agli schienali di due sedie pieghevoli, o a due manici di scopa infissi nel terreno. Al contrario dei pneumatici ogni tanto utilizzati, l’hula hop è più leggero e se il cane dovesse urtarlo e trascinarselo dietro non rischierebbe di farsi male.

Il tunnel

tunnel

Per pochi euro si possono acquistare i tunnel giocattolo allungabili per bambini, grandi a sufficienza per qualsiasi cane di media taglia. In alternativa, qualche tavolino coperto con una lunga tovaglia, coperta o lenzuolo, avrà la stessa funzione.

Per il gatto: un rifugio su misura

I gatti sono animali autonomi, che non si prestano al percorso di agility, anzi, la loro attività preferita è cercare luoghi solitari e appartati in cui riposare pacificamente. Così, per chi ama il fai da te, suggeriamo di realizzare per i gatti alcuni rifugi in giardino, in previsione del freddo invernale. Non serve che siano grandi così che non disperdano calore.

Basta una scatola chiusa, con un’apertura a misura di gatto, imbottita con materiale caldo e sollevata dal terreno con mattoni o piedini in modo che non possa assorbire il freddo dal terreno. Il materiale di realizzazione migliore è isolante, ideale il polistirolo per esempio, che non attira l’umidità come il cartone.

Per l’imbottitura interna, meglio la paglia rispetto a asciugamani vecchi o stracci che potrebbero nel caso in cui si bagnassero, gelare a loro volta.

Piuttosto che lasciare la scatola aperta, si potrebbe realizzare un ingresso che sia grande una ventina di centimetri in modo che il freddo non entri insieme ad altri ospiti indesiderati.

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!