Bonus mobili anche per gli elettrodomestici da incasso

Anche gli elettrodomestici da incasso potranno beneficiare degli incentivi previsti dal Bonus Mobili fino al tetto di 10mila euro.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 28/06/2013 Aggiornato il 11/07/2013
Bonus mobili anche per gli elettrodomestici da incasso
Il piano cottura a induzione di Aeg

Il Bonus Mobili, introdotto nel decreto legge 63/2013, che garantisce a chi esegue lavori di ristrutturazione uno sconto Irpef del 50% sulla spesa sostenuta per l’acquisto di arredi da destinare all’ambiente ristrutturato, dal 27 giugno si estende anche agli elettrodomestici da incasso. Restano esclusi dal provvedimento frigoriferi e lavatrici “free standing”, esterni e visibili.

Le commissioni Industria e Finanze del Senato, infatti, hanno approvato l’emendamento all’articolo 16 secondo cui entrano nel bonus incentivi i «grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica». Rimane invece inalterato il tetto a 10mila euro da ricomprendere nel massimale di spesa di 96mila euro previsto per i lavori di ristrutturazione. Punto controverso, questo, dell’inclusione nel massimale che potrebbe comportare un’ulteriore riformulazione della norma, dato che il Governo si è dimostrato disponibile a lasciare fuori il bonus elettrodomestici dal budget di 96mila euro.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!