Mostra I Riflessi dell’Esistenza - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 14/07/2022 Aggiornato il 14/07/2022
Dal al
Firenze (FI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Toscana
Luogo: Crumb Gallery, via San Gallo, 191 rosso
Telefono: 347/3681894
Orari di apertura: 16-19 giovedì, venerdì e sabato, gli atri giorni su appuntamento
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.crumbgallery.com
Organizzatore: Crumb Gallery Firenze
Note:
La Crumb Gallery di Firenze ospita le ultime opere dell'artista iraniana Zanbagh Lotfi (Teheran, Iran, 1976) realizzate dall’inizio del lockdown a oggi, a Firenze, nella sua casa-studio, un luogo generalmente condiviso e frequentato da altri artisti.
Un periodo in cui si è ritrovata improvvisamente da sola; un periodo di cambiamenti che l’ha portata a riflettere sul suo rapporto con la pittura.

Le immagini si sovrappongono in composizioni dense e potenti dove il colore gioca un ruolo fondamentale. Ed è proprio il colore con cui l’artista si confronta di più: negli anni, la sua pittura è sempre stata quasi monocromatica, dominata dal contrasto tra il bianco e il nero per arrivare progressivamente a toni più sfumati.
In questi dipinti, invece, i verdi, i rosa, i viola, i gialli, i blu, gli arancioni, le tinte fosforescenti sono entrati in modo prepotente, portandola ad usare anche tecniche diverse come, ad esempio, l’olio.

La narrazione rimane da sempre la costante della produzione pittorica di Zanbagh Lotfi, autobiografia e storia collettiva si fondono, si sovrappongono. Tornano ricordi del passato, di una sua precedente vita a Teheran, che si mischiano al presente.

Dida: Zanbagh Lotfi, il silenzio è una cosa viva, 2018, olio su tela, 150x150-cm.
I Riflessi dell’Esistenza
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com