Arredare la camera: comodini per “ruolo”, anche i tavolini

Raffinati elementi d’arredo, più che semplici comodini: le soluzioni Lema da affiancare al letto rivelano tutta la loro personalità attraverso il disegno, i dettagli costruttivi e le accurate finiture.

Contenuto sponsorizzato
Arredare la camera: comodini per “ruolo”, anche i tavolini
Il tavolino Sign (design Studio Kairos)

Oggi che gli ambienti della casa sono sempre più fluidi e le funzioni si compenetrano senza soluzione di continuità, la zona notte si adegua, includendo elementi d’arredo che possono essere spostati liberamente nello spazio domestico senza risultare mai fuori luogo. Anche nel caso di un contenitore-piano d’appoggio, utilizzabile come comodino, ma perfetto anche da sistemare vicino al divano o a servizio dell’area pranzo. In particolare i comodini perdono il loro carattere esclusivo per trasformarsi in veri e propri complementi dal taglio contemporaneo e trasformista. Pronti a dare una sferzata di modernità agli spazi del riposo e dell’intimità.

Lema interpreta questa tendenza in chiave armoniosa e sofisticata, presentando una serie di piccoli contenitori da affiancare al letto che potrebbero essere senza problemi portati in soggiorno o nello studio. Elementi dal carattere deciso, nati dall’amore per il dettaglio e dall’eccellenza esecutiva che si traduce in progetti a firma di designer internazionali realizzati con la consueta firma di Lema: coniugare il sapere artigianale con l’innovazione industriale per ottenere una produzione seriale con i caratteri del su misura e del lavoro manuale.

Piccole eleganti architetture a scala ridotta, i comodini Lema rivelano così la loro decisa personalità attraverso il disegno – il raffinato Silo (design Studio Kairos) ne è forse l’esempio migliore – e la cura per ogni più piccolo particolare: le scanalature e le giunzioni a 45 gradi che segnano i profili di Luna (design Marelli e Molteni) e di Quarantacinque (Officinadesign Lema), le maniglie basculanti nascoste di Shen (design Cairoli & Donzelli), l’anta curva di Top (design Ludovica e Roberto Palomba), l’inserto a sostegno del top della struttura a tre gambe di Sign (design Studio Kairos). Le diverse dimensioni disponibili e le molteplici possibilità di scelta, anche dal punto di vista del contenere, lasciano infine piena libertà di abbinamento nella certezza della massima funzionalità e praticità di utilizzo.

Clicca sulle immagini Lema per vederle full screen. Sotto trovi le foto con le didascalie

 

foto1_Lema---Luna---Design-Carlo-Marelli-e-Massimo-Molteni---Foto-2

Luna (design Marelli e Molteni) è una famiglia di contenitori per la zona notte – oltre al comodino anche cassettone alto e basso – dalla linea geometricamente sobria, impreziosita da incisioni laterali e giunzioni a 45 gradi che ne alleggeriscono il volume. Disponibili nelle finiture laccate sia opache sia lucide, in oltre 40 colori. Misura L 60 x H 43 x P 45 cm.

foto2_Lema---Quarantacinque---Design-Officinadesign-Lema---Foto-2

Quarantacinque di Officinadesign Lema prende il nome dalle originali giunture a 45 gradi che ne segnano i profili. Pensato per la zona notte, si contraddistingue per uno stile minimale e moderno frutto della trasposizione industriale del lavoro di ebanisteria. Perfettamente inseribile, nelle sue tre declinazioni dimensionali, in ogni ambiente della casa, è disponibile in laccato opaco in 40 colori. Misura L 60 x H 35 x P 48 cm.

foto3_Lema---Shen---Design-Cairoli-&-Donzelli---Foto-3

Shen (design Cairoli & Donzelli), in laccato opaco in 40 colori, dietro alle eleganti partizioni orizzontali nasconde maniglie basculanti che semplificano l’apertura dei cassetti senza compromettere la pulizia del disegno e dei volumi. Previsto anche in versione cassettiera. Misura L 60 x H 35 x P 46 cm.

foto4_Lema---Sign---Design-Studio-Kairos---Foto-1

Il tavolino Sign (design Studio Kairos), in due varianti dimensionali, è perfetto anche come comodino, soprattutto nella versione con cassetto. Quest’ultimo e il piano possono essere laccati opachi o lucidi in oltre 40 colori; il top senza contenitore è disponibile anche in rovere Carbone e rovere Tabacco, mentre la leggera struttura portante a tre gambe è realizzata in metallo finito bronzo o cromato lucido. Misura Ø 45/60 cm, H 30/48 cm.

foto5_Lema---Silo---Design-Studio-Kairos---Foto-1

Comodino che può essere portato senza problemi anche nella zona giorno, magari a servizio del divano, Silo (design Studio Kairos) è semplice e sofisticato nel contempo: un piano di legno ripiegato a C che accoglie due cassettini con fondo in pelle – da usare liberamente come piccoli contenitori –, sostenuto da una gamba centrale con base a raggiera. Preziosamente realizzato in massello di rovere termotrattato. Misura L 50 x H 48 x P 38 cm.

foto6_Lema---Top---Design-Ludovica-e-Roberto-Palomba---Foto-1

Volume puro, Top (design Ludovica e Roberto Palomba) rivela la cura del progetto nei dettagli, come l’anta curva che nasconde il vano contenitore con piano interno rotondo. Dal disegno classico senza tempo, è previsto con finitura laccata opaca in 40 colori e può avere il piano d’appoggio di marmo, che ne impreziosisce l’insieme oltre ad interni in tinta contrastante. Misura L 45 x H 48 x P 45 cm.

 

 

 

Lema Cornershop

 

 

Contenuto sponsorizzato

Tags:Lema