Salone del Mobile 2015: in anteprima lo stile Lema

Accoglienza e convivialità, relax e calore: sono queste le parole che meglio caratterizzano lo stile Lema. Un marchio che da sempre si contraddistingue per un approccio leggero al design. I colori, i materiali e soprattutto le loro combinazioni creano arredi raffinati, in cui l’eleganza delle forme incontra la ricercatezza delle finiture: interpretazioni contemporanee di uno stile di vita, quello mediterraneo, che è l'essenza del made in Italy.
Contenuto sponsorizzato
Salone del Mobile 2015: in anteprima lo stile Lema
Poltroncina Lennox di Lema

Prima realtà italiana a proporre sistemi modulari su misura per la zona giorno e notte, grazie al profondo know-how tecnico, Lema ha saputo rinnovarsi ed evolversi nei suoi 40 anni di storia costruendo una proposta completa per la casa attraverso un’ampia gamma di arredi dall’eleganza innata che, oltre ai sistemi, include sedute, imbottiti, tavoli, madie, letti e complementi. Precisa la scelta di gusto di Lema, che da sempre coniuga il sapere artigiano con le tecnologie industriali più all’avanguardia. Trasformare la manualità in processi altamente meccanizzati ha consentito al marchio di offrire un prodotto sempre unico, adattabile e su misura, ma con i pregi di una moderna produzione seriale, continuando così a mantenere quella cura per il dettaglio che si ottiene solo con il lavoro dell’uomo. Proprio da questa filosofia sono nati i prodotti che hanno reso il brand leader nel settore del su misura: dal sistema a spalla portante Selecta all’Armadio al Centimetro fino alla Cabina Armadio.

Al Salone del Mobile 2015, Lema riconferma la sua idea di casa, uno spazio dove i materiali naturali, come il legno, incontrano quelli più contemporanei, come il vetro e il metallo, trattati in modo da trasformarsi in dettagli di stile caldi e lussuosi, pur senza abbandonare la linearità delle forme e la consueta discrezione che caratterizza lo stile Lema.

Tra le novità, Piero Lissoni firma Memo: un inedito tavolo definito dal carattere minimalista e dalle dimensioni extra, 400×110 cm. Protagonista è il metallo della struttura, disponibile nelle finiture alluminio spazzolato opaco, laccato rosso e laccato nero, abbinato al piano in rovere termotrattato. Un nuovo perfetto esempio della grande capacità di Lema di abbinare tra loro materiali eterogenei dando vita a raffinate proposte per l’abitare contemporaneo.

Gordon Guillaumier presenta la nuova poltroncina Lennox, con rivestimento in tessuto e struttura in metallo. L’idea alla base del progetto è quella di una corolla aperta, sospesa nel vuoto che diventa lo spunto per una poltrona da conversazione, per la lettura e per ascoltare buona musica. Particolare che ne ha ispirato anche il nome.

Clicca sulle immagini di Lema (www.lemamobili.com) per vederle full screen. Più sotto, le foto commentate

  • LEMA LENNOX design GordonGuillaumier_0002
  • LEMA MEMO PieroLissoni
Memo, disegnato da Piero Lissoni, è un tavolo di segno elegantemente minimale, che mescola la vaga influenza industriale della struttura di metallo all’inusuale raffinatezza materica del piano di rovere termotrattato. Proporzioni sapientemente misurate, nonostante le dimensioni extra (P 400 x L 110 cm), e finitura delle gambe alluminio spazzolato opaco, disponibile laccato rosso o nero.

Memo di Lema, disegnato da Piero Lissoni, è un tavolo di segno elegantemente minimale, che mescola la vaga influenza industriale della struttura di metallo all’inusuale raffinatezza materica del piano di rovere termotrattato. Proporzioni sapientemente misurate, nonostante le dimensioni extra (P 400 x L 110 cm), e finitura delle gambe alluminio spazzolato opaco, disponibile laccato rosso o nero.

Lennox, design Gordon Guillaumier, si sipira alla forma delle corolle dei fiori. La seduta avvolgente ma sostenuta, rivestita di tessuto, è perfetta per la conversazione, la lettura e, come il nome dell’omonima cantante suggerisce, l’ascolto della musica. La struttura di metallo, esile e leggera, solleva il volume da terra facendolo quasi galleggiare nello spazio.

La poltroncina Lennox di Lema, design Gordon Guillaumier, si ispira alla forma delle corolle dei fiori. La seduta avvolgente ma sostenuta, rivestita di tessuto, è perfetta per la conversazione, la lettura e, come il nome dell’omonima cantante suggerisce, per l’ascolto della musica. La struttura di metallo, esile e leggera, solleva il volume da terra facendolo quasi galleggiare nello spazio.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato

Tags:Lema