Open space: il progetto d’arredo per un maxi monolocale

Un appartamento con zona giorno e zona notte divise solo da elementi d'arredo, con soluzioni Lema che organizzano gli spazi in modo fluido e funzionale.

Open space: il progetto d’arredo per un maxi monolocale

Caratterizzato da atmosfere industriali, con grandi finestre ad arco dai serramenti metallici a riquadri e con alto soffitto ligneo a vista, un ampio ambiente open space è stato risolto dall’architetto Elisa Coffinardi come un contemporaneo loft urbano, dai percorsi fluidi con aree funzionali ben separate. Unica parete (neppure a tutta altezza così da non interrompere la percezione della continuità volumetrica), quella che nasconde la cucina: il resto della superficie è organizzato solamente grazie all’efficacia estetico-funzionale delle soluzioni Lema, che possono essere perfettamente adattate a ogni contesto abitativo, come un vestito su misura, e personalizzate in base alle diverse esigenze.

Principali protagonisti dell’ambiente sono i sistemi giorno T030 e  Selecta, insieme ad Armadio al Centimetro, completati da una serie di utili comprimari, come tavoli, sedie, piani d’appoggio che contribuiscono a definire lo stile conferendo carattere e funzionalità all‘insieme. Una composizione Selecta bifacciale e freestanding separa l’area giorno da quella notte, perfetta come elemento qualificante del monolocale e capace di organizzare tutto – libri, oggetti, piatti e bicchieri – grazie al gioco armonico di pieni e vuoti dei vani chiusi da ante e a giorno. Il tavolo 3Pod di Francesco Rota e le sedute Hati di Piero Lissoni risolvono l’angolo per il pranzo, mixando armonicamente ispirazioni retrò e citazioni industriali.

Il sistema T030 (design Piero Lissoni) caratterizza la parete divisoria della cucina dal lato del living; la composizione, pensata per contenere, contraddistingue al contempo con un segno deciso l’area del relax e della convivialità: i diversi moduli di differenti dimensioni, sia a giorno sia chiusi, danno vita a una piccola architettura funzionale, che risalta nell’ambiente grazie al grigio della muratura retrostante e al colore acceso di alcuni moduli sospesi. Il divano è il modello Yard (design Francesco Rota), dall’assoluta raffinatezza grazie al dialogo tra le linee morbide delle parti imbottite e la geometrica pulizia della struttura in metallo bronzato e dei piani d’appoggio integrabili a piacere.

Per la zona notte si è optato per un letto imbottito e interamente sfoderabile come Semillon (Officinadesign Lema), rivestito di tessuto grigio e dotato di comodo contenitore posto sotto alla rete a sollevamento, e per un Armadio al Centimetro (Officinadesign Lema) con ante scorrevoli, realizzato su misura e laccato bianco opaco per smaterializzarne visivamente l’ingombro. 

Fino al 31 maggio 2018, solo ed esclusivamente nei cornershop Lema, scopri la speciale promozione che consente di acquistare un armadio su misura al costo di uno standard.

Clicca sulle immagini del progetto con soluzioni Lema (www.lemamobili.com) per vederle full screen

 

View-0_2

Perfetta come divisorio centrale dell’ambiente, a separare zona giorno e area notte, questa composizione Selecta (Officinadesign Lema) laccata bianco opaco con inserti colorati, ha elementi a giorno e chiusi che permettono sia di organizzare libri e riviste come in una libreria tradizionale, sia di celare alla vista altri oggetti e il necessario per la tavola, nei vani protetti dalle ante. Versatile e flessibile, grazie alle diverse misure in cui è disponibile, Selecta con la sua armonica alternanza di pieni e di vuoti divide funzionalmente lo spazio senza interrompere il passaggio della luce e soprattutto precludere le prospettive visive.

View-0_7-copia

L’area pranzo è risolta con tavolo e sedie dal disegno leggero ed elegante, scelti per non appesantire l’insieme e armonizzarsi esteticamente con la pulizia formale di Selecta. Adatto allo scopo, il tavolo 3Pod (design Francesco Rota), ispirato al classico tripode: la sua base, un segno continuo di metallo, e il piano di vetro trasparente extrachiaro assolvono perfettamente alla funzione portando con i materiali un tocco “industriale” di informale contemporaneità. Le sedie abbinate, Hati (design Piero Lissoni) scelte nella versione interamente in frassino tinto Carbone, hanno una linea minimale e raffinata, che richiama sedute del passato, rileggendone proporzioni e forme. Il tavolo misura L 139,5 x P 143,5 x H 73 cm; la sedia L 51 x P 52,6 x H 77 cm.

View-0

L’area conversazione e relax è delimitata dalla parete divisoria della cucina, volutamente bassa per non interrompere la continuità visiva del soffitto in legno a vista del monolocale. Il sistema T030 (design Piero Lissoni), grazie ai moduli di diverse dimensioni e alla ampia gamma di finiture disponibili, risolve ad hoc l’area tecnologica della casa: contenitori pensili, chiusi con ante (a ribalta o battente) oppure a giorno, da comporre in versioni destrutturate dai singoli moduli abbinati oppure in un unicum completato da un pannello a parete con interno cavo, per sostenere la tv senza forare il muro e nascondere i fili elettrici e cablaggi all’interno. Completa l’insieme il divano Yard (design Francesco Rota), che coniuga la modularità degli elementi imbottiti con quella dei sistemi contenitivi integrati, mescolando linee soffici e confortevoli con mensole e piani d’appoggio. A fianco del divano, due tavolini della famiglia Flowers (design Roberto Lazzeroni), con piano di legno laccato e gambe in metallo. Il divano a tre posti misura L 270 x P 90 cm, i tavolini L 60 x P 51,1 x H 55 cm e L 60 x P 51,1 x H 37 cm.

View-0_4

Protagonista dell’area notte è il letto Semillon (Officinadesign Lema, misure L 216 x P 179 x H 110 cm), dalle linee rigorose e lineari, completamente sfoderabile e dotato di comodo contenitore sottostante la rete a sollevamento. Il capiente Armadio al Centimetro (Officinadesign Lema), realizzato su misura della parete, ha le ante scorrevoli, perfette per risparmiare spazio in apertura. In questa versione è laccato bianco.

 Lema Cornershop