Ingresso aperto sul soggiorno: due progetti d’arredo in 3D

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 02/07/2018 Aggiornato il 18/02/2019

L’ingresso aperto sul soggiorno può essere uno spazio privo di carattere o di difficile organizzazione, se non adeguatamente progettato. Con le appropriate soluzioni d'arredo può invece diventare un elemento di valorizzazione dell'intero ambiente. Ecco due funzionali progetti di interior design per una stessa pianta.

Ingresso aperto sul soggiorno: due progetti d’arredo in 3D

L’ingresso di una abitazione, quando non è delimitato, può diventare una semplice zona di passaggio, priva di caratterizzazione propria. Invece, come sempre si dice: “l’entrata è il biglietto da visita di una casa” e risolverla bene significa guadagnare uno spazio e salvarlo da un destino di “anonimato”. L’obiettivo progettuale che qui ci proponiamo è quindi quello di suggerire come trasformare un ingresso aperto sul soggiorno in un ambiente elegante e raffinato, dove niente è lasciato al caso. 
Ecco allora due diverse proposte dell’architetto Elisa Coffinardi per una residenza dal soggiorno importante con ingresso diretto, privo di separazione fisica, nei quali la divisione viene creata con arredi Lema, una madia e una libreria bifacciale, perfette anche per ambienti più piccoli o dalla pianta complessa.

La raffinata zona giorno di entrambi i progetti, che si differenziano solo per la soluzione che caratterizza l’ingresso, è arredata con il divano Cloud, accogliente sistema di sedute da comporre a piacere, grazie agli undici diversi moduli disponibili e alle tre tipologie di braccioli, per dare vita a morbide composizioni dai volumi generosi e dalle curve arrotondate; insieme il tavolino Mansion, dalla leggera base in metallo bronzato che sostiene un vassoio in HPL dal bordo rialzato, entro cui scorre un vassoio di rovere termo-trattato; ancora l’elegante, leggera e trasparente vetrina Galerist, in alluminio e vetro extra-chiaro, le cui cerniere in metallo trattato si trasformano in sofisticato dettaglio, funzionale ed estetico al contempo. 

Nel primo progetto, un basso setto di muratura, rivestito con la medesima essenza lignea dalla forte espressività materica che contraddistingue le superfici intorno alla porta e il soffitto con faretti ribassato, separa l’ingresso dal resto del living in modo volutamente quasi impercettibile, dando rilievo alla vera protagonista, la madia Rainbow. Pezzo di derivazione classica, è reinterpretato in chiave assolutamente contemporanea grazie al sostegno in metallo che la solleva da terra e alle possibili combinazioni cromatiche delle ante. È qui proposta nella sobria e sofisticata versione Avio, Pomice, Fumo, dall’estetica particolarmente espressiva. Rainbow assolve la funzione di pratico contenitore con ante che si aprono a 180°, semplificando l’accesso ai vani interni. Di fronte una nicchia preesistente viene risolta grazie all’Armadio al Centimetro Conca, con ante a battente nella medesima tinta Pomice della madia, ampliando le potenzialità di organizzazione e contenimento dell’ingresso.

Nel secondo progetto che vi proponiamo una libreria bifacciale scherma parzialmente il soggiorno dall’ingresso ed è attrezzata con un piano d’appoggio disegnato su misura. Si tratta di una soluzione personalizzata del sistema Selecta, nella sofisticata finitura rovere Carbone, che con un gioco di pieni e vuoti regala un gradevole effetto di trasparenza, filtrando in parte la luce naturale proveniente dal living. L’intero ingresso è arredato su tre lati da una libreria su misura Selecta multiforme, che asseconda e risolve alla perfezione anche le irregolarità in pianta dell’ambiente, rendendole invisibili, grazie alla possibilità di realizzare elementi customizzati oltre alla naturale versatilità del programma standard, che offre un’ampia modularità e ricchezza di finiture in continua evoluzione, tali da rendere praticamente infinite le composizioni.

Clicca sulle immagini dei progetti con arredi Lema (www.lemamobili.com) per vederli full screen

1-LEMA-POGETTO-DIVIDERE-CON-MADIA

DIVIDERE CON UNA MADIA: Per aprire la visuale verso il soggiorno e di conseguenza sfruttare la luce naturale che da esso proviene, si è optato per la realizzazione di un basso muretto di separazione, con rivestimento nella medesima essenza lignea che caratterizza il soffitto ribassato e la parete della porta di ingresso. Protagonista assoluta dell’ambiente la madia Rainbow (design Roberto Lazzeroni), pezzo di derivazione classica reinterpretato in chiave assolutamente contemporanea grazie anche alle possibili diverse combinazioni cromatiche in cui è declinata (qui in versione Avio, Pomice, Fumo). Un contenitore pratico (le ante si aprono a 180° per semplificare l’accesso ai vani interni) e curato nei dettagli, dall’estetica particolarmente espressiva grazie anche al sostegno in metallo di ispirazione vintage che lo solleva da terra alleggerendone il volume. Misura L 225 x H 70 x P 50 cm. Di fronte, inserito in una nicchia per smaterializzarne il volume, l’Armadio al Centimetro Conca (Officinadesign Lema) con ante a battente nella medesima tinta Pomice della madia e una ricca attrezzatura interna, che racchiude nella sua pulizia formale tutta la sapienza produttiva dell’azienda: finiture raffinate per una qualità estetica di grado superiore e dettagli contraddistinti da una accuratezza di tipo artigianale. In soggiorno, divano Cloud (design Francesco Rota), tavolino Mansion (design Christophe Pillet) e vetrina Galerist (design Christophe Pillet).

2-LEMA-POGETTO-DIVIDERE-CON-LIBRERIA

DIVIDERE CON UNA LIBRERIA: Questa seconda soluzione media tra l’apertura totale verso il soggiorno e una delimitazione più decisa del vano ingresso con l’ausilio di una discreta protezione, ottenuta con il sistema giorno Selecta (Officinadesign Lema), bifacciale, che filtra la luce naturale e crea un gradevole effetto vedo-non vedo. La libreria su misura è arricchita da una mensola che offre un piano d’appoggio utilissimo vicino alla porta d’entrata. Questo stesso sistema è stato scelto anche per organizzare le altre pareti dell’ingresso-living, secondo una scansione di elementi con vani a giorno, di cui alcuni realizzati su misura per risolvere irregolarità di pianta preesistenti. Selecta è infatti molto di più di una tradizionale libreria: estremamente versatile, in continua evoluzione per adeguarsi alle nuove esigenze funzionali ed estetiche, offre modularità e ricchezza di finiture per ampliare praticamente all’infinito le possibilità progettuali. Agli scaffali a giorno possono essere aggiunti anche ante e contenitori, e molto articolata è la gamma di accessori e finiture: 40 colori laccati opachi e 19 laccati lucidi, 2 essenze – rovere Carbone, come in questo progetto, e rovere Termotrattato – 4 diverse tipologie di vetri per le ante, oltre alla possibilità di colori a campione. In soggiorno, divano Cloud (design Francesco Rota), tavolino Mansion (design Christophe Pillet) e vetrina Galerist (design Christophe Pillet).

Lema Cornershop