Casa d’epoca, arredi contemporanei: progetto di interior design in 3D

In una casa d'epoca con elementi decorativi classici, come stucchi e boiserie, la scelta di arredi contemporanei permette di valorizzare la qualità architettonica degli ambienti. Come in questo progetto in 3D.

Contenuto sponsorizzato
Casa d’epoca, arredi contemporanei: progetto di interior design in 3D

Gli elementi architettonici di gusto classico degli ambienti interni di una casa d’epoca non possono che essere messi in risalto da arredi contemporanei dalle linee sobrie e discrete. Altezze importanti degli ambienti, parquet inchiodato, bow-window, boiserie alle pareti, elementi decorativi originali come stucchi a soffitto e cornici in pietra dei caminetti… sono tutti elementi da valorizzare con un attento progetto di interior design. Come quello realizzato dall’architetto Ornella Musilli per questo appartamento milanese di impianto novecentesco, in cui gli arredi Lema si inseriscono armonicamente nel contesto in stile sottolineandone le qualità estetiche.

L’abitazione, con un’ampia zona giorno, cucina, due camere da letto e altrettanti bagni, si distingue per la presenza di scenografici bow-window, che conferiscono dinamismo alla pianta e luminosità agli interni. Fra i numerosi eleganti pezzi “singoli”, regnano protagoniste le soluzioni modulari Lema, la libreria Selecta e gli Armadi al Centimetro.

pianta bianca

soggiorno6

Tutto di Lema: dormeuse Eydo (design Francesco Rota) con rivestimento in pelle; divano Aberdeen (Officinadesign Lema) rivestito in tessuto grigio chiaro; libreria Selecta (Officinadesign Lema) in rovere termotrattato con ante laccate grigio lucido; tavolini Cruise (Officinadesign Lema) in versione tonda e quadrata con piano in vetro beige. Sullo sfondo tavolo Shade (design Francesco Rota) con piano in rovere termotrattato; sedie Bai Lu (design Neri & Hu) nere, elemento freestanding Court Yard (design Francesco Rota) in rovere termotrattato.

La zona dell’ampio soggiorno con il bow-window è dedicata al relax e all’intrattenimento ed è dominata dalla presenza discreta di una composizione Selecta, che fa da sfondo e accoglie la tecnologia per l’intrattenimento. Realizzata su misura, con struttura in rovere termotrattato, si contraddistingue per l’abbinamento di vani a giorno e chiusi con ante grigie laccato lucido, che ne movimentano il disegno. Ricevitore e ripartitore, di cui il sistema può essere dotato, permettono di controllare a distanza le apparecchiature elettroniche (televisore, lettore dvd, decoder), anche se nascosti dietro alla grande anta scorrevole o alle ante sia a battente sia a ribalta. Anche i dettagli fanno la differenza: per esempio il passacavi, che scherma i fili elettrici e tiene in ordine il vano tecnico.

Nella zona conversazione si fronteggiano due divani Aberdeen, in versione tre posti (misure L 278 x H 39/66 x P 101 cm), scelti per la linea di gusto classico, rivisitato in chiave contemporanea, perfettamente in sintonia con lo stile architettonico della casa, sottolineata da particolari di ispirazione sartoriale, come le pieghe del tessuto sul bracciolo e la cucitura a coda di topo dei cuscini. In questo caso, il rivestimento in tessuto grigio chiaro della housse riprende la tinta della fascia di boiserie alle pareti e delle ante della libreria Selecta, adattandosi particolarmente all’aspetto vissuto e confortevole dei divani con seduta ampia e accogliente.

Completa il set di sedute la dormeuse Eydo (misure L 161 x H 38-44/88 x P 76 cm), dall’aerea struttura di metallo verniciato bronzo, che sostiene l’ala avvolgente e leggera del guscio. Il rivestimento in pelle, con cuciture impunturate a vista, ne impreziosisce l’aspetto, richiamando la cura del dettaglio che contraddistingue l’intera produzione Lema.
Accanto, i tavolini Cruise (misure versione quadrata L 90 x H 20,5 x P 90 cm, tonda Ø 120 x H 20,5 cm) spiccano per la ricercatezza della lavorazione: le basi in metallo sorreggono piani su cui poggiano lastre in vetro di elegante leggerezza formale, molate sul bordo a creare un profilo di un solo millimetro di spessore, grazie a una tecnica industriale dall’effetto assolutamente artigianale.

L’area dedicata alla convivialità, organizzata nella parte di soggiorno in prossimità della cucina, è dominata dalla forte presenza scenica del tavolo Shade (misure L 250/350 x H 73 x P 100/109 cm), che si rivela nel contrasto tra la leggerezza del piano e la matericità della struttura portante. Dall’aspetto scultoreo, pur con spessori minimi, ha dimensioni generose e piano di rovere termotrattato, sostenuto da fasce metalliche disposte a croce asimmetrica, una sofisticata geometria che genera originali giochi di luce e di ombra. Connotate dallo stesso stile sofisticato le sedie Bai Lu (misure L 51 x H 69,5 x P 52,5 cm), che derivano la purezza formale del disegno dalla tradizione orientale; hanno struttura portante a sezione tonda in frassino, laccato nero a poro aperto, che sostiene un sottile foglio di legno laccato curvato.

Sullo sfondo, ricercata riflessione sulle diverse declinazioni del contenere, l’elemento freestanding Court Yard (misure L 160 x H 87 x P 32 cm nella versione con le ante, L 171 x H 67 x P 41 nella versione a giorno), con linee anni Sessanta e nata come naturale completamento delle collezioni di imbottiti Lema, si rivela perfetta anche nella zona pranzo con vani completamente a giorno o chiusi da ante scorrevoli; realizzata in legno, è impreziosita da sottili lastre di metallo sui piani e da maniglie di alluminio estruso.

 

camera6

Nella camera matrimoniale, sempre di Lema: letto Victoriano (design Roberto Lazzeroni), novità presentata ad aprile al Salone del Mobile, in vendita a partire dal mese di ottobre 2017) con struttura in massello e rivestimento tessile grigio scuro; Armadio Liscia con ante in rovere carbone; libreria Plain (design Francesco Rota) con struttura metallica verniciata nera e ripiani in laccato opaco nero; tavolini Flowers (design Roberto Lazzeroni); specchio Mir (design Ludovica e Roberto Palomba).

Punto focale della zona notte è il letto Victoriano, sistemato a centro stanza per evidenziare le peculiarità spaziali dell’ambiente ritmato da arredi di colore scuro, che fanno da sofisticato contrappunto al bianco di pareti e soffitti. Ultimo nato nella collezione notte, il letto è caratterizzato dalla presenza regale dell’alta testata tessile, leggermente curvata e impreziosita da una cucitura centrale impunturata, e dal segno morbido di raccordo con il giroletto. L’esile struttura in massello scuro, che trae ispirazione dagli stilemi del passato, è accompagnata dal rivestimento tessile grigio, che ne esalta la pulizia formale e lo fa spiccare nella luminosità della stanza.

Come comodini sono stati previsti due tavolini Flowers (due le altezze disponibili e quattro le dimensioni, L 60/109,8/129,5 x H 37/55 x P 51,1/93,6/110,4 cm); in legno laccato opaco (qui nero e azzurro polvere), derivano il disegno dei piani e il nome dai petali dei fiori. Hanno sostegni in metallo verniciato nero, che danno leggerezza e aggiungono un raffinato tocco di stile ispirato agli anni Cinquanta.

L’Armadio Liscia spicca nell’ambiente per contrasto cromatico e, come tutti gli Armadi al Centimetro Lema, è progettato con una “predisposizione sartoriale” così da poterlo adattare alla perfezione allo spazio disponibile; in questo caso per esempio è realizzato a misura per essere contenuto nello spessore preciso della spalla del bow-window e non incombere in altezza. Con ante a libro in rovere carbone e maniglie ad incasso in metallo scuro, risulta perfetto anche per interni dal carattere importante come quelli di una casa d’epoca.

Dall’altro lato del letto, la libreria Plain  (misure L 103,5 x H 182,9 x P 34,5 con ripiani spessore 1,5 o 3,5 cm, L 45,7/79,3/100/113,5/168,4/202 x P 31,4 cm) è proposta in versione total black, con struttura in metallo nero e ripiani laccati opachi neri; piccola architettura raffinata, è caratterizzata da un effetto visivo di grande leggerezza. Utilizzabile freestanding, è modulare e si può adattare alle diverse esigenze. A completamento dell’arredo della camera, lo specchio da terra Mir (L 31 x H 183,5 x P 31 cm), discreto grazie alle dimensioni contenute, riflette con eleganza la luce delle alte finestre.

Planimetria della casa d’epoca e legenda
pianta numeri
Clicca sulle parole in blu per vedere delle alternative d’’arredo 

1 Ingresso – 2 Cucina – 3 Zona pranzo – 4 Tavolo e sedie, Shade e Bai Lu – 5 Madie Court Yard – 6 Camino – 7 Zona conversazione – 8 Divano Aberdeen – 9 Tavolini Cruise – 10 Chaise longue Eydo – 11 Libreria Selecta – 12 Corridoio – 13 Armadio Liscia – 14 Cameretta – 15 Bagno – 16 Camera matrimoniale – 17 Libreria Plain – 18 Tavolini Flower – 19 Letto Victoriano – 20 Specchio Mir

Clicca per vedere full screen il progetto in 3D della casa d’epoca con arredo contemporaneo (www.lemamobili.com)

 

Contenuto sponsorizzato

Tags:Lema