Arredare il soggiorno: un progetto in 3D

Volumi puri liberamente accostati, cromatismi sofisticati, linee sobrie e discrete, essenze materiche e dettagli curati contraddistinguono gli arredi Lema scelti per questo ambiente giorno dal carattere moderno ed elegante.
Contenuto sponsorizzato
Arredare il soggiorno: un progetto in 3D

Per il soggiorno di un moderno appartamento all’ultimo piano di una palazzina in un quartiere-giardino, strutturato a doppia altezza con un soppalco destinato a studio, l’architetto Elisa Coffinardi ha progettato un arredamento Lema dal carattere discreto ed elegante, con sofisticati tocchi materico-cromatici concentrati nella zona pranzo e nell’area dell’intrattenimento e del relax.

Vero protagonista dell’insieme, l’avvolgente divano Aberdeen, frutto della ricerca di Officinadesign Lema, che deriva la sua eleganza senza tempo da una rilettura stilistica dell’imbottito classico e si contraddistingue per l’ampia seduta confortevole e gli accurati dettagli sartoriali, tra cui la morbida fodera avvolgente ripiegata più volte sui braccioli a martello e le cuciture dei cuscini a coda di topo. Una reinterpretazione della tradizione che aggiunge elementi in chiave assolutamente contemporanea – esemplari le ruote anteriori in metallo – e componenti tecnicamente innovative, come l’imbottitura di poliuretano e fibra ecologica anallergica.
Al suo fianco, Mr. Zheng (design Roberto Lazzeroni), tavolino di ispirazione orientale con piano d’appoggio rotondo (disponibile anche in versione ovale), laccato nella sofisticata tinta Calcare, sostenuto da una leggera struttura metallica con tondini che si intersecano ricreando un originale effetto bambù.

L’area pranzo è risolta con un elegante abbinamento materico: il tavolo allungabile Thera (design Marelli e Molteni) dall’espressiva presenza, in rovere termotrattato con venature a vista, connotato da un curato gioco di spessori e sezioni sia del piano d’appoggio a profilo rientrante, sia delle gambe triangolari. Qui è completato dalle sedie Bai Lu (design Neri & Hu), la cui linearità e purezza formale sono ispirate dalla tradizione orientale. La struttura portante a sezione tonda di frassino laccato nero a poro aperto sostiene il foglio di legno laccato curvato della seduta.

Il sistema T030 (design Piero Lissoni) caratterizza invece la zona del relax e dell’intrattenimento con una composizione a parete articolata nei volumi e nelle finiture, personalizzata in base al gusto e alle necessità dei proprietari. Un’architettura in scala ridotta, che dialoga con la madia dai volumi asimmetrici sempre del sistema T030, posizionata sulla parete a fianco, perfetta per ospitare in modo discreto ed elegante libri e riviste e, dietro alle ante a battente o a ribalta, la biancheria e servizi per la tavola.

Protagonista dell’ambiente il divano Abeerden di Officinadesign Lema, rilettura in chiave contemporanea degli imbottiti dalle linee tradizionali, con seduta ampia e confortevole e dettagli sartoriali: ad esempio la fodera ripiegata morbidamente sui braccioli e le cuciture dei cuscini a coda di topo. Una rivisitazione che racchiude un cuore tecnicamente attuale, grazie all’imbottitura di poliuretano e fibra ecologica anallergica. A servizio del divano l’aereo tavolino Mr. Zheng (design Roberto Lazzeroni) in versione tonda, con piano laccato e struttura di tondino di acciaio dal simmetrico gioco di incastri ad effetto bambù, di sapore vagamente orientale. La zona pranzo è organizzata con il tavolo allungabile Thera (design Massimo Molteni e Carlo Marelli), scelto per la matericità del rovere termotrattato, e con le sedie Bai Lu (design Neri & Hu) di elegante purezza formale: struttura portante di frassino laccato nero a poro aperto e seduta ottenuta con un sottile foglio di legno laccato curvato.

Protagonista dell’ambiente il divano Aberdeen di Officinadesign Lema, rilettura in chiave contemporanea degli imbottiti dalle linee tradizionali, con seduta ampia e confortevole e dettagli sartoriali: ad esempio la fodera ripiegata morbidamente sui braccioli e le cuciture dei cuscini a coda di topo. Una rivisitazione che racchiude un cuore tecnicamente attuale, grazie all’imbottitura di poliuretano e fibra ecologica anallergica. A servizio del divano, il leggero tavolino Mr. Zheng (design Roberto Lazzeroni) in versione tonda, con piano laccato e struttura di tondino di acciaio dal simmetrico gioco di incastri ad effetto bambù, di sapore vagamente orientale. Nella zona pranzo, il tavolo allungabile Thera (design Marelli e Molteni), scelto per la matericità del rovere termotrattato, abbinato alle sedie Bai Lu (design Neri & Hu) di elegante purezza formale: struttura portante di frassino laccato nero a poro aperto e seduta formata da un sottile foglio di legno laccato curvato.

La parete dedicata all’intrattenimento è resa elegante e performante grazie al sistema T030 (design Piero Lissoni), adatto a composizioni multifunzionali capaci di ospitare anche la tecnologia. Tipologie di moduli, profondità, altezze e finiture differenti sono qui liberamente accostate in modo asimmetrico, per dare vita a una soluzione su misura esteticamente e funzionalmente in linea con il resto del soggiorno. Sul setto murario a sinistra trova spazio invece una madia sempre appartenente al sistema T030, sollevata da terra da un esile sostegno metallico e caratterizzata da una composizione asimmetrica e articolata nei volumi, che presenta pieni e vuoti, perfetta per riporre oggetti e libri sia a vista che protetti da ante a battente e a ribalta.

La parete dedicata all’intrattenimento è resa elegante e performante grazie al sistema T030 (design Piero Lissoni), adatto a composizioni multifunzionali capaci di ospitare anche la tecnologia. Tipologie di moduli, profondità, altezze e finiture differenti sono qui liberamente accostate in modo asimmetrico, per dare vita a una soluzione su misura esteticamente e funzionalmente in linea con il resto del soggiorno. Sul setto murario a sinistra trova spazio invece una madia sempre appartenente al sistema T030, sollevata da terra da un esile sostegno metallico e caratterizzata da una composizione asimmetrica e articolata nei volumi, che presenta pieni e vuoti, perfetta per riporre oggetti e libri sia a vista che protetti da ante a battente e a ribalta.

 

Contenuto sponsorizzato