Arredare il loft: stile industriale, in versione elegante e sofisticata. Progetto in 3D

In questo progetto di interior design, realizzato in 3D, alcuni spazi totalmente ristrutturati di un'ex fabbrica sono stati valorizzati con eleganti arredi, che trasformano gli interni in una moderna e accogliente abitazione, e con soluzioni su misura che sfruttano al meglio le altezze dei volumi.

Di gusto industriale, raffinato e sofisticato, questo loft ricavato negli ambienti di grandi dimensioni di una ex fabbrica si contraddistingue per le altezze fuori standard del soffitto a voltini e per le ampie finestrature con serramenti metallici. Peculiarità che l’architetto Ornella Musilli con questo progetto di interior design ha sottolineato sfruttando lo spazio disponibile con soluzioni personalizzate Lema eleganti e contemporanei, che riportano il doppio volume a una dimensione domestica calda e accogliente. Arredi che si stagliano come moderne architetture in scala ridotta sull’involucro total white di pareti e soffitto e della pavimentazione effetto pietra.

pianta loft

soggiorno9 2

Tutto di Lema: tavolo Shade (design Francesco Rota) con piano di rovere termotrattato abbinato a sedie Bai Lu (design Neri & Hu) laccate nero opaco a poro aperto; madia Ortelia (design Marelli & Molteni) in laccato lucido bordeaux; divani Brick Lane (design Christophe Pillet) rivestiti in tessuto grigio mélange e tavolino quadrato Mansion (design Christophe Pillet) in metallo con piano di materiale tecnico e lastra in rovere termotrattato; tavolini Mr. Zheng (design Roberto Lazzeroni) con piani laccati grigio opaco su struttura metallica e, sul fondo, libreria su misura Selecta (Officinadesign Lema) in rovere termotrattato con ante in laccato lucido bordeaux.

La zona giorno, spaziosa e illuminata da grandi vetrate, è organizzata in modo fluido con arredi di gusto contemporaneo. Conclude prospetticamente il living una composizione verticale della libreria Selecta progettata su misura. Elemento dominante, porta una decisa nota di colore all’insieme, con vani a giorno o chiusi da ante in laccato lucido bordeaux, che ne ritmano il disegno. La parete attrezzata organizza al meglio libri, riviste, piccoli oggetti preziosi e tutta la tecnologia per l’intrattenimento: dietro alle ante si celano infatti tutti gli apparecchi e i collegamenti elettrici, occultati con appositi passacavi e alloggiamenti ad hoc. Anche il televisore può sparire alla vista dietro la grande anta scorrevole. Inoltre, ricevitore e ripartitore, di cui il sistema può essere dotato, garantiscono il controllo a distanza di riproduttori e decoder.

Nella zona conversazione, definita da un grande tappeto, si fronteggiano due divani Brick Lane – uno a tre e uno a due posti (misure rispettivamente L 376 x H 37-56/77 x P 120/138 cm e L 276 x H 37-56/77 x P 120/138 cm). Le loro forme squadrate risultano perfette per l’ambiente di derivazione industriale, mentre la pulizia formale dei volumi imbottiti, sottolineata dalle curate lavorazioni sartoriali, nasconde un movimento interno tecnicamente avanzato, che inclina lo schienale e avanza la seduta. A servizio del divano a due posti, l’elegante tavolino Mansion (misure L 120 x H 30,5 x P 120 cm), dalla leggera struttura in metallo bronzato, con piano in materiale tecnico rigido che può funzionare sia da appoggio sia da contenitore. La lastra superiore di rovere termotrattato scorre sul piano, modificandone funzione e aspetto visivo. Al centro di questa morbida isola, una coppia di tavolini Mr. Zheng dal sapore orientale (alto 52 cm con Ø 52 cm, alto 34 cm con Ø 120 cm), con base in tondino metallico e piani tondi, laccati grigio opaco.

L’area dedicata alla convivialità, posta all’estremità del soggiorno in corrispondenza dell’ambiente cucina e illuminata da due scenografici lampadari chandelier, è dominata dalla forte presenza scenica del tavolo Shade. Il suo piano generoso nelle dimensioni (misure L 250/350 x H 73 x P 100/109 cm) poggia su una struttura portante di aspetto scultoreo: le fasce metalliche della base, disposte a croce asimmetrica, danno vita infatti a una sofisticata geometria che genera interessanti giochi di luce e di ombra. Nel medesimo stile sofisticato, le sedie Bai Lu (misure L 51 x H 69,5 x P 52,5 cm), derivano la purezza formale del disegno dalla tradizione orientale: un sottile foglio di legno laccato curvato su struttura a sezione tonda in frassino, laccato nero a poro aperto.

Per il contenimento di tutto ciò che serve a tavola è stata scelta la madia Ortelia (misure L 174 x H 79 x P 52 cm), che fa da contrappunto cromatico alla libreria Selecta, riprendendone tinta e lucidità della laccatura. Il suo prezioso gioco grafico di quadrati sul fronte protegge ante e cassetti, mentre la finitura esterna, che prosegue negli interni, ne potenzia estetica ed eleganza.

camera9 mod

Sempre di Lema: letto Dream View (design Roberto Lazzeroni) rivestito in tessuto bordeaux, cabina armadio Hangar (design Piero Lissoni) con ante scorrevoli (quella centrale laccata grigio, quelle laterali in vetro trasparente), tavolini Flowers (design Roberto Lazzeroni) con piano laccato nello stesso colore del rivestimento del letto; di scorcio panca Fence (design Christophe Pillet) e poltroncina Bice (design Roberto Lazzeroni) con rivestimento in tessuto grigio mélange.

Di taglio più tradizionale la camera, dove le pareti sono rivestite in carta da parati a righe orizzontali, che contribuiscono a riproporzionare l’altezza della stanza, qui anche ribassata da un controsoffitto per conferire maggiore intimità all’ambiente. Punto focale, il letto Dream View (disponibile in tre misure, L 195/173 – 205/183 – 215/193 x H 99,8 x P 213 cm), con testiera irregolarmente simmetrica ispirata agli stilemi del passato: il rivestimento in tessuto bordeaux ripropone lo stacco cromatico degli arredi del soggiorno, ricreando una sorta di trait d’union con il resto dell’appartamento. E contrasta in modo deciso con i piedini in metallo brunito dal disegno sottile.

Come comodini, due tavolini Flowers (nella versione più alta, L 60 x H 55 x P 51,1 cm), “petali” in legno laccato opaco poggiati su strutture in metallo che ricordano il design degli anni Cinquanta e dialogano con il letto riproponendo una tinta decisa.

La cabina armadio Hangar, bella da guardare e comoda da usare, razionalizza lo spazio per riporre gli abiti e gli accessori personali, riportando l’accento sul carattere industriale della casa. I raffinati montanti metallici da pavimento a soffitto sostengono i componenti e le ante in vetro, evocando spazi e materiali tipici dei loft.

Completano il comfort della stanza due arredi di gusto vintage: la panca Fence (misure L 160 x H 37 x P 42 cm), dal prezioso top in noce Canaletto e base in tondini ad effetto wireframe, e la poltroncina Bice (misure L 71 x H 72/42 x P 70 cm), dalla misurata compostezza del disegno sottolineata dalla scelta sartoriale di un rivestimento a trama evidente nelle nuance del grigio.

Planimetria e legenda
pianta numeri
Clicca sulle parole in blu per vedere delle alternative d’’arredo

1 Armadio al Centimetro, nell’ingresso aperto sul soggiorno – 2 Bagno – 3 Studio – 4 Sistema T030 – 5 Tavolino Mr. Zheng – 6 Poltrona Lady Jane – 7 Soggiorno – 8 Selecta, libreria-mobile tv – 9 Divano Brick Lane – 10 Tavolini Mr. Zheng – 11 Tavolino Mansion – 12 Tavolo Shade e Sedie Bai Lu – 13 Madia Ortelia colorata – 14 Libreria Selecta con scaletta – 15 Cucina – 16 Ripostiglio – 17 Vetrina Galerist – 18 Camera – 19 Tavolino Flowers – 20 Letto Dream View – 21 Panca Fence – 22 Poltroncina Bice – 23 Cabina armadio Hangar in metallo e vetro

Clicca per vedere full screen il progetto  (www.lemamobili.com)

Lema Cornershop

Concorso Essence Estate Brillante