Dividere con i mobili: 5 soluzioni Lema

Arredi al posto delle pareti: separare così zone funzionali, all’interno di uno stesso ambiente, può essere una soluzione preferibile sotto diversi aspetti. Per esempio quando gli spazi sono contenuti, ma non solo. Ecco 5 soluzioni Lema per dividere con i mobili (madia, armadio, librerie passanti e non) o con il divano.
Contenuto sponsorizzato
Dividere con i mobili: 5 soluzioni Lema

Dividere con i mobili è molto spesso più di un utile escamotage, messo in atto quando lo spazio è poco. È una brillante soluzione che permette di creare anche ambienti di grande effetto in open space senza partizioni murarie. Le abitazioni sono ormai luoghi di commistione e di fluidità funzionale: pubblico e privato, socializzazione e privacy, vita domestica e lavoro convivono felicemente, a patto di scegliere bene i pezzi giusti per ogni funzione. Le situazioni che più di frequente richiedono di dividere con i mobili riguardano gli spazi ingresso-soggiorno, zona conversazione-zona pranzo, corridoio-living, persino camera-corridoio.

Lema, da sempre sensibile alle trasformazioni del vivere contemporaneo, offre una serie di soluzioni perfette per risolvere ogni esigenza di organizzazione spaziale, in modo leggero e fluido, con eleganti architetture free standing, come gli imbottiti, le madie a sviluppo orizzontale, le librerie di piccole dimensioni; oppure sfruttando la flessibilità compositiva dei sistemi modulari, dal segno deciso e importante. Ecco, allora, la multifunzionalità del divano Yard, che può essere corredato da piani di appoggio, mensole, tavolini, contenitori; la presenza discreta ed elegante della madia T030, dal materico top effetto cemento; la leggerezza della libreria Plain, elegante setto separatore con cui graduare a piacere l’effetto trasparenza; e infine, l’armadio al Centimetro, che in virtù della sua massima flessibilità compositiva può dare vita a scenografiche partizioni “sartoriali”, e Selecta, sistema giorno autoportante, ideale per risolvere l’organizzazione della zona giorno, mirata al contenere (libri, servizi, tecnologia per l’intrattenimento… ) come anche all’offrire una pratica ma soprattutto elegante postazione per l’home office.

Clicca sulle immagini di Lema (www.lemamobili.com) per vederle full screen

  • Lema---Armadio-Liscia
  • Lema - Libreria Selecta
  • Lema - Divano Yard
  • Dividere con i mobili Lema Plain Design Francesco Rota
  • Dividere con i mobili Lema Madia-T030

armadio

L’armadio su misura Liscia (Officinadesign Lema) – modificabile in altezza, larghezza e profondità – è adatto a progetti “sartoriali”. Permette di ottenere soluzioni ad angolo, a ponte, passaggi porta, nicchie e terminali per composizioni che possono diventare anche scenografiche partizioni divisorie. Come questa combinazione, laccata opaca color Platino con maniglie orizzontali in legno laccato tono su tono, che si abbina anche ad un elemento a giorno del programma Selecta laccato color Fumo. Gli interni hanno finitura tinta Lino.

divano

Gli imbottiti sono perfetti per differenziare le isole funzionali della zona giorno: ancora più semplice con Yard (design Francesco Rota), divano multifunzionale che può essere arricchito da piani di appoggio, mensole, tavolini, contenitori. Accessori e cuscini sono sostenuti da una struttura a vista in metallo rivestito di tessuto, sollevata da terra da piedi giuntati da agganci a sezione triangolare. Poliuretano e piuma dei cuscini garantiscono un comfort ottimale, accresciuto dalle dimensioni generose di seduta e schienale.

libreria

Soluzione utile a separare gli spazi e definire precise aree funzionali, questa composizione Selecta (Officinadesign Lema) bifacciale interamente laccata bianco opaco, con vani a giorno che lasciano filtrare la luce, ampia anta scorrevole a celare lo schermo tv e ante a ribalta per l’impianto hi-fi, si distingue per eleganza grafica e rigore compositivo. Può essere dotata anche di ricevitore e ripartitore per controllare a distanza le apparecchiature elettroniche (come televisore, lettore dvd, decoder) nascoste dietro alla grande anta scorrevole e alla sottostante anta a ribalta.

madia

A volte per dividere non è necessario precludere la percezione visiva generale di un ambiente. Presenza discreta ed elegante, che con l’ampia gamma di finiture disponibili si trasforma in un contenitore da scegliere a proprio gusto personale, la madia T030 (design Piero Lissoni), sollevata da terra da una base metallica, è dotata di ante a battente e di cassetti di ampie dimensioni per organizzare tutto ciò che serve nella zona giorno. Il materico top in finitura cemento, che conferma la costante attenzione dell’azienda verso la ricerca e l’innovazione tecnologica, conferisce un tratto estremamente contemporaneo. Dimensioni L 240 x H 59,5 x P 57,4 cm.

libreria

Grande leggerezza visiva e flessibilità per la libreria Plain (disegnata da Francesco Rota), che grazie alla modularità di tutti i suoi elementi compositivi è ideale come elegante setto separatore in cui poter graduare a piacere l’effetto trasparenza. La struttura portante di tubolare d’acciaio a sezione quadrata, disponibile laccato bianco o nero, è adattabile in larghezza a seconda delle esigenze, mentre i ripiani, in due possibili spessori e diverse lunghezze, possono essere di larice Moka (quelli più spessi) o laccati nei colori Lemacolortrend. Misura L 103,5 x H 182,9 x P 34,6 cm, mentre i ripiani, spessi 1,5 o 3,5 cm e profondi 31,4 cm, possono essere lunghi 45,7/79,3/100/113,5/134,2/168,4/202 cm.

Contenuto sponsorizzato

Tags:Lema