Armadio o cabina? Due progetti in 3D per la camera da letto

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 01/03/2019 Aggiornato il 04/03/2019

Nella camera da letto inserire armadio o cabina armadio cambia notevolmente la percezione e l'organizzazione degli spazi. Ecco due eleganti soluzioni in 3D per una stessa stanza, di ampie dimensioni.

Con questi due progetti in 3D per una grande camera da letto l’architetto Ornella Musilli propone due raffinate interpretazioni dello spazio, a seconda che si opti per armadio o  cabina armadio. Grazie infatti alla superficie regolare della stanza, dotata di bagno privato, è possibile in un caso ricavare un’utile zona studio e nell’altro una scenografica cabina armadio.

render confronto

Il primo progetto (a sinistra) propone una reinterpretazione contemporanea del tradizionale armadio in camera: su misura, a tutta altezza e bifacciale (a doppia profondità, accessibile da entrambi i lati), posizionato al centro per lasciare due pratici passaggi laterali al bagno e al vano studio ricavato dietro al setto contenitivo. In questo modo è possibile recuperare metri quadrati da destinare all’home office senza privarsi di volumi per l’organizzazione degli abiti. E abbinando una finitura materica delle ante (come questa con rivestimento decorativo tessile) e una in vetro brunito che valorizza e mimetizza la differenza del battente su misura di diversa dimensione, l’armadio diventa il fulcro della camera da letto, attorno a cui ruota tutto il resto dell’arredamento.

Più scenografico il secondo progetto (a destra), che sceglie di sfruttare i metri quadrati eccedenti per creare una cabina armadio protetta da una parete vetrata trasparente a tutta altezza, con ante scorrevoli e pannelli fissi. Una soluzione che trasforma uno spazio solitamente considerato di servizio in un luogo da vivere in diversi momenti della giornata. Dall’atmosfera intima e gradevole grazie alle geometrie, alle finiture, alle luci.

Piante confronto

La soluzione con l’armadio
 
Per la soluzione con armadio e retrostante zona studio, si è optato per l’eleganza di Armadio al Centimetro Dandy, caratterizzato da ante a battente con cornice perimetrale in metallo nero, che diventa sofisticato segno grafico. Il rivestimento decorativo tessile grigio chiaro delle ante sottolinea la matericità e la cura delle finiture, in deciso contrasto cromatico con il vetro brunito dell’anta più stretta, éscamotage che evidenzia l’unicità dell’elemento diverso, sfruttando la semitrasparenza del materiale per illuminarne la profondità visiva con ripiani dalla luce integrata. Qui doppiato in profondità, grazie all’accostamento di due armadi spalla contro spalla, Dandy è riducibile in altezza, larghezza, profondità e ben si presta a soluzioni su misura come questa, in cui le esigenze contenitive si fondono con la praticità del tutt’altezza e dei due passaggi laterali. Gli accessori interni – cassettiere, portascarpe, barre appendiabiti con luce integrata, tappetini e scatole con raffinati dettagli in cuoio e tessuto – arricchiscono ulteriormente la funzionalità.
 
camerARMADIO - luce

Tutto di Lema: Armadio al Centimetro Dandy (Officinadesign Lema); letto Dream View (design Roberto Lazzeroni); tavolino Sign (design Studio Kairos), poltroncina Bice (design Roberto Lazzeroni). Sul fondo specchi Mirage (design Tokujin Yoshioka), scrittoio Novelist (design Christophe Pillet) e libreria Selecta (Officinadesign Lema) a ponte.

Lo spazio ricavato dietro all’armadio è organizzato come zona studio e ambiente privato per indossare gli abiti. Utili a questo fine gli specchi Mirage (ogni elemento misura L 18 x H 150 x P 6 cm): formati da più superfici riflettenti montabili in diverse angolazioni, grazie allo speciale sistema di aggancio a parete, movimentano la superficie e ampliano prospettiva e luminosità. A servizio dell’home office invece lo scrittoio Novelist, che richiama atmosfere del passato riattualizzandone l’identità formale e l’utilizzo: un piano in prezioso noce Canaletto, con cassettini, scomparto portamatite, sottomano in cuoio, sostenuto da due gambe incrociate in metallo cromato lucido. La composizione su misura a ponte della libreria Selecta, sulla parete di fondo, con la sua finitura rovere termotrattato riprende la tinta scura delle cornici delle ante dell’Armadio al Centimetro, concorrendo all’organizzazione di libri e riviste, oltre che piccoli oggetti preziosi. Estremamente versatile, Selecta sfrutta l’innovazione dei processi produttivi meccanizzati per offrire un sistema in continua evoluzione, capace di adattarsi ad ogni esigenza spaziale.

Il letto Dream View (misure L 173/183/193 x P 213 x H 35,8/99,8 testiera cm) rispetta i canoni moderni della stanza, grazie alla testiera dal disegno irregolare ispirato agli stilemi degli anni Cinquanta. L’essenziale struttura, sostenuta da piedini in metallo scuro, ne slancia la forma, sottolineando la matericità del rivestimento in tessuto a trama grossa in tinta grigio mélange. La piccola area dedicata al relax e alla lettura, a fianco del letto, è risolta con una poltroncina Bice (misure L 71 x H 42seduta/72 schienale x P 70 cm) in tessuto arancione coordinato con gli accessori tessili del letto e con il tappeto: dallo stile asciutto e vagamente vintage, accoglie con la forma avvolgente, sostenuta da una struttura in metallo bronzato. Al suo fianco il tavolino Sign (Ø 45 cm, H 30/48 cm) nella versione senza cassetto, con piano laccato lucido nero. Pensato proprio per la zona notte, ma perfetto per ogni ambiente della casa, si distingue per la struttura di metallo dal disegno originale.

Pianta-ARMADI--Lema

Legenda: 1 Armadio al Centimetro Dandy – 2 Scrittoio Novelist – 3 Sedia Bea – 4 Libreria Selecta – 5 Specchi Mirage – 6 Letto Dream View – 7 Tavolini/comodini Sign – 8 Poltroncina Bice

 
 
La camera con cabina armadio
 
Il progetto con la cabina armadio sfrutta l’ampiezza della camera per ricreare un rifugio privato in diretta connessione visiva con la stanza da letto, seppure separato e protetto da ante scorrevoli in vetro a tutta altezza. La cabina armadio Novenove, in particolare, è frutto di una produzione industriale estremamente curata che offre di base molteplici soluzioni e che, grazie alle moltissime possibilità di personalizzazione e di finiture, diventa realmente su misura. Le tre altezze e larghezze disponibili dei moduli a muro offrono numerose varianti compositive, ulteriormente ampliate dalle potenzialità del su misura e dalla ricca gamma di accessori, complementi (come cassettiere sospese e su ruote, portapantaloni, portacravatte) e finiture (oltre quaranta laccati opachi e i più materici Bianco, Larice sbiancato, Larice Moka, Lino e Visone). Qui in versione angolare, è attrezzata con tutta la gamma di accessori di cui il sistema dispone per appendere e riporre, dalle mensole ai contenitori a cassetti, dai vani a giorno alle barre appendiabiti. Inclusi i pannelli a muro in larice Moka, che concorrono a definire l’ambiente e a differenziarlo dal resto della camera da letto.
 
cameraCABINARMADIO

Sempre di Lema: cabina armadio Novenove (Officinadesign Lema); daybed Yard (design Francesco Rota); Pouf in versione quadrata (Officinadesign Lema). In primo piano letto Dream View (design Roberto Lazzeroni); specchio Mir (design Luodvica & Roberta Palombo), pouf Tod (design Ferruccio Laviani).

Nella preziosa versione in pelle con base in metallo verniciato bronzo, il daybed Yard (misure L 202 x H 33,5 x P 91 cm, cuscino Ø 16 cm) accentua l’intimità della cabina armadio, riproponendo un’estetica a metà tra il razionalismo e il design anni Sessanta; il piano, sorretto da piedi giuntati da agganci a sezione triangolare, funziona da appoggio per il cuscino di seduta, appoggiato senza nasconderla: un dettaglio che si trasforma in elemento estetico distintivo.

Anche il Pouf, in versione quadrata, concorre alla ricchezza compositiva del progetto di interior design, e assolve la funzione, oltre che di seduta facilmente spostabile, anche di piano d’appoggio; complemento tradizionale, si armonizza con l’insieme grazie al rivestimento in tessuto color ottanio, che richiama il tappeto della camera e i cuscini.

Di imprinting contemporaneo e vintage, con testiera imbottita dal disegno irregolare, il letto Dream View (misure L 173/183/193 x P 213 x H 35,8/99,8 testiera cm) ha i piedi in metallo scuro e la struttura del letto rivestita in tessuto a trama grossa in tinta grigio mélange; gli accessori tessili riprendono il colore ottanio del tappeto, con qualche tocco di grigio.

Archetipo della specchiera, lo specchio Mir (dimensioni L 31 x H 183,5 x P 31 cm) ha una struttura rigorosa ed essenziale in metallo verniciato, che sostiene uno specchio girevole alto e stretto: il complemento perfetto, grazie alla discrezione unita alla funzionalità, per una camera da letto votata a un raffinato understatement come quella di questo progetto.

A completare l’eleganza dell’insieme, poi, il pouf Tod in versione bassa e larga (misure L 90 x H 39 x P 90 cm); dalla silhouette organica, riprende nel rivestimento in pelle lavorazioni e gusto di culture lontane; sintesi tra industrial design e alto artigianato, si distingue per le cuciture impunturate a rilievo, che esaltano la cura sartoriale della produzione.

Legenda: 1 Cabina armadio Novenove - 2 Daybed Yard - 3 Seduta Pouf - 4 Pouf Tod - 5 Letto Dream View - 6 Tavolini/comodini Sign - 7 Specchio Mir

Legenda: 1 Cabina armadio Novenove – 2 Daybed Yard – 3 Seduta Pouf – 4 Pouf Tod – 5 Letto Dream View – 6 Tavolini/comodini Sign – 7 Specchio Mir

Lema Cornershop