Come sfruttare la parete che ospita la porta scorrevole?

Scegliendo con attenzione quale tipo di porta scorrevole installare, si può sfruttare la parete interessata per appendere in tutta sicurezza anche oggetti di diverso genere.
Contenuto sponsorizzato
Come sfruttare la parete che ospita la porta scorrevole?

Le porte scorrevoli a scomparsa, benché nate per risolvere i problemi di spazio legati all’ingombro delle porte a battente nelle stanze di dimensioni ridotte, si sono poi via via affermate non solo come soluzione salvaspazio ma anche come specifica scelta architettonica per gli ambienti più ampi. Questo perché, oltre a far risparmiare centimetri preziosi, hanno altri innegabili plus: separano con eleganza, lasciano maggiore libertà nella disposizione degli arredi e, soprattutto in presenza di grandi luci di passaggio, se lasciate aperte, scompaiono completamente nel muro, permettendo così di valorizzare gli ambienti con un gradevole effetto di continuità.

Uno dei limiti che veniva talvolta attribuito alle porte scorrevoli – da ECLISSE però completamente superato –  era quello di non permettere di sfruttare liberamente la parete in cui veniva collocato l’apposito controtelaio. Se da un lato quindi le porte scorrevoli permettevano di recuperare il raggio di apertura occupato dalla porta a battente, per contro rendevano indisponibile la porzione di parete al cui interno si installa il sistema scorrevole.

Alcuni speciali controtelai ECLISSE sono nati proprio per risolvere questo inconveniente: permettono, per esempio, il passaggio di cablaggi elettrici e il posizionamento di puntiluce. Tra le ultime novità in commercio, ECLISSE Click, consente anche di sfruttare la parete che contiene la porta a scomparsa per fissarvi un resistente appendino con quattro ganci a scomparsa. ECLISSE Click si monta avvitandolo direttamente all’altezza delle traversine dei controtelai per pareti in cartongesso. La porzione di parete in cui scorre l’anta può così essere utilizzata per appendere giacche, borse e cappelli. Ogni gancio ha una portata di 5 kg e funziona a ribalta verso il basso con la semplice pressione del pulsante superiore.

Proposto nel colore bianco, misura poco più di 30 centimetri in lunghezza e 10 centimetri in altezza, e si può installare in tre modalità: sporgente e senza cornice (appeso direttamente alla parete), semi sporgente con cornice (incassato con una lastra di cartongesso) oppure filomuro con cornice (incassato con due lastre di cartongesso sovrapposte).

Clicca sulle immagini di ECLISSE Click (www.eclisse.it) per vederle full screen

ECLISSE Click è un appendino a scomparsa a 4 ganci

ECLISSE Click è un appendino a scomparsa a 4 ganci che permette di sfruttare la parete al cui interno è collocato un controtelaio per porte a scomparsa.

appendino si avvita direttamente alle traversine dei controtelai ECLISSE per pareti in cartongesso

L’appendino si avvita direttamente alle traversine dei controtelai ECLISSE per pareti in cartongesso.

Premendo uno dei pulsanti viene rilasciato il gancio corrispondente per appendere giacche, borse e cappelli

Premendo uno dei pulsanti viene rilasciato il gancio corrispondente per appendere giacche, borse e cappelli.

Contenuto sponsorizzato