Sottotetto abitabile? Dipende dalle altezze medie

Il sottotetto abitabile è un plus delle case all'ultimo piano. Ma come si può sapere se un sottotetto può diventarlo? Elemento fondamentale da cui partire è l'altezza degli ambienti. Le finestre per l'aeroilluminazione, se non presenti, possono invece essere ricavate nel tetto.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 06/11/2016 Aggiornato il 08/11/2016

Prima dell’acquisto di una casa all’ultimo piano, è fondamentale anche sapere se il sottotetto è abitabile. Perché questo sia possibile, è necessario che abbia l’altezza media ponderale minima richiesta per legge. Nelle altre tipologie di abitazione, l’altezza minima è in genere (fanno eccezione per esempio le case montane) di 2,70 m (meno nei corridoi e sotto i soppalchi). Nei sottotetti, l’altezza media può essere inferiore a 270 cm, ma ogni Regione ha stabilito delle proprie regole. Per la maggior parte delle Regioni italiane l’altezza media di un sottotetto abitabile è di 2,40 m, in alcuni casi ulteriormente abbassata per i locali di servizio, corridoi e bagni.

Molte Regioni consentono inoltre altezze medie più basse se il sottotetto da rendere abitabile si trova per esempio in Comuni classificati come montani, semimontani o che si trovano oltre una certa altitudine. Bisogna pertanto verificare presso il Comune in cui si trova la casa con il sottotetto eventuali limiti o vincoli presenti nel Regolamento edilizio comunale.

Velux sottotetto abitabile

Ambientazione sottotetto con finestre per tetti di Velux.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!