Progetto verde per il terrazzo nel tetto: un angolo mediterraneo in città sul terrazzo a tasca

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 01/02/2018 Aggiornato il 01/02/2018

Per il terrazzo nel tetto della mansarda, un progetto in 3D che ne sfrutta le caratteristiche: lo spazio, esposto a sud-ovest, viene valorizzato dall'aver creato una piccola oasi, una quinta con colori verde argento per le foglie e viola e bianco per le fioriture.

terrazzo nel tetto

Il terrazzo nel tetto di questa abitazione ricavata nel sottotetto è pensato come naturale estensione della casa: spazio riservato, accogliente e immerso nel verde. E in questa direzione si è sviluppato il progetto. Le fioriere di diversa altezza, bianche e grigie, lineari ed eleganti, rispecchiano lo stile dell’abitazione, e contribuiscono a dare movimento con una miscela apparentemente casuale di specie diverse. Viene così a crearsi una quinta  vegetale di tipo mediterraneo, con colorazioni verde e argento per le foglie e viola e bianco per le fioriture, dove spiccano alberi in miniatura.

Le piante scelte per il terrazzo nel tetto sono di tipo mediterraneo, ma resistenti al freddo e capaci di sopportare le estati e i lunghi inverni urbani. si adattano bene all’esposizione soleggiata del grande balcone.

Piante sempreverdi garantiscono la privacy durante tutto l’anno. Lo scorrere delle stagioni sarà percepito dalle mutazioni dell’ortensia, della particolare varietà “Lacecap” e dell’Aloysia. Alle forme rigorosamente geometriche dei vasi se ne contrappongono tre circolari con rosmarino prostrato che scende dolcemente.

La pavimentazione del terrazzo nel tetto è flottante in listoni di teak. Va semplicemente sovrapposta a quella esistente. Un piccolo tavolo è sufficiente per godere appieno del terrazzo.

progetto terrazzo

A. Acca sellowiana: cespuglio sempreverde, foglie verde scuro e bianche sulla pagina inferiore. B. Aloysia triphylla: arbusto deciduo con foglie verde pallido dal profumo di limone. Racemi di minuscoli fiori bianchi screziati di lilla all’inizio dell’estate. C. Aromatiche: rosmarino, salvia, timo, menta, ruta, ecc. D. Convolvulus cneorum: pianta compatta con portamento tappezzante che tende a svilupparsi in larghezza e produce una massa sempreverde di fogliame verde-grigio. Produce fiori a campanella di colore bianco candido per tutta la primavera. E. Cupressus sempervirens “Totem Pole”: della famiglia Cupressaceae; è di tipo arboreo e può essere utilizzato in vaso. F. Hydrangea macrophylla “Lacecap”: ortensia “Lacecap” è caratterizzata da infiorescenze aggraziate, composte da un gruppo centrale di fiorellini minuti, fertili, circondato da fiori sterili più grandi e vivacemente colorati. G. Laurus nobilis: arbusto di media altezza che crea una barriera sempreverde. H. Lavandula angustifolia: arbusto sempreverde aromatico con foglie grigio-verdi a fioritura estiva. I. Myrtus communis “Microphilla”: arbusto mediterraneo sempreverde dal fogliame aromatico, con masse di fiori bianchi e profumati che spuntano in tarda estate. L. Olea europaea: l’olivo. M. Polygala myrtifolia: arbusto sempreverde, con foglie obovate di colore verde pallido. In fiori sono rosa-porpora carico che sbocciano da maggio a ottobre. N. Rosmarinus officinalis prostratus: aromatica perenne utilizzata come pianta ornamentale per il suo particolare comportamento ricadente.

terrazzo

  • Sedie monoscocca in polipropilene Skin e tavolo Evolve, con piano reclinabile di 90°.  Tutto di Calligaris.

Progetto: arch. Sabrina Sterpin www.sdstudioarchitettura.it