Arredare con il soffitto spiovente e doppie altezze

Architetto Elisa Coffinardi
A cura di Architetto Elisa Coffinardi
Pubblicato il 09/01/2018 Aggiornato il 05/08/2018

Non solo in mansarde e sottotetti, ma in alcuni loft, arredare con il soffitto spiovente e altezze rilevanti può essere un po' più complicato che con plafone standard e può richiedere - per un buon risultato - un progetto di interior design molto accurato, che non lasci nulla all'improvvisazione. I risultati poi spesso si rivelano davvero sorprendenti. E quelli che sembravano limiti diventano plus.

Un’abitazione terra tetto come un loft, un ex laboratorio o edificio industriale, può porre qualche difficoltà nella ricerca dei mobili giusti. In pratica, per arredare con il soffitto spiovente e altezze rilevanti bisogna ricorrere al lavoro di un falegname oppure no? Non necessariamente, perché alcune aziende sono in grado di adattare i moduli di produzione e di realizzarli come su misura. Come in questo progetto dell’architetto Elisa Coffinardi, pensato per un’abitazione di stile contemporaneo, priva di divisioni murarie, e per la quale si sono trovate soluzioni eleganti e funzionali, perfette per ambienti aperti, con doppie altezze e soffitti spioventi.

arredare con il soffitto spiovente

Caratterizzati da un unico volume e da un’altezza importante, gli interni –molto luminosi grazie alle ampie vetrate affacciate sul verde – sono stati organizzati in un articolato open space, con percorsi fluidi e aree funzionali ben separate, nonostante l’assenza di tramezzi.

Il progetto ha consentito di sfruttare la doppia altezza con una zona giorno più cucina al piano terra e con la parte notte sul soppalco, dove il suggestivo soffitto spiovente con aperture rasofalda crea un’atmosfera accogliente e raccolta.

L’intero appartamento è arredato con soluzioni d’arredo raffinate e contemporanee, perfettamente funzionali, versatili e flessibili perché adattabili a ogni contesto abitativo, come un vestito su misura, e personalizzate in base alle diverse esigenze e gusti.

Al livello inferiore, una composizione su misura di un sistema giorno scherma parte della cucina, quasi si trattasse di un setto a tutta altezza, seppure privo parzialmente di schienale in modo da non interrompere la percezione della continuità volumetrica. Bifacciale e freestanding, si tratta di una soluzione dal forte carattere che accoglie libri, oggetti, servizi di piatti e bicchieri grazie al gioco armonico di pieni e vuoti dei vani. Altro elemento divisorio è la madia, che con eleganza e praticità separa l’angolo conversazione, arredato con il divano, da quello dedicato al pranzo, dominato dalla presenza scenica del grande tavolo con piano in vetro extrachiaro e base di tubolari metallici. 

Protagonista della camera, collegata al livello inferiore con una scala dal design essenziale, il letto caratterizzato dalla struttura visivamente leggera e dalla forza espressiva della testiera imbottita. Sofisticati e funzionali, infine, anche complementi e accessori, come i pouf, i comodini e la poltroncina, che contribuiscono a definire lo stile conferendo carattere e funzionalità all‘insieme.

camera arredare con soffitto spiovente

Arredi Lema (www.lemamobili.com)