Rinnovare la cucina: nuovo pavimento senza togliere le piastrelle

Come rinnovare la cucina in modo semplice, senza togliere le vecchie piastrelle? Litokol propone la nuova resina Spaziocontinuo, che si applica sopra il vecchio pavimento. È adatta a ogni stanza della casa e conferisce un aspetto contemporaneo all'ambiente.
Contenuto sponsorizzato
Rinnovare la cucina: nuovo pavimento senza togliere le piastrelle

Volete rinnovare la cucina o un altro ambiente della casa? Optando per le resine, non sono necessari costosi lavori di demolizione e rimozione dei vecchi rivestimenti. La resina consente infatti di dare un look contemporaneo e di rinnovare facilmente pavimenti e rivestimenti. 

Per rinnovare la cucina, la resina può essere una valida alternativa alle piastrelle per rivestire, ad esempio, la parete dietro il lavello o tutta l’alzata tra basi e pensili. Grazie agli alti livelli di igienicità, essendo rivestimenti continui, non consentono allo sporco di depositarsi all’interno delle fughe come nelle piastrelle ceramiche. La superficie liscia permette di effettuare agevolmente le normali operazioni di pulizia. In funzione del ridotto spessore (solo 2 mm), negli interventi di ristrutturazione si posa direttamente sul rivestimento esistente, senza dover così intervenire con costose opere di demolizione e senza modificare porte e infissi. La resina è infatti un materiale che si può applicare in sovrapposizione a pavimenti o rivestimenti già piastrellati, anche a mosaico. L’importante è affidarsi a un “resinatore “esperto, che conosca molto bene il prodotto che deve applicare e che abbia una comprovata formazione presso le aziende produttrici e sul campo.

Litokol, in sintonia con le tendenze dell’abitare contemporaneo, propone – per realizzare superfici continue con lo stesso effetto estetico tra pavimento e rivestimento – la resina Spaziocontinuo (www.litokol.it).

Tra i vantaggi principali ci sono ottima resistenza meccanica e una manutenzione ridotta. La superficie rivestita in resina risulta uniforme e omogenea, in soli 2 mm di spessore, con differenti texture superficiali o effetti chiaroscurali che, grazie all’abilità dell’applicatore, conferiscono un aspetto di esclusiva unicità ad ogni realizzazione e permettono applicazioni in sovrapposizione. La resina è idrorepellente, idonea per pavimenti riscaldanti e permette infinite personalizzazioni grazie agli oltre 2000 colori delle scale NCS e RAL.

Spaziocontinuo propone due linee da pavimento (applicabili anche a parete), SpazioCemento e SpazioResina, e due linee specifiche da parete, SpazioChiaroscuro e SpazioMetallo, per non porre limiti alla fantasia alla creatività. Per la pulizia delle superfici rivestite con Spaziocontinuo, si consiglia di utilizzare panni in microfibra inumiditi e detergenti non aggressivi a ph neutro e a base acquosa, comunemente utilizzati per i pavimenti di legno e acquistabili nei supermercati.

rinnovare la cucina con piastrelle a pavimento spazioresina di litokol

La vecchia cucina (foto sopra a sinistra) è stata rinnovata con nuovi arredi, ma soprattutto con lavori di rifacimento del pavimento e della parete (foto sopra a destra). Le piastrelle a pavimento sono state rivestite con SpazioResina di Litokol, il sistema decorativo a tre componenti, composto da una gamma di prodotti che vanno stratificati e combinati tra loro per ottenere superfici spatolate lisce con effetti chiaroscurali. Per la parete sono stati scelti due diversi colori di SpazioMetallo, un sistema decorativo monocomponente per decorazioni a parete disponibile in quattro diverse colorazioni: Bianco Metallo, Grigio Metallo, Nero Metallo e Cuoio Metallo.

Clicca per vedere full screen le immagini con rivestimenti a parete di Litokol 

  • Litokol_SpazioChiaroScuro_Corallo
  • Litokol_SpazioMetallo_Nero
  • Litokol_SpazioChiaroscuro_azzurro
  • Litokol_SpazioChiaroscuro_verde

Contenuto sponsorizzato