Resine, quali vantaggi

Nate per utilizzi industriali, le resine hanno conquistato negli ultimi anni un ruolo di primo piano anche in ambito residenziale, dove sono sempre più utilizzate anche per il rivestimento e la decorazione delle pareti. E questo per i numerosi vantaggi che presentano.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 27/05/2013 Aggiornato il 27/06/2013
Resine, quali vantaggi
Cementoresina di Kerakoll

La resina per rivestimenti di pavimenti e pareti consente un’ampia possibilità di personalizzazioni, spessore sottile e facilità di manutenzione. Nella sua versione più classica, il rivestimento in resina ha un aspetto simile a quello del cemento, rispetto al quale ha peso e spessore notevolmente inferiori. Tra i vantaggi principali ci sono: resistenza all’usura, lunga durata, manutenzione ridotta e possibilità di personalizzare le superfici con motivi ornamentali o particolari decorazioni in rilievo.
Gli spessori sono ridottissimi (soltanto 1-3 mm) e, cosa più importante, la superficie rivestita in resina – pavimento o parete – risulta uniforme e omogenea, senza fughe né giunture. Non attira polvere e microorganismi.
Le resine sono anche impermeabili, caratteristica che può anche essere rinforzata con trattamenti specifici: motivo per cui questi rivestimenti sono molto adatti anche in ambienti umidi come bagni, docce, piscine e saune, dove evitano di conseguenza la proliferazione di muffe e la formazione di batteri.

IN CUCINA – La resina è un’ottima alternativa alle piastrelle per rivestire, per esempio, la parete dietro il lavello o tutta l’alzata tra basi e pensili. Grazie alla sua resistenza all’acqua e all’umidità la superficie è infatti lavabile e molto funzionale. La finitura, che può essere lucida, opaca, permette a seconda dei casi di mimetizzare o evidenziare una zona della cucina. Questo tipo di rivestimento non crea nessun problema in caso di vicinanza con il piano cottura.

IN BAGNO – Anche in quest’ambiente le resine sono molto adatte per pavimenti e pareti in alternativa alle piastrelle: qui vengono sfruttate al meglio le caratteristiche di igienicità, impermeabilità e facilità di pulizia del materiale. In bagno la resina si può utilizzare anche per altre superfici verticali o orizzontali, come per esempio per rivestire il top del lavabo, le pareti della vasca o anche i sanitari.

Pavimento e scala sono rivestiti con resine Dega® Spatolato di Gobbetto, posate artigianalmente a effetto spatolato, nelle finiture lucida e satinata. La superficie ha uno spessore di 2-3 cm, è continua e priva di giunti. Prezzo su preventivo. www.gobbetto.com

Pavimento e scala sono rivestiti con resine Dega® Spatolato di Gobbetto, posate artigianalmente a effetto spatolato, nelle finiture lucida e satinata. La superficie ha uno spessore di 2-3 cm, è continua e priva di giunti. Prezzo su preventivo. www.gobbetto.com

Cementoresina® di Kerakoll è un rivestimento a base di resine purissime, cemento e minerali naturali. La finitura “velvet” è proposta in una gamma di 45 colori. Prezzo su progetto. www.kerakoll.com/it

Cementoresina® di Kerakoll è un rivestimento a base di resine purissime, cemento e minerali naturali. La finitura “velvet” è proposta in una gamma di 45 colori. Prezzo su progetto. www.kerakoll.com/it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!