Piastrelle per la casa al mare, quali scegliere?

Semplicità di manutenzione e resistenza sono le parole chiave per le piastrelle per la casa al mare. E, optando per il gres, si trovano collezioni con estetica adatta alla tipologia di casa e alle caratteristiche del luogo.

Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 22/05/2022 Aggiornato il 22/05/2022
collezione Uniche di Marazzi

Scegliere piastrelle per la casa al mare risulta sicuramente l’opzione migliore, sia per la semplicità di manutenzione sia per la praticità di utilizzo. Ma per che tipo è meglio optare? Ecco qualche suggerimento per orientarsi nel vastissimo mondo dei rivestimenti ceramici attuali, a pavimento e a parete.

Che tipo di piastrelle per la casa al mare?

Soprattutto nelle seconde case, vissute magari anche per brevi periodi ma in condizioni che possono aumentare la necessità di manutenzione (presenza di ospiti e quindi di un maggior numero di persone, sabbia… ), anche in fatto di rivestimenti è meglio orientarsi su materiali resistenti e facili da pulire, scartando materiali di pregio ma molto delicati, che richiederebbero molta cura per restare inalterati nel tempo, come ad esempio parquet o pietra naturale. A meno che ovviamente siano già posati.

collezione Uniche di Marazzi

Il gres porcellanato è perfetto per i pavimenti, grazie alle sue qualità tecnico-prestazionali. Resistente, dallo spessore ridotto, facile da posare, sicuro (con il fuoco e il gelo), risolve ogni esigenza, sia funzionale sia estetica. La ceramica, materiale più tradizionale, è adatta alle pareti, grazie alla molteplicità di formati, di colori, di decorazioni. Così come la maiolica, più sofisticata e preziosa.  

Piastrelle per ogni gusto

Alle peculiarità tecniche, nella scelta delle piastrelle per la casa al mare, va poi affiancato l’aspetto visivo. Passato un po’ lo stile prettamente marinaro declinato in tutte le possibili varianti del bianco e blu – ad eccezione delle zone dove ancora oggi la tradizionale della maiolica è molto apprezzata – l’estetica sembra fare maggiore riferimento alla naturalità degli ambienti esterni alla casa, che vengono armonicamente inseriti anche negli interni.

Pietra, sabbia, legno sono gli elementi da cui derivare tonalità cromatiche e texture, interpretate però attraverso i nuovi materiali, in un’ottica assolutamente contemporanea. Lastre ceramiche, piastrelle, mosaici rileggono le superfici che si trovano in natura, offrendo il medesimo “calore” con l’aggiunta della semplicità di pulizia e della resistenza.

collezione Uniche di Marazzi

Nulla vieta comunque di optare per il colore, magari con soluzioni ceramiche che richiamino marmette o pietre locali (come ad esempio la lavagna) per i pavimenti e piastrelle più audaci per i rivestimenti di bagno e cucina. Questi due ambienti sono infatti quelli in cui si può osare, lasciandosi ispirare dalle palette delle atmosfere marittime: il giallo dei limoni, l’ottanio del mare in tempesta, il bianco delle nuvole, il fuxia delle buganvillee… 

Piastrelle anche per l’esterno

Scegliere le piastrelle per la casa al mare significa occuparsi anche degli eventuali spazi esterni. In questo caso resistenza, affidabilità e sicurezza sono i nodi da risolvere, con un occhio all’armonia dell’insieme. Le superfici devono infatti essere antiscivolo – a maggior ragione se è presente una piscina – e durature nel tempo, in ambienti fortemente salini. Le collezioni più attuali prevedono trattamenti superficiali ad hoc, che non intaccano il sapore materico delle piastrelle e delle lastre. Oggi, grazie all’innovazione produttiva, grès e ceramica possono riprodurre una smisurata quantità di materiali naturali – legno, marmo, pietra… – con prestazioni tipiche dei prodotti industrializzati.

collezione Uniche di Marazzi

 

Dal punto di vista estetico, due invece le strade percorribili: assecondare le scelte stilistiche degli interni, giocando per assonanza materico-cromatica, o creare uno stacco deciso, introducendo texture, tinte, effetti totalmente diversi.

Casa al mare con piastrelle in gres collezione Uniche di Marazzi

  • collezione Uniche di Marazzi
  • collezione Uniche di Marazzi
  • collezione Uniche di Marazzi
  • collezione Uniche di Marazzi
  • collezione Uniche di Marazzi

La collezione di piastrelle di grès porcellanato di ultima generazione Uniche di Marazzi si ispira al fascino di quattro pietre calcaree mediterranee, in una nuova sintesi tra natura e innovazione tecnica. Materie prime naturali, processo produttivo avanzato e sostenibile, tecnologia 3D Ink (applicata per la prima volta su struttura e superficie) danno vita a una serie fortemente espressiva, dall’effetto pietra molto realistico. La tecnologia StepWise aggiunge prestazioni antiscivolo alla superficie morbida, rendendo le piastrelle adatte indoor e outdoor. Quattro i colori disponibili, che rimandano ad altrettante pietre naturali dai toni sia caldi sia più freddi, con texture più marcate nelle gradazioni più scure. Quattro anche i formati (da 60×120 cm a 30×30 cm), modulari e componibili, con superficie naturale, velvet, oudoor, a cui si aggiungono una opzione extra-spessore (20 mm), il mosaico a tessere quadrate o rettangolari (montate in moduli 30×60 cm) e una gamma completa di pezzi speciali, adatti ad esempio per le piscine. www.marazzigroup.com

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.33 / 5, basato su 3 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!