Pavimento macchiato, a ogni tipo di sporco la soluzione giusta

Soluzioni tradizionali e prodotti ad hoc per riportare alla bellezza originaria qualsiasi tipo di pavimento macchiato.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 26/06/2021 Aggiornato il 26/06/2021
pavimento macchiato

Il pavimento macchiato all’apparenza indelebilmente, magari appena posato, è una delle cose più sgradevoli, specialmente se le macchie sono evidenti. O si trovano in luoghi di passaggio, difficili da mascherare con un mobile o un tappeto. Oggi tuttavia oltre alle soluzioni tradizionali, non sempre efficaci, esistono sul mercato prodotti ad hoc che, proprio come accade ormai per gli abiti, sono in grado di rimuovere ogni tipo di sporco, anche il più ostinato, e di riportare la bellezza originaria.

Pavimento macchiato dopo la posa

Quando operai e posatori lasciano il cantiere, il risultato dal punto di vista della pulizia lascia sempre un po’ a desiderare. Per la prima pulizia di fondo delle pavimentazioni, sia degli ambienti interni che degli spazi aperti di terrazzi e balconi, occorre allora un passaggio accurato con un prodotto professionale, che elimini sporco e incrostazioni senza rovinare subito le superfici. In genere questo tipo di preparati sono piuttosto potenti, pertanto bisogna fare attenzione che i rivestimenti non ne risentano, optando per un detersivo ad hoc per ogni materiale.

Macchie di ruggine

Il pavimento macchiato di ruggine, in particolare all’esterno, nei pressi di ringhiere e cancelli, è uno degli effetti più sgradevoli da vedere, poiché comunica immediatamente un senso di incuria. Questo tipo di aloni si pensa siano particolarmente difficili da rimuovere, eppure, se le macchie sono ancora  superficiali, è possibile eliminarle. Con i rimedi naturali – bicarbonato, limone, aceto – si ottengono dei buoni risultati solamente se la pavimentazione è particolarmente resistente. In caso di dubbio meglio allora utilizzare preparati pronti all’uso, capaci di reagire chimicamente con i residui ferrosi e di renderli facilmente asportabili. Tali soluzioni sono inoltre studiate per ogni tipo di pavimentazione ed evitano di rovinarne patina ed eventuale lucidatura.

macchie di ruggine

Macchie di olio

Se sui rivestimenti ceramici le gocce di olio o di grasso non arrecano danno, su materiali più porosi, come il cotto e la pietra naturale (ma anche le fughe tra piastrelle), tali materie prime possono depositarsi in modo antiestetico e definitivo. Le macchie fresche si possono velocemente rimediare depositandovi sopra uno strato di polvere assorbente (bicarbonato, amido, farina…) da spazzolare via prima di un normale lavaggio del pavimento. Quelle più vecchie – o semplicemente per essere sicuri del risultato finale – sono da trattare con smacchiatori industriali, in grado di formare patine assorbenti da rimuovere poi anche in tal caso con una spazzolata.

macchie di olio

Macchie organiche colorate

Caffè, the, vino, bevande colorate sono i nemici per eccellenza di divani, tappeti e pavimenti. Una pavimentazione di ceramica o di grès porcellanato risente quasi o nulla da un loro eventuale versamento, a meno che non si abbia a che fare con una superficie chiara e delicata, su cui potrebbero formarsi aloni,  o non si lasci a lungo la sostanza per terra prima di pulire. Nel primo caso basterà allora tamponare subito con della carta assorbente e in seguito passare un panno umido e lavare il pavimento. Gli smacchiatori professionali servono invece per i rivestimenti a media porosità come la pietra o le piastrelle dalla texture ruvida.

macchie di caffè

Pavimento macchiato da cera o silicone

La cera delle candele e il silicone possono essere rimossi meccanicamente grazie a una lametta o a una spatola dura, facendo però attenzione a non graffiare il pavimento. Il problema potrebbe essere l’alone rimasto. A seconda del tipo di superficie, in caso di cera si può provare ad agire con qualcosa di caldo – acqua, ferro da stiro con sottostante carta assorbente, phon… – o al contrario qualcosa di freddo (come il ghiaccio, ideale sul cotto) per riuscire a sciogliere e ad ammorbidire anche l’ultimo strato più ostinato. Più complicato il silicone, per il quale, dopo la raschiatura meccanica, è spesso necessario l’utilizzo di un solvente, di alcol o di un prodotto ad hoc.

macchie di cera

Smacchiatori per pavimenti FILA

  • Deterdek Pro è un potente disincrostante con tensioattivi, perfetto per smacchiare tutte le superfici che non si rovinino con agli acidi. Pensato per il primo lavaggio di piastrelle, grès, cotto a fine posa, riesce anche a rimuovere le efflorescenze saline, il calcare, i segni di ingobbio e la ruggine.
  • Norust è uno smacchiatore non acido – quindi delicato anche sul marmo – ad hoc per rimuovere le macchie di ruggine superficiali. La consistenza viscosa (dalla colorazione viola quando reagisce con la ruggine) aderisce alla superficie da trattare, agendo in breve tempo e semplificando le operazioni di pulizia.
  • Nospot rimuove le macchie di olio su ogni tipo di pavimentazione di pietra, cotto non trattato (o trattato con prodotti non filmanti), marmo, klinker, granito e cemento. Spruzzato sulla superficie da pulire agisce velocemente formando una patina bianca capace di catturare il grasso, semplice poi da rimuovere con una spazzolata e un panno umido.
  • SR95 è uno smacchiatore per le macchie organiche colorate (come quelle di vino, caffè, bevande gasate, the) su superfici a basso assorbimento: pietra naturale, anche con finitura lucida, grès porcellanato, piastrelle monocottura dalla superficie ruvida. Pronto all’uso, basta applicarlo, lasciarlo agire e rimuoverlo con una spugna.
  • Zerosil è in grado di rimuovere i residui di silicone, colla, nastro adesivo o vecchie etichette, oltre che di cera, catrame e schiuma poliuretanica. Adatto anche a marmo, pietra, fughe di rivestimenti, scioglie le macchie indurite in breve tempo. La spatola inclusa aiuta poi nell’operazione di rimozione dei residui. Pronto all’uso, ha una gradevole profumazione agli agrumi.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!