Parquet con posa incollata: come si fa. Guarda il video

La posa incollata del parquet può essere utilizzata sia per parquet prefiniti sia in massello. Ecco un video che in un solo minuto riassume gli step del lavoro che deve essere eseguito per la messa in opera di un pavimento in massello, poi levigato e verniciato.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 23/02/2016 Aggiornato il 01/09/2016
Parquet con posa incollata: come si fa. Guarda il video
Incollata, flottante e inchiodata: sono tre i principali tipi di posa del parquet, da scegliere in base alla tipologia e al formato degli elementi che lo compongono. Perché il risultato sia perfetto, è necessario preparare adeguatamente il supporto, cioè il piano di posa. Questo deve avere spessore uniforme e resistenza meccanica; deve essere inoltre privo di fessure, protetto dall’umidità, compatto, planare e pulito. Il controllo di tali requisiti deve essere effettuato da personale qualificato mediante appositi strumenti (come l’igrometro a carburo per l’umidità). Vediamo più da vicino la posa incollata: viene utilizzata sia per il parquet prefinito sia per i listelli in legno massiccio. Gli elementi vengono incollati direttamente al sottofondo.
Successivamente, una volta eseguite le operazioni di posa, si procede con levigatura, stuccatura e pulizia, i trattamenti di superficie. Non se è di tipo prefinito, però, perché in questo caso i vari passaggi sono già stati eseguiti industrialmente, in fabbrica.
A seguire poi…
Verniciatura: forma sul parquet una pellicola che ne protegge e/o decora la superficie. Vengono utilizzati minori o maggiori strati di vernice, a seconda che si desideri enfatizzare la naturalità del legno o aumentarne la resistenza al calpestio. Oggi sono preferite le formulazioni all’acqua, con minori emissioni di sostanze organiche volatili e non sono infiammabili.

Ceratura: mantiene l’aspetto naturale del legno e, poiché non ottura i pori, ne consente la continua traspirazione. Si impiegano cere trasparenti o leggermente colorate, fornite in pasta (per la finitura) e liquide (per la manutenzione). Si applicano in più strati, con spazzole o a rullo, per poi procedere con la lucidatura. Poiché il trattamento ha durata limitata, va ripetuto nel tempo.

Gli oli: sciolti in solventi organici o dispersi in acqua, gli oli impregnano il legno preservandone l’aspetto naturale e consentendone la traspirazione. Vengono applicati con pennelli o rulli “a saturazione”, in modo da colmare le porosità. Gli eccessi vengono poi rimossi con una spatola di gomma. L’operazione viene fatta seguire dalla lucidatura con una monospazzola.

Guarda il video di un esempio di posa incollata. Parquet di Marco Cristiani (www.cristiani.it) e colla di Mapei (www.mapei.it). Sotto, trovi la spiegazione.

Nel video, è rappresentata la posa incollata di un parquet in rovere Slavonia di Maro Cristiani, di 10 mm di spessore, larghezza 6 cm, lunghezza 30 cm, in tavolette grezze da levigare quando la colla Ultrabond Eco 902 2k di Mapei, ecologica a 2 componenti) risulta indurita. Questa colla essicca combinando il componente A con il componente B, non producendo vapore acqueo, come accade invece con quelle a dispersione acquosa, con il vantaggio che il legno non si deforma. La confezione è di 10 kg totali (9 kg di collante e 1 kg di catalizzatore). La colla viene viene miscelata un po’ alla volta e con la bilancia si controlla la percentuale del 10%. Viene stesa con la spatola apposita con denti di 5 mm e consente un incollaggio con spessore uniforme.  Dopo che si essicca, il parquet viene levigato con la macchina munita di carta vetra per eliminare eventuali dislivelli fra i vari listelli. Successivamente il pavimento viene stuccato con apposito prodotto (stucco oppure un impasto ottenuto mischiando vernice e segatura di legno. Successivamente viene di nuovo levigato leggermente e poi verniciato. Dopo qualche giorno, quando la vernice è ben asciutta si procede con una seconda mano.

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!