Casa su due piani: progetto & ristrutturazione totale

Una ristrutturazione, durata sei mesi, con le foto del "prima" e del "dopo", con i lavori seguiti step by step. Iniziamo dal tour virtuale della casa.
Architetto Clara Bona
A cura di Architetto Clara Bona, Monica Mattiacci
Pubblicato il 20/02/2020 Aggiornato il 26/03/2020
Casa su due piani: progetto & ristrutturazione totale

Ristrutturare la casa con clara bona

Per molte persone non è facile entrare in una vecchia casa – totalmente da ristrutturare – e riuscire a immaginarsela una volta perfettamente rinnovata, nel taglio degli ambienti e nelle finiture. Per non parlare di quanto possa essere difficile anche visitare una casa, arredata con un gusto totalmente diverso dal proprio, e coglierne comunque tutti gli aspetti positivi.

Se si ha già un architetto di fiducia, può essere una buona idea valutare di coinvolgerlo già nelle fasi iniziali, prima dell’acquisto dell’immobile, per avere il parere di un tecnico su alcune questioni. L’architetto infatti – dopo aver visionato la planimetria dello stato di fatto e avuto fatto un sopralluogo di persona – potrà valutare gli interventi da prevedere per valorizzare gli interni e la luminosità, ma anche per assicurarsi il numero di stanze e locali di servizio necessari. Le esigenze più frequenti riguardano per esempio la possibilità di unire soggiorno e cucina o all’opposto di ritagliare una cucina separata comoda e funzionale, oppure ricavare una stanza o un bagno in più, la lavanderia e la cabina armadio, oppure lo studio

 

ballatoi fioriti casa giallo milano

Seguiamo allora l’architetto Clara Bona nella visita virtuale di un appartamento ancora da acquistare, poi da lei progettato e seguito nei lavori di ristrutturazione.

palazzo giallo milano, vista dei terrazzi“Siamo in una casa su due piani, nel centro cittadino, di circa 170 mq. L’appartamento occupa gli ultimi due piani di una tipica casa milanese, che gira intorno a una corte percorsa da tanti ballatoi, con le facciate dipinte con il classico colore “giallo Milano”.

L’abitazione era stata ristrutturata internamente negli anni ‘80 e si presentava tutto sommato in ordine, ma quando l’abbiamo visitata con la futura padrona di casa abbiamo subito rilevato il soggiorno con le pareti a gradoni prima della ristrutturazionecome le sue caratteristiche interne non corrispondessero per nulla ad esigenze estetiche e funzionali attuali. C’erano pedane, gradini, controsoffitti, “pareti gradonate… ” , e l’ingresso era un po’ buio e angusto. Tutte caratteristiche che determinavano uno stile molto superato, come si può vedere dalle foto del “prima”.

 

Foto della casa prima dell’acquisto e dei lavori

  • il soggiorno con le pareti a gradoni prima della ristrutturazione
  • la sala con il camino e parete a gradoni prima dei lavori
  • la camera nel sottotetto prima della ristrutturazione
  • la sala prima dei lavori
  • disimpegno prima della ristrutturazione
  • la sala da pranzo prima della ristrutturazione
  • l'ingresso prima della ristrutturazione
  • l'ingresso e la scala prima della ristrutturazione
  • un bagno prima della ristrutturazione
  • altro bagno prima della ristrutturazione
  • la scala prima della ristrutturazione

Se la casa era datata nella distribuzione, però, c’erano anche molti dettagli interessanti, anche se da valorizzare. Prima di tutto, tre piccoli terrazzi, di cui ci siamo innamorate a prima visita. Uno è un semplice ballatoio, tipico di queste case, che corre davanti alla cucina. Al piano sopra ci sono invece due terrazzi, uno mini davanti allo studio e uno più grande. Si trattava di una casa “mossa”, molto articolata, con tante stanze di piccole dimensioni. Dopo una valutazione in pianta e dopo aver visto che ci poteva stare tutto quello che serviva, la casa è stata acquistata.

il cortile del palazzo

Il cortile del palazzo

Dopo l’acquisto, bisognava pensare prima al progetto e poi passare alla ristrutturazione, che è stata totale ed è durata 6 mesi. I lavori hanno toccato tutti i punti possibili: la costruzione di una nuova scala, la demolizione totale delle pareti esistenti, la ricostruzione dei nuovi ambienti, il cambiamento di tutti gli infissi e degli impianti. Un intervento lungo e impegnativo, che ha completamente trasformato l’immagine e la distribuzione della casa.

Le scelte stilistiche sono state pensate per una casa moderna ma con caratteristiche speciali, quasi tutte studiate su misura: pareti vetrate, boiserie con specchi, un vecchio camino in ghisa, parquet posato a spina francese, colori e carte da parati. Uno stile contemporaneo ma con un occhio alla tradizione. Ecco la piante del prima e dopo.

  • pianta piano terzo stato di fatto
  • pianta piano terzo stato di progetto

Nelle piante, la casa prima e dopo i lavori di ristrutturazione. Il nuovo progetto ha dovuto conservare i muri portanti, ma ha potuto modificare le altre pareti. Il livello inferiore, al terzo piano (a destra sopra) è stato suddiviso tra una grandissima zona giorno (con ingresso, living, sala da pranzo e cucina) e la camera con bagno privato per il figlio. 

  • Planimetria piano con zona notte, prima dei lavori di ristrutturazione
  • Planimetria progetto piano con zona notte, prima dei lavori di ristrutturazione

Il piano superiore (foto qui sopra), il quarto, è per i genitori: camera padronale, bagno, studio e guardaroba, con i due terrazzi.

Nel prossimo articolo vedremo la prima fase dei lavori: quella delle demolizioni. Ma se siete curiosi potete intanto dare un’occhiata a come la casa diventerà sfogliando la gallery”.

Foto dopo la ristrutturazione

  • soggiorno con camino e specchio
  • soggiorno con libreria e chaise-longue
  • soggiorno con libreria e chaise-longue altra vista
  • divano con quadro
  • camera matrimoniale con carta a parati dietro al letto
  • camera matrimoniale vista frontale
  • studio con divano letto in più
  • bagno lavabo

Progetto di interior design e foto: architetto Clara Bona

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.58 / 5, basato su 12 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!