Riscaldamento a pavimento Viessmann, ideale anche per raffrescare

L’impianto di riscaldamento a pavimento diffonde il calore in modo omogeneo, assicurando il massimo comfort in casa. Si può installare anche nel caso di ristrutturazione senza smantellare le pavimentazioni esistenti e si può scegliere una versione utilizzabile anche per il raffrescamento estivo.

Contenuto sponsorizzato

Il sistema di riscaldamento a pavimento, detto anche a pannelli radianti, è la soluzione ideale per chi trascorre molto tempo in casa e desidera un comfort omogeneo nelle varie stanze. Con il pavimento radiante la trasmissione del calore avviene per irraggiamento dal basso verso l’altro; dato che la superficie che trasmette calore è ampia, è possibile impostare la temperatura dell’impianto su valori inferiori rispetto ad un impianto tradizionale, risparmiando così sui costi per l’energia.

Ecco i principali vantaggi del pavimento radiante:

1. Comfort: la temperatura è uniforme in tutta la casa, ed è piacevole stare a piedi nudi;

L’impianto di riscaldamento a pavimento diffonde in modo uniforme il calore in estate, ma anche il fresco in estate, assicurando il massimo comfort in casa.

L’impianto di riscaldamento a pavimento diffonde in modo uniforme il calore in estate, ma anche il fresco in estate, assicurando il massimo comfort in casa.

2. Più spazio in casa, in quanto si eliminano radiatori e ventilconvettori

3. Meno polvere nell’aria dei vari locali. La tecnologia del sistema radiante si basa sul concetto di riscaldamento per irraggiamento e non per convezione; l’aria risulterà quindi più pulita in quanto sprovvista di polvere.

4. Risparmio in bolletta: l’impianto di riscaldamento a pavimento richiede una temperatura dell’acqua più bassa (30-40 °C) rispetto ai termosifoni (70-80 °C). Si integra quindi perfettamente con generatori che funzionano con basse temperature di esercizio – caldaie a condensazione, pompe di calore o caldaie a pellet, consentendo di risparmiare fino al 25% sui consumi energetici.

L’impianto di riscaldamento a pavimento collegato ad una caldaia a condensazione, a una pompa di calore oppure a una caldaia a legna o pellet consente di ridurre i costi energetici fino al 25%

L’impianto di riscaldamento a pavimento collegato ad una caldaia a condensazione, a una pompa di calore oppure a una caldaia a legna o pellet consente di ridurre i costi energetici fino al 25%

5. Utilizzabile anche per raffrescare in estate: Viessmann offre impianti a pannelli radianti utilizzabili anche per raffrescare gli ambienti, oltre che per riscaldarli. Con un impianto a pavimento di questo tipo non si ha più bisogno del condizionatore, per un ulteriore risparmio sui consumi e sui costi energetici.

6. Ideale anche nel caso di ristrutturazioni: la gamma Viessmann comprende anche impianti radianti specifici per ristrutturazioni. Si tratta di pannelli ribassati che possono essere posati sulla pavimentazione già esistente in casa; l’ingombro complessivo dell’impianto finito, compreso il massetto, può essere anche di soli 17 mm, e questo consente di installare questa tipologia di impianto senza dover smantellare la casa.

Il pannello radiante Super di Viessmann è ideale per ristrutturazioni: estremamente semplice da posare, ha una notevole resa termica e un’elevata resistenza meccanica

Il pannello radiante Super di Viessmann è ideale per ristrutturazioni: estremamente semplice da posare, ha una notevole resa termica e un’elevata resistenza meccanica

Riscaldamento a pavimento: quanto si può risparmiare in bolletta

Prendiamo il caso di una famiglia di 4 persone che vive in una villetta singola in provincia di Milano. Nell’abitazione è installato un impianto a radiatori collegato a una caldaia a gas tradizionale da 24 kW. Per soddisfare il suo fabbisogno energetico la famiglia consuma ogni anno circa 1.000 m³ di gas, per una spesa pari a 850 euro l’anno.

La semplice sostituzione della vecchia caldaia con una caldaia a condensazione di ultima generazione permetterebbe alla famiglia di ottenere un risparmio sui consumi energetici di almeno il 20%, che possiamo quantificare in circa 170 euro all’anno in meno in bolletta.

A ciò vanno aggiunte le agevolazioni fiscali previste dall’Ecobonus: nel caso di sostituzione con una caldaia a condensazione con termoregolazione evoluta si può recuperare fino al 65% della spesa iniziale.

Se, in fase di riqualificazione energetica, la famiglia decidesse di intervenire sostituendo anche i vecchi radiatori con un moderno impianto a pavimento, il risparmio nei consumi salirebbe ad almeno il 35%, corrispondenti a circa 300 € all’anno.

  • Consumo medio per famiglia di 4 persone = 850 euro/anno
  • Risparmio con Caldaia a Condensazione =  -20% (170 euro)
  • Caldaia a Condensazione + Riscaldamento a Pavimento = – 35% (300 euro)
Impianto radiante completo da Viessmann

Viessmann offre una gamma completa di pannelli radianti: alle soluzioni tradizionali si affiancano versioni particolarmente efficienti a bassa inerzia termica, versioni a parete e a soffitto e versioni ribassate per ristrutturazioni. La proposta di Viessmann si estende anche a tutti i componenti necessari per la realizzazione di un sistema radiante completo, ponendosi quindi come interlocutore unico per un impianto che funziona in modo assolutamente efficiente. L’integrazione con un generatore di calore Viessmann – una caldaia a condensazione Vitodens, una pompa di calore Vitocal oppure una caldaia a legna o pellet Vitoligno – rappresenta la soluzione ideale per un effettivo risparmio sui costi energetici.

 

image002

Contenuto sponsorizzato