Una cameretta poetica e funzionale, pensata per il bimbo che cresce

Come scegliere finiture e colori della cameretta? Seguite passo passo la trasformazione di questo ambiente, dall'inizio dei lavori alla fase finale, con soluzioni e finiture curate nel dettaglio. Ce la racconta l'architetto Clara Bona.

Architetto Clara Bona
A cura di Architetto Clara Bona, Monica Mattiacci
Pubblicato il 14/03/2019 Aggiornato il 14/03/2019
cameretta con tappezzeria disegno botanico e gabbiette uccellini

Ristrutturare la casa con clara bona

Soprattutto se la cameretta ha dimensioni contenute (come spesso si verifica con le stanze dei bambini, specie nelle case di città), la sfida del progetto di interior design è proprio quella di valorizzare l’ambiente nonostante qualche limite, più o meno rilevante. Via libera quindi alla creatività, al colore, alle carte da parati

Nella cameretta di  questo appartamento, di cui vi abbiamo già raccontato i lavori in soggiorno e cucina, abbiamo proprio deciso di “esagerare”, con l’obiettivo di renderla il più bella possibile. Il punto di partenza presentava alcuni vincoli, come la pianta irregolare, la parete obliqua, le nicchie di fianco alle finestre…

Pianta cameretta

 

A partire dalla carta da parati…

La prima idea per rendere la cameretta davvero speciale è stata quella di scegliere una carta da parati originale, con un soggetto capace di catalizzare da un lato l’attenzione dei più piccoli e dall’altro di affascinare i più grandi: la scelta è caduta su una tappezzeria dal delicato motivo botanico con gabbiette di uccellini, un disegno che ci ha conquistato al primo sguardo (Cole&Son, www.cole-and-son.com). 

Cameretta durante i lavori con tappezzeria appena posata

 

Una volta deciso il rivestimento della parete “protagonista”, tutto il resto è stato pensato di conseguenza. Di lato alle finestre, c’erano due piccole nicchie: per lo sfondo di queste rientranze, si è optato per un’altra carta da parati, questa volta a pois rosa su fondo bianco.

nicchia con mensole e tappezzeria cameretta bimba

 

Abbinare fantasie e colori

Accostare con successo due fantasie diverse non è semplice, serve qualche dritta: i colori devono essere “compatibili”, avere elementi comuni, ma solo questo non basta. Per un effetto equilibrato, per esempio, se una delle due carte ha una grafica dall’impatto evidente (quella con le gabbiette di uccellini), l’altra è meglio che sia più soft e neutra, magari con disegno dal motivo delicato e di dimensioni contenute (come quella bianca con i pois).

Una volte rivestite le rientranze di fianco alle finestre gemelle con la seconda carta da parati, le nicchie sono state attrezzate con mensole su misura in laccato bianco, perfette per sistemarvi libricini, giochi, peluche, e trasformate così in elementi d’arredo raffinati e sobri, ma d’appeal anche per i bambini.

lettino bimba nicchia con mensole tende pacchetto

Cameretta, spazio in divenire

Quando si progetta la cameretta, spesso i proprietari della casa si pongono il problema di doverla presto modificare, non appena il bambino cresce. Per questo abbiamo cercato una soluzione che andasse bene ora e anche nel futuro: ho quindi deciso di sfruttare lo spazio sotto la finestra, sistemandoci il lettino, una soluzione tanto funzionale (anche grazie alla scelta di un modello su ruote) quanto provvisoria, perché poco più in là è stato già previsto il “vero” letto da grande”. Anche se la bimba dorme ancora nel suo lettino perché è piccola, si rivela utilissimo avere nella stanza un divano, che risulta comodo per giocare, per ospitare la baby-sitter o per un ospite. L’ho fatto realizzare su misura dal tappezziere, per poterlo inserire alla perfezione nello spazio contenuto. Per il tessuto, io e la proprietaria abbiamo valutato o un rosa cipria e un verde brillante che ricordasse i prati; per evitare un effetto troppo lezioso, ha vinto il secondo (e il risultato mi piace davvero molto!), scelto in due tonalità diverse per struttura e copriletto, le stesse che ritroviamo nella tappezzeria

Un’altra chicca per la cameretta: il vecchio armadio per i vestitini

Come armadio, nella cameretta è stato riutilizzato un vecchio modello in legno con vetri, che nella casa precedente era utilizzato in studio: con vestitini appesi e ripiani, è pratico e aggiunge un tono diverso all’insieme, più personale.

vecchio armadio in legno perla cameretta della bimba

 

Per completare il tutto, è bastato aggiungere un lampadario fiabesco: la Voliere è una leggerissima gabbietta in ottone con uccellini, farfalle… Deliziosa e poetica, perfetta non solo nella camera di una bimba. Ammetto: la vorrei anche in camera mia.

cameretta letto verde tappezzeria gabbia uccellini

 

Progetto di interior design e foto: architetto Clara Bona, Studio 98, www.studio98.it 

Clara Bona nella cameretta con tappezzeria disegno botanico e gabbiette uccellini

Gallery: la “metamorfosi” della cameretta, prima dei lavori e alla fine dell’intervento 

Nelle prossime settimane, sul nostro sito altri “retroscena” dei lavori effettuati in questa casa, con altre immagini del cantiere e tante soluzioni da copiare. In particolare, vedremo la camera matrimoniale.

Su Cose di Casa di marzo 2019, trovi tutte le foto della casa, piante, nomi degli arredi e indirizzi utili!

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!