Scegliere il portone per il garage

Personalizzabile con svariati accessori e finiture, il portone per il garage - basculante o sezionale - è sempre più “su misura”.

Nicoletta De Rossi
A cura di Nicoletta De Rossi
Pubblicato il 23/04/2019 Aggiornato il 24/04/2019
Scegliere il portone per il garage

Sezionale o basculante? Sono queste le tipologie d’apertura più comuni per il portone per il garage.

Se davanti al garage lo spazio è limitato o se l’apertura è molto ampia, l’ideale è il portone sezionale formato da un’anta, composta di sezioni orizzontali, che scorre verso l’alto su guide verticali e si allinea al soffitto del garage. Una volta aperta, l’anta si nasconde completamente. Vi sono anche portoni sezionali che scorrono in orizzontale. Nei modelli basculanti l’anta è agganciata lateralmente a guide fissate al muro e si apre a compasso sollevandosi verso l’esterno: una volta aperta, si ritrova parallela al soffitto interno del garage, quindi questo tipo di apertura ha bisogno di maggior spazio di quello sezionale.

Scelta la tipologia di apertura, si può personalizzare il portone a piacere, scegliendo tra molte finiture, alcune delle quali riproducono fedelmente l’effetto legno o l’effetto metallico, e svariati colori che siano adatti alla facciata dell’abitazione, tanto che alcuni portoni per esempio non si distinguono quasi dal resto della parete.  

In lamiera d’acciaio, acciaio, alluminio o legno, i portoni per il garage, oltre a essere dotati di dispositivo anticaduta contro la chiusura accidentale, devono rimanere in posizione stabile e resistere al carico del vento. Molti sono i modelli motorizzati, anch’essi sicuri e stabili.

Quando si sceglie un nuovo portone per il garage, è bene informarsi anche del livello di coibentazione, perché nei portoni con un basso valore di trasmittanza, si disperde meno il calore all’esterno del garage.   

Gallery

Il portone per il garage basculante MyFusion di Ballan si adatta a qualsiasi misura di garage grazie a tre diverse strutture. Ha bordi arrotondati ed è dotato di automazione brevettata. La resistenza al carico del vento è in classe 3, inoltre assicura un’ottima efficienza termica. La finitura può essere liscia, goffrato stucco e goffrato legno. I pannelli sandwich sono assemblati singolarmente con giunzioni termoplastiche che permettono di isolare termicamente la facciata interna da quella esterna. Prezzo su richiesta. www.ballan.com

Il telaio zincato in speciali tubi rettangolari e i sostegni orizzontali garantiscono un’ottima stabilità al portone per garage basculante Berry di Hörmann. È proposto in acciaio – in verniciatura classica e in due motivi Decograin con effetto simil-legno – e in legno massiccio naturale, con tavole profilate in abete nordico o hemlock. I modelli in acciaio sono disponibili con cassettoni o grecature verticali, orizzontali, a spina di pesce o a larghi pannelli. Quelli in legno possono avere profili in orizzontale, verticale, a spina di pesce o a rombo. È anche possibile inserire una finestratura. Vi si possono abbinare due tipologie di motorizzazione: ProMatic o Supramatice, entrambe dotate di sistema Bisecur. Prezzo su richiesta. www.hormann.it

Ha design minimale il portone per il garage sezionale Persus di Breda disponibile in diverse misure che possono arrivare fino a 3,5 metri d’altezza e 6 metri di larghezza. È dotato di luce a LED inserita nella slitta motore ed è abbinato ai motori a traino Breda. Il sistema Lock impedisce i tentativi di forzatura. Disponibile in svariate finiture anche con disegni speciali. Prezzo su richiesta. www.bredasys.com

Il portone basculante per garage “salvaspecchietti” di Officine Locati grazie alle guide di soli 4 cm consente di aumentare il passaggio. È in acciaio zincato, eventualmente verniciato a forno con polveri epossidiche in tinta RAL, in versione sia manuale sia motorizzata. Prezzo su richiesta. www.officinelocati.com

Si mimetizza perfettamente con la parete il portone per il garage basculante Invisible di De Nardi. La versione standard raggiunge un valore di trasmittanza K di 1,3 W/mq, che scende a 1,1 W/mq con l’aggiunta dell’ulteriore coibentazione interna. La finitura esterna è realizzata direttamente in cantiere in loco, secondo le caratteristiche della facciata dell’edificio. Il rivestimento interno può essere in legno Okoumè o in lamiera grecata, verniciato con diverse tinte a scelta. Prezzo su richiesta. www.denardi.it

Freebox di Dierre è un portone sezionale per garage con pannelli snodati che scorrono su guide laterali e a soffitto, riducendo così l’ingombro in movimento dell’anta. Disponibile in versione Linear e Personal, è personalizzabile a richiesta con motorizzazione, finestrature, maniglia incassata a filo anta, porta pedonale interna al sezionale e pannello della porta pedonale esterna coordinato. Diverse sono anche le finiture e le colorazioni dei pannelli che si possono scegliere tra tutte le tonalità della scala RAL. Prezzo su richiesta. www.dierre.it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!