Porte a scomparsa: 30 anni di Eclisse

Alcune innovazioni nel settore dei controtelai per porte a scomparsa hanno davvero segnato una svolta. Vae la pena ricordarle insieme al compleanno dell'azienda che le ha messe a punto.

Monica Mattiacci
A cura di Monica Mattiacci
Pubblicato il 20/01/2019 Aggiornato il 20/01/2019
controtelaio eclisse porte a scomparsa 30 anni dell'azienda

Dal binario estraibile al controtelaio per porte a scomparsa che permette il passaggio dei cavi elettrici: sono solo due delle imprescindibili soluzioni firmate da Eclisse che hanno migliorato le caratteristiche delle porte scorrevoli interno muro e moltiplicato le possibilità di inserimento di questa tipologia di serramento là dove si pensava di doverlo escludere.

A 30 anni dalla nascita di Eclisse, la famiglia De Faveri festeggerà questo importante traguardo con l’inaugurazione della nuova sede di via Giovanni Pascoli sempre a Pieve di Soligo, un polo di oltre 20 mila quadri che andranno ad aggiungersi ai 14 mila esistenti, dove ancora oggi viene svolta la produzione di un prodotto 100% made in Italy, ovvero controtelai per porte a scomparsa, le strutture metalliche che permettono al serramento di scorrere e scomparire all’interno del muro.

Evoluzione di un piccolo laboratorio artigiano degli anni Sessanta, Eclisse viene fondata 1989, diventando prima un punto di riferimento dell’industria veneta e poi un successo italiano e internazionale del settore.   

L’idea di partenza era perfezionare e accessoriare il sistema per renderlo riproducibile su larga scala con un elevato livello di prestazioni, in grado non solo di risolvere un problema di spazio, ma anche di aumentare il comfort e il piacere di vivere in un’abitazione.

Determinazione, duro lavoro, attenta gestione amministrativa e finanziaria conducono alla creazione di una realtà imprenditoriale solida che investe nella ricerca e nell’innovazione del prodotto. Da qui prende le mosse anche l’espansione verso l’estero, attraverso l’apertura nel 1994 della prima consociata a Quimper, in Francia.

barra controtelaio porte a scomparsa eclisse

“L’ascolto e la soddisfazione del cliente sono il presupposto del nostro lavoro. Ogni particolare del controtelaio è stato studiato per dare un valore aggiunto, un vantaggio concreto agli installatori e facilitare il loro lavoro, e agli utilizzatori per differenziare la nostra offerta”. Così Luigi De Faveri spiega la volontà che da sempre contraddistingue Eclisse di non volersi limitare a fare quello che fanno gli altri, ma spingersi continuamente oltre nella ricerca e nell’innovazione del prodotto.

“In primis, il mio obiettivo è stato quello di facilitare la fase d’installazione attraverso dettagli esclusivi che agevolassero la posa in opera in cantiere, situazione in cui notoriamente le condizioni non sono sempre ottimali”. È il caso del profilo sottoporta a strappo che consente la correzione di differenze di quota tra pavimento e controtelaio, oppure della rete zigrinata un accorgimento che migliora l’aderenza dell’intonaco alla rete del telaio.

Binario-estraibile controtelaio porte a scomparsa eclisse

Tra i brevetti Eclisse più conosciuti, il binario estraibile (ovvero la possibilità di intervenire direttamente sulla sede di scorrimento per poter installare accessori); il modello di controtelaio predisposto per il passaggio di cablaggi elettrici (interruttori e prese di corrente nel muro che contiene il controtelaio) e quello che consente di appendere sulla stessa parete mensole e contenitori.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!