Nuovo riscaldamento in poco tempo e usufruendo del superbonus, con miglioramento di due classi energetiche

48 ore sono state sufficienti per aggiornare il sistema di riscaldamento di una villa nella campagna marchigiana, usufruendo anche del Superbonus 110%. Installati impianto fotovoltaico e pompa di calore.
Floriana Morrone
A cura di Floriana Morrone
Pubblicato il 20/11/2020 Aggiornato il 20/11/2020

Un intervento di riqualificazione concentrato sull’aggiornamento del sistema per il riscaldamento di una villa in campagna ha richiesto solo due giorni di lavori. A Fermo, nelle Marche, il progetto ha previsto l’inserimento di un impianto fotovoltaico e la sostituzione di una caldaia tradizionale con una a condensazione in abbinamento a una pompa di calore, in modo da ottenere riscaldamento e acqua calda sanitaria anche grazie al sole; una soluzione che permette di usufruire delle agevolazioni fiscali comprese nel recente Superbonus 110%.

Immagine villa pompa di calore Daikin

Nello specifico, la villa è distribuita su 300 metri quadrati e sulla copertura è stato installato un impianto fotovoltaico da 5kW di potenza composto da 19 moduli da 270W ciascuno, abbinato a un sistema di accumulo e a un sistema ibrido. Grazie alla collaborazione con Fotovoltaico Semplice, la realizzazione del progetto ha richiesto soli due giorni lavorativi. In 48 ore sono dunque stati installati i pannelli fotovoltaici di Quantico, con vetro ad alta trasmittanza e resistente agli eventuali danni della grandine. Secondo quanto comunicato da Fotovoltaico Semplice, inoltre, “i pannelli presentano uno speciale trattamento nanotecnologico, che conferisce alla superficie captante la proprietà di ‘addensare’ lo sporco e il calcare, non limitandone la resa e semplificando le periodiche operazioni di pulizia e manutenzione”. Per quanto riguarda l’accumulo dell’energia prodotta, viene usata una batteria al litio di Varta; una soluzione che consente di utilizzare l’energia per attivare le utenze o la pompa di calore anche nelle ore serali. 

La nuova caldaia a condensazione (Daikin Rotex), utile per il sistema di riscaldamento e per produrre acqua calda sanitaria, lavora in abbinamento con la pompa di calore e ha permesso – grazie alle sue particolari caratteristiche tecniche – di mantenere i radiatori esistenti ad alta temperatura.

L’intervento completo, chiavi in mano, è costato 27.490 euro (Iva esclusa) e permette di abbattere del 70% i costi di luce e gas, migliorando contestualmente di due classi energetiche l’immobile per così poter accedere agli sgravi previsti dal Superbonus 110%.

Pannelli Quantico Fotovoltaico Semplice

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!