Mosaico in mille sfaccettature a Cersaie 2016

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 01/10/2016 Aggiornato il 10/10/2016

Rivestimento di grande pregio, è da sempre anche un elemento decorativo che cattura lo sguardo: in Fiera a Bologna, i nuovi mosaici trasformano intere pareti con vere e proprie composizioni artistiche, inediti accostamenti di forme e finiture diverse, effetti materici di ogni genere. Tra le proposte, tessere di dimensioni ancora più ridotte, anche meno di un centimetro di lato.

Mosaico in mille sfaccettature a Cersaie 2016

Tra arte e tecnologia, tradizione artigianale e sofisticati sistemi di progettazione digitale, i mosaici – in vetro o in materiale ceramico – mostrano al Cersaie tutto il fascino di un rivestimento dalle origini antichissime, in grado oggi di rinnovarsi in tanti modi differenti. Le tessere si uniscono in figure sempre più elaborate, adatte per decorare, come murales, anche grandi o grandissime superfici: si moltiplicano le possibilità di personalizzare la scelta in base ai gusti e allo spazio disponibile.
Le collezioni presentate da Bisazza propongono motivi realizzati in collaborazione con designer quali Alessandro Mendini, Ferruccio Laviani e Kiki van Eijk. Le composizioni floreali, che da lontano sembrano quadri a tutta parete, devono il loro effetto d’insieme anche ai contrasti ottenuti accostando tessere ton sur ton che disegnano sfumature e ombre attraverso i loro contrasti soft. Non meno determinante è l’utilizzo di elementi in vetro con finitura lucida e opaca accostati tra loro. che, grazie al gioco dei riflessi, danno tridimensionalità alle superfici, rendendo i contorni tenui come in una pittura a pastello. Tinte decise, invece, e sagome ben definite nelle collezioni geometriche di Bisazza ispirate ai mosaici antichi e ai tessuti tradizionali.
Ma anche superfici più piccole si possono trasformare con un mosaico dai tratti meno convenzionali: magari con miscele di tessere quadrate e rettangolari alternate; oppure scegliendo una posa degli elementi che imita l’effetto di un muro in mattoni o della pietra per avere una parete caratterizzata da leggere irregolarità e rilievi; o ancora, un mosaico con finitura che richiama la lucentezza del rame e di altri metalli. Sono alcune delle proposte di Vitrex Mosaici, dove il vetro assume infinite sembianze.
Fap Ceramiche presenta nella sua collezione in gres porcellanato Maku Mosaic, un mosaico ceramico di forte impatto estetico e decorativo (gli elementi che contengono le tessere misurano 30,5 x 30,5 cm), caratterizzato da ricercate imperfezioni che vengono valorizzate, anziché nascoste, da una stuccatura ad hoc. 

 

  • Mosaico effetto pietra di Vitrexmosaici
  • Mosaico Rosso/ramato Mix di VitrexMosaici
  • Albert Yellow di Bisazza, design Ferruccio Laviani
  • Pannello Collane, di Bisazza, edizione limitata, realizzato a mano, design Maison Emilio Pucci
  • Springrose Nero di Bisazza
  • ​Pannello Fontana di Bisazza, edizione limitata, realizzato a mano, design Maison Emilio Pucci.
  • Mosaico effetto pietra di VitreMosaico
  • Maku Mosaic di Fa Ceramiche
  • Industry Amber di Bisazza, design studio Job
  • Bouquet di Bisazza
  • Granada Bianco di Bisazza, design Alessandro Mendini
  • André Blanc di Bisazza, design Ferruccio Laviani
  • Ferrara Oro Giallo di Bisazza, design Alessandro mendini
  • Calystegia Design di Bisazza, design Kiki van Eijk