Meglio una stufa o un caminetto? Qualche consiglio per fare la giusta scelta

Con l'arrivo dell'inverno nasce l'esigenza di dare un tocco di eleganza e di calore alla propria casa. Cosa scegliere tra stufa e caminetto?

Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 28/10/2018 Aggiornato il 28/10/2018
Meglio una stufa o un caminetto? Qualche consiglio per fare la giusta scelta

Con l’arrivo dei primi freddi cresce la voglia di riscaldare casa, e la domanda che in molti si fanno è quale sia la scelta migliore tra caminetto e stufa. Per rispondere a questa domanda, è bene prima valutare bene di cosa si ha realmente bisogno.

Il lato estetico

La scelta tra caminetto e stufa spesso viene condizionata dal fattore estetico e si tende a pensare che il camino sia più adatto per i progetti di design, mentre la stufa ad abitazioni in cui si punti su performance di riscaldamento. In realtà con un camino moderno, il bisogno estetico è assolutamente soddisfatto, così come anche l’ottimale riscaldamento; e anche per le stufe non è scontato che siano meno belle da vedere dei camini.

Stufe, più economiche

A parte il fattore estetico, a guidare la scelta può essere il lato economico. Il costo unitario inferiore è uno dei principali motivi del grande successo che stanno avendo le stufe in questi anni. Trattandosi di un oggetto freestanding, la stufa costa intorno ai 2000/2500 euro, installazione compresa, mentre un caminetto, tra posa e rivestimento, può costare decisamente di più.

Per installare il camino, occhio ai vincoli strutturali

Non vanno dimenticati poi i vincoli strutturali che concernono l’installazione di un caminetto. Per  funzionare correttamente e garantire un perfetto tiraggio, il camino ha bisogno di una canna fumaria importante. Se esistono limiti strutturali, come ad esempio soffitti bassi o vincoli nella sezione della canna fumaria, installare un caminetto può davvero essere tecnicamente impossibile.

Altri elementi di raffronto tra camino e stufe – 

La stufa, specialmente quella a pellet, è invece sicuramente più versatile da questo punto di vista e si può installare facilmente anche in mansarda o in condominio. Uno dei vantaggi delle stufe, soprattutto quelle a pellet, è che sono totalmente automatizzate. Il camino a legna richiede invece un’attenzione costante per alimentare il fuoco. Il limite può essere superato con un camino alimentato a pellet, che riesce a riprodurre una fiamma di una bellezza paragonabile a quella della legna, ma con una manutenzione ridotta, tanto quanto nelle stufe.

In conclusione, possiamo dire che non esiste a priori una soluzione migliore tra stufa e caminetto, la scelta dipende esclusivamente dall’attenta valutazione della situazione di partenza, delle diverse necessità nonché dello stile di vita.

MCZ: Termocamino frontale a pellet ad aria calda forzata, in acciaio, con focolare in ghisa

MCZ: Termocamino frontale a pellet ad aria calda forzata, in acciaio, con focolare in ghisa

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!