Interruttori sulle porte a scomparsa? Non c’è problema

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 19/03/2019 Aggiornato il 19/03/2019

Si può mettere un punto luce sulla parete dove c'è una porta a scomparsa? Nessun problema, a patto di scegliere alcuni modelli speciali.

Interruttori sulle porte a scomparsa? Non c’è problema

L’illuminazione di una stanza ne determina l’atmosfera, rendendola più calda e accogliente o, al contrario, più tecnica e moderna. La distribuzione esatta dei punti luce viene determinata dal tipo di utilizzo dell’ambiente (una cucina avrà esigenze diverse rispetto ad una sala TV) e dalla posizione degli arredi. C’è ancora chi pensa che scegliere una porta a scomparsa costituisca un limite al posizionamento dei punti luce. E invece si sbaglia.

In presenza di una porta a scomparsa si possono adottare soluzioni diverse. La prima consiste nell’aumentare lo spessore della parete sul fianco del controtelaio, in modo tale da avere lo spazio necessario per inserire anche i punti luce e le prese di corrente. Questa soluzione, oltre ad aumentare i costi del muratore, porterà ad avere uno spessore parete maggiore, pari a circa 18 cm.

La seconda soluzione consiste nello scegliere un controtelaio predisposto per il passaggio di cablaggi elettrici. La ricerca ECLISSE ha sviluppato un brevetto esclusivo sulla struttura del controtelaio, in modo tale che questo possa accogliere il passaggio di cablaggi al suo interno. In questo modo interruttori, prese e dimmer saranno sempre a portata di mano e vicino al foro porta.

Perché scegliere un controtelaio di questo tipo

  • non servono batterie o scomodi comandi in radiofrequenza
  • nessun costo extra per la predisposizione degli impianti
  • nessuna limitazione al collocamento dei punti luce sulla parete.

Due sono le linee di prodotto ECLISSE predisposte per il passaggio dei cablaggi elettrici: la prima per porte scorrevoli con finiture esterne (ECLISSE Luce), la seconda per porte senza stipiti e cornici (ECLISSE Syntesis Luce). In questo modo non si avrà alcun vincolo di illuminazione e si potrà avere a portata di mano interruttori e prese.

La speciale struttura interna del controtelaio permette di avere lo spazio necessario per il passaggio dei cavi elettrici, consentendo il posizionamento di fino a 10 scatole elettriche, 5 da un lato e 5 dall’altro di ogni anta. Lo spessore complessivo della parete sarà in entrambi i casi pari a 15 cm.

Nessun limite nemmeno nelle dimensioni, con la possibilità di coprire luci di passaggio extra large fino a 2600 mm in altezza per ECLISSE Luce e 2700 mm per ECLISSE Syntesis Luce.

Gallery

ECLISSE_LUCE_controtelaio_predisposto_per_punti_luce_parete_intonaco

ECLISSE Luce, controtelaio per le porte con stipiti che prevede il passaggio di cablaggi.

ECLISSE_LUCE_controtelaio_con_punti_luce_parete_in_cartongesso

ECLISSE Luce permette di posizionare fino a 5 punti luce per anta.

ECLISSE-Syntesis-Luce_versione_a_doppia_anta

ECLISSE Syntesis Luce, controtelaio per le porte senza stipiti. Versione a doppia anta.

ECLISSE_Syntesis_Luce_dettaglio_struttura_controtelaio

La particolare struttura del controtelaio permette il passaggio di cavi elettrici. Disponibile sia per per pareti in muratura che in cartongesso.

ECLISSE_Luce_porta_a_scomparsa_con_interruttori

Con i controtelai predisposti per il passaggio di cablaggio, gli interruttori sono sempre vicini al foro porta.