Bonus risparmio energetico, ecco le scadenze per lavori in condominio

Tutte le proroghe per i lavori di risparmio energetico sui condomini introdotte dalla legge di stabilità 2014.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 29/01/2014 Aggiornato il 29/01/2014
Bonus risparmio energetico, ecco le scadenze per lavori in condominio

Prorogata la detrazione al 65% per lavori di risparmio energetico con scadenze diverse per interventi su parti comuni di condomini. Vediamo quali sono.
La legge di stabilità 2014, la legge n. 147 del 2013 ha prorogato gli ecobonus sulla casa, la detrazione Irpef al 50% per lavori di ristrutturazione edilizia, quella al 65% per interventi di risparmio energetico e il bonus mobili e arredi, con diverse scadenze. In particolare il bonus al 65% per lavori di risparmio energetico sugli immobili è prorogato fino al 31 dicembre 2014 e ridotto al 50% fino alla fine del 2015. Ma le scadenze sono diverse se i lavori sono eseguiti sui condomini. Per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condomino, infatti, il bonus al 65% è stato prorogato fino al 30 giugno 2015. Dal 1 luglio al 30 giugno 2016, il bonus 65% sarà ridotto al 50% e seguirà le stesse regole.

Perché diverse scadenze? 

Il motivo principale di questa proroga più lunga per i lavori verdi sui condomini è dovuto al fatto che gli interventi in tal caso sono più lunghi perché seguono tempi di approvazione maggiori, visto che occorre l’approvazione dell’assemblea condominiale, con cui viene nominato il direttore dei lavori, la costituzione del fondo per le spese da affrontare, ecc.

Quali gli interventi agevolati

Gli interventi che fruiscono del bonus 65%, che diverrà al 50% dal 1 luglio 2015 e fino al 31 dicembre 2016, sono la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, compresi gli scaldacqua a pompa di calore, pareti isolanti o cappotti, coperture e pavimenti, pannelli solari per la produzione di acqua calda, finestre con infissi, ecc.

Quali sono le parti comuni
 

Questi interventi sono quelli relativi a parti comuni degli edifici condominiali, intendendo per parti comuni quelle dell’edificio necessarie all’uso comune, come le fondazioni, i muri portanti, portici, cortili e facciate, aree destinate a parcheggio e servizi in comune, come portineria, l’alloggio del portiere, la lavanderia, ecc.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!