Bonus mobili 2013: pagamenti anche con bancomat e carta di credito

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 19/09/2013 Aggiornato il 25/09/2013

Bonus mobili: l'Agenzia delle Entrate specifica quali mobili ed elettrodomestici sono "scontati". E dal 18 settembre si può pagare anche con carta di credito o bancomat.

Bonus mobili 2013: pagamenti anche con bancomat e carta di credito

Bonus mobili: non solo bonifico ma anche bancomat e carta di credito. Infatti, mentre inizialmente si poteva accedere al bonus mobili ed elettrodomestici soltanto con pagamento tramite bonifico bancario o postale “parlante”, ora sono accettati anche pagamenti con bancomat e carte di credito. Lo ha comunicato l’Agenzia delle Entrate tramite la circolare 29/E/2013, dove viene nuovamente precisato che le detrazioni Irpef del 50% su mobili ed elettrodomestici riguardano soltanto gli acquisti effettuati tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2013 e destinati a immobili ristrutturati, con spese sostenute a partire dal 26 giugno 2012, per i quali si beneficia della detrazione del 50%. Il bonus mobili è infatti strettamente legato a quello per le ristrutturazioni.

  • Sono agevolati dalle detrazioni fiscali, come si legge sulla circolare, gli acquisti dei seguenti mobili: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
  • Non sono agevolabili gli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.

Per quanto riguarda gli elettrodomestici possono usufruire dei benefici fiscali soltanto quelli dotati di etichetta energetica di classe A+, o superiore, di classe A o superiore nel caso di forni, e per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica. L’acquisto di grandi elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica è agevolabile solo se per quella tipologia non sia ancora previsto l’obbligo di etichetta energetica.