Bonus 50% per i lavori di messa in sicurezza

Ecco alcune precisazioni sull'argomento sicurezza in relazione alle detrazioni fiscali possibili.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 19/12/2013 Aggiornato il 19/12/2013
Bonus 50% per i lavori di messa in sicurezza

La guida dell’Agenzia delle Entrate con riferimento alla sicurezza domestica specifica che non dà diritto alla detrazione il semplice acquisto, anche a fini sostitutivi, di apparecchiature o elettrodomestici dotati di meccanismi di sicurezza, in quanto tale fattispecie non integra un intervento sugli immobili. Per esempio non spetta alcuna detrazione per l’acquisto di un piano cottura a spegnimento automatico che sostituisca uno tradizionale a gas. L’agevolazione compete, invece, per la semplice riparazione di impianti insicuri realizzati su immobili: per esempio la sostituzione del tubo del gas o la riparazione di una presa malfunzionante. Tra le opere agevolabili rientrano l’installazione di apparecchi di rilevazione di presenza di gas inerti, il montaggio di vetri antinfortunio, l’installazione del corrimano.

In un altro paragrafo vengono invece regolamentate le misure per prevenire atti illeciti che riguardano quindi la sicurezza antieffrazione per esempio: anche in questo caso rientrano solo le spese per interventi, in tal senso, effettuati sugli immobili: non è compreso il contratto con l’istituto di vigilanza, ma lo sono cancellate, grate sulle finestre, porte blindate, serrature di sicurezza, rilevatori di apertura, vetri antisfondamento, casseforti a muro, fotocamere, antifurto.

In collaborazione con Carlo Tagini, Studio Associato Cerati Tagini, Milano, Tel. 02/69001483

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!