Stufe salvaspazio: 5 modelli per tutte le esigenze

Angoli, nicchie e corridoi: chi direbbe che in spazi così angusti si possa inserire una stufa? Ecco tutte le proposte per ottimizzare lo spazio e guadagnare in atmosfera e calore.

Contenuto sponsorizzato
MCZ

Lo spazio in casa è poco, ma non volete rinunciare ad una stufa? Nessun problema. Sul mercato esistono modelli pensati apposta per sfruttare gli spazi più limitati e ottimizzare al meglio ogni centimetro quadrato.

Clicca per vedere full screen le stufe di MCZ

Le stufe “piatte”

Chiamati anche stufe “slim”, alcuni modelli di stufa hanno una profondità paragonabile a quella di un termosifone, tra i 27 e i 40 centimetri al massimo. Prima di procedere all’acquisto di una stufa salvaspazio, verificate che le dimensioni contenute non influiscano anche sul serbatoio pellet, che deve essere capiente a sufficienza per garantirvi almeno una giornata di funzionamento in continuo.

MCZ_Raam_amb_01

Raam è la nuova proposta “slim” a marchio MCZ. Realizzata interamente in acciaio, si gestisce da un pannello montato sul top. Il suo serbatoio pellet garantisce oltre 36 ore di funzionamento in continuo, alla potenza minima.

Philo è uno dei modelli più venduti di stufe “slim”, riproposto quest’anno in versione high-tech. Si comanda direttamente dal proprio smartphone e ha ben tre ventilatori direzionabili a piacimento o canalizzabili per trasportare l’aria in altre stanze della casa.

Philo è uno dei modelli più venduti di stufe “slim”, riproposto quest’anno in versione high-tech. Si comanda direttamente dal proprio smartphone e ha ben tre ventilatori direzionabili a piacimento o canalizzabili per trasportare l’aria in altre stanze della casa.

MCZ_Ray_amb_01

La stufa Ray ha il frontale in pietra serpentino oppure in ceramica (White, Black, Bordeaux). La struttura stagna permette una combustione perfetta e un’elevata efficienza, premiate a 4 stelle “Aria Pulita”.

Le stufe tonde

Per arredare un angolo non c’è niente di meglio di una stufa a forma tonda o ellittica. Eleganti e di tendenza, le migliori stufe tonde hanno un focolare alto e profondo, che valorizza la fiamma e offre una visione perfetta del fuoco.

Tra le stufe a pellet più eleganti sul mercato, Mood non ha nessuna griglia di ventilazione a vista e un frontale lineare e curato. Si gestisce dal proprio smartphone e può scaldare più stanze contemporaneamente, grazie a tubazioni a parete.

Tra le stufe a pellet più eleganti sul mercato, Mood non ha nessuna griglia di ventilazione a vista e un frontale lineare e curato. Si gestisce dal proprio smartphone e può scaldare più stanze contemporaneamente, grazie a tubazioni a parete.

 

Le stufe con scarico superiore

Se lo scarico fumi è sul retro, la stufa non si può addossare al muro e, quando lo spazio è poco, si perdono centimetri preziosi. Una soluzione ottimale sono le stufe con uscita fumi sul top anziché sul retro, che si possono installare a soli 5 centimetri dal muro. La canna fumaria in questo caso resterà a vista: potete nasconderla, per esempio dipingendo la parete dello stesso colore del tubo, oppure valorizzarla, trasformandola in un elemento d’arredo.

La stufa a pellet Doc, grazie allo scarico sul top, si può montare quasi a filo muro. Il rivestimento in acciaio nero riprende la finitura della canna fumaria.

La stufa a pellet Doc, grazie allo scarico sul top, si può montare quasi a filo muro. Il rivestimento in acciaio nero riprende la finitura della canna fumaria.

Per saperne di più www.mcz.it

 

Contenuto sponsorizzato

Tags:mcz