Come risparmiare sui consumi energetici?

Scegliendo tecnologie innovative, che puntano sulle rinnovabili e hanno a cuore l’ambiente.
Contenuto sponsorizzato

La caldaia a gas è vecchia e inquinante? L’impianto di riscaldamento è datato?Sostituendoli con un impianto efficiente, ad esempio con una pompa di calore abbinata a pannelli radianti a pavimento, si otterranno solo benefici:

risparmio sulle bollette;
massimo comfort domestico;
salvaguardia dell’ambiente;
un unico sistema per riscaldare la casa d’inverno e raffrescarla.

Ma non è tutto: aggiungendo anche un impianto solare fotovoltaico con sistema d’accumulo elettrico, potremo consumare l’elettricità auto-prodotta per alimentare la pompa di calore, abbattendo i costi energetici e in modo perfettamente eco-sostenibile perché si climatizza la propria abitazione praticamente a emissioni zero.

Pompa di calore + pavimento radiante

Con un impianto basato su queste tecnologie le bollette si possono più che dimezzare. Vediamo perché.
La pompa di calore è un generatore eco-compatibile e particolarmente efficiente (restituisce da 3 a 6 volte l’energia che consuma): permette di sfruttare l’energia termica rinnovabile presente naturalmente nell’aria esterna, nell’acqua o nel sottosuolo e convertirla in calore utile per riscaldare l’acqua dell’impianto. Quando funziona a ciclo inverso, consente di produrre acqua refrigerata per raffrescare la casa in estate.

Perché integrare l’impianto fotovoltaico

Se l’elettricità è autoprodotta – in tutto o in parte – da un impianto fotovoltaico, ecco che le bollette si riducono sensibilmente, avvicinandosi al sospirato traguardo dell’autonomia energetica!

Per raggiungere questo obiettivo è opportuno installare, insieme ai pannelli fotovoltaici, un sistema di accumulo: l’elettricità non immediatamente autoconsumata viene immagazzinata in una batteria, per essere utilizzata quando serve (quando non c’è il sole, per esempio di notte). In questo modo è possibile aumentare fino all’80% la quota di autoconsumo dell’energia elettrica prodotta da fonte solare, e le bollette diventano più “leggere”, massimizzando così l’investimento.

Oggi, inoltre, il fotovoltaico e i sistemi di accumulo sono installabili a costo zero con il Superbonus in quanto interventi “trainati”.

Vitocharge VX3 Milieu02

Impianto fotovoltaico all-in-one Vitocharge VX3 di Viessmann, soluzione ideale anche per ricaricare l’auto elettrica.

Pompe di calore evolute

Un esempio è Vitocal 200-S di Viessmann, che ha la possibilità di interfacciarsi con l’impianto fotovoltaico grazie a un sistema intelligente di gestione centralizzato che privilegia, nell’ordine: l’utilizzo dell’elettricità generata dai pannelli, quella accumulata e, solo in ultima istanza, quella prelevata dalla rete.

Pompe di calore aria-acqua Vitocal 200-S di Viessmann

Pompa di calore aria-acqua Vitocal 200-S di Viessmann, che riscalda e raffresca

 

Per contribuire ulteriormente alla riduzione dei consumi energetici è consigliabile valutare anche l’installazione di pannelli solari termici Vitosol di Viessmann, che consentono di produrre gratuitamente acqua calda sanitaria sfruttando l’energia del sole.

Viessmann-pubbli settembre 2019 pompe di calore-pannello solare Vitosol 200-FM

Pannello solare termico Vitosol 200-FM per la produzione di acqua calda sanitaria

Fotovoltaico: il sistema all-in-one

Si tratta di Vitocharge VX3, un impianto fotovoltaico completo, progettato e realizzato da Viessmann, composto da moduli, inverter e sistema di accumulo, ideale per produrre energia elettrica per le utenze domestiche ed essere quasi autonomi dalla rete pubblica.

Produktfamilie Vitocharge

Vitocharge VX3 integra un inverter ibrido monofase e un sistema d’accumulo disponibile in 3 taglie: 4, 8 e 12 kWh. La scelta dipende dal proprio fabbisogno di energia elettrica.

Il sistema di accumulo elettrico prevede fino a tre moduli batteria al litio-ferro-fosfato, per una capacità di accumulo fino a 12 kWh, e consente di adeguarsi ai fabbisogni energetici di case uni e bifamiliari.

Vitocharge VX3 si integra perfettamente nella gamma di soluzioni Viessmann. Particolarmente efficiente è il sistema pompa di calore Vitocal + moduli fotovoltaici Vitovolt + inverter Vitocharge VX3: la pompa di calore è alimentata con elettricità gratuita autoprodotta, per un sistema di riscaldamento e climatizzazione innovativo ed ecologico.

Con i bonus, impianti quasi a costo zero

Oggi con il Superbonus è possibile installare questo “sistema tipo” nella propria abitazione senza sborsare alcuna somma (a patto di ottenere il miglioramento di due classi energetiche).

In alternativa, per l’installazione della pompa di calore si può optare per l’Ecobonus 65%. È possibile inoltre sfruttare l’agevolazione per le ristrutturazioni, che permette di detrarre dall’Irpef il 50% dei costi per impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo.

Tutte queste agevolazioni fiscali consentono di richiedere lo sconto immediato in fattura al proprio installatore cedendo il credito d’imposta maturato.

Rivolgersi sempre a tecnici specializzati

Un consiglio importante: per scegliere l’impianto più adatto alle proprie esigenze, rivolgersi sempre a un tecnico specializzato, come quelli della rete Viessmann, perché non esiste, a priori, una soluzione valida per qualsiasi contesto.

 

Contenuto sponsorizzato