Efficienza energetica: come scegliere la soluzione vincente

Per ridurre lo spreco di energia nella propria abitazione si può ricorrere all'aiuto di un consulente energetico, così da decidere gli interventi più idonei a rendere la casa più efficiente e le bollette meno salate.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 08/11/2014 Aggiornato il 08/11/2014
Efficienza energetica: come scegliere la soluzione vincente

La legge di Stabilità 2015 ha prorogato a tutto il 2015 gli sgravi fiscali per chi ristruttura o rinnova la casa con interventi che migliorano l’efficienza energetica, mantenendo l’aliquota massima sia per gli interventi di ristrutturazione (50%), sia per le opere di riqualificazione energetica degli edifici (65%)
Chi non l’ha ancora fatto può quindi ancora approfittare degli Ecobonus per mettere in cantiere qualche opera straordinaria come la sostituzione di finestre e infissi con modelli più performanti, l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda e energia elettrica, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con apparecchi più performanti come caldaie a condensazione e pompe di calore. Oltre agli incentivi fiscali, la convenienza è legata ai prezzi non più proibitivi di queste soluzioni, diretta conseguenza della loro progressiva diffusione. “Aggiornare” un edificio dal punto di vista dell’efficienza energetica non è però un’operazione che si può compiere da soli. Il consiglio è quello di ricorrere a un consulente energetico che per prima cosa fotograferà lo stato di fatto evidenziando i punti critici e le potenzialità dell’immobile e suggerendo le indicazioni per i successivi step.

Lo studio preliminare di fattibilità dovrà necessariamente comprendere anche una stima della resa economica. Gli interventi variano a seconda del tipo di edificio, della fascia climatica in cui si trova l’immobile e del budget a disposizione, tutte variabili da valutare bene in fase di progetto di massima. Se l’abitazione è ben insoleggiata, si può pensare di installare un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, tagliando sensibilmente i costi di luce e gas grazie all’impiego di una fonte di energia rinnovabile in grado di ripagare l’investimento economico iniziale nel giro di pochi anni. Abbinando all’impianto fotovoltaico una pompa di calore il risparmio aumenterà in quanto l’energia in eccesso viene utilizzata dalla pompa per garantire il riscaldamento/raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Anche l’isolamento termico dell’edificio contribuisce a ridurre le spese in bolletta: più si mantiene stabile la temperatura interna, eliminando le dispersioni termiche, minore sarà l’energia impiegata per riscaldare la casa d’inverno e raffrescarla in estate. Anche in questo caso, un esperto è in grado di individuare l’intervento più idoneo tra molti: cappotto termico, pavimenti isolanti, coibentazione del tetto, infissi a doppia o tripla camera.

 

Caldaia a condensazione Ariston

Caldaia a condensazione Ariston – nei punti vendita Mr Green. www.mr-green.it/.

impianto fotovoltaico da 3 kW Mr Green

L’impianto fotovoltaico da 3 kW, in promozione nei punti vendita Mr Green fino al 30 novembre 2014, al prezzo di 4.900 euro, Iva e monitoraggio inclusi. www.mr-green.it

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!