Climatizzatori fissi, portatili e ventilatori

I climatizzatori raffrescano, deumidificano, purificano l’aria e, nelle stagioni intermedie, possono anche riscaldare la casa: fissi o portatili, sono apparecchi elettrici, multitasking e sempre più smart. E per avere un sollievo immediato, un rimedio last minute sono i ventilatori.

Nicoletta De Rossi
A cura di Nicoletta De Rossi, Tatiana Ceruti
Pubblicato il 11/07/2019 Aggiornato il 11/07/2019
climatizzatore LG_Deluxe_dual inverter

I climatizzatori attuali non servono solo a raffrescare, ma anche a migliorare ma la qualità dell’aria indoor, creando le condizioni ottimali per il benessere  domestico. Regolano inoltre i tassi di umidità. Rispetto al passato, i climatizzatori hanno abbassato i consumi elettrici: basti pensare che i modelli di ultima generazione sono mediamente in classe di efficienza energetica A++, sia in modalità raffrescamento sia in riscaldamento (dal 1° gennaio 2019 l’Energy Label prevede una scala che va dalla A+++ alla D). Tutti hanno la funzione di riscaldamento con la pompa di calore. Nel rispetto dell’ambiente, utilizzano gas refrigeranti ecologici, come il R32 che ha un Global Warming Potential (GWP) inferiore rispetto a quelli fino a ora utilizzati.

Il comfort ideale

I climatizzatori attuali sono dotati infatti della funzione di deumidificazione e di efficaci sistemi di filtraggio  e purificazione dell’aria: trattengono virus, batteri, muffe, polveri sottili e fumo. Spesso si tratta di sistemi a base di ioni d’argento che impediscono la proliferazioni di microorganismi nocivi, così come i filtri agli enzimi e al nanoplatino.
Si tratta di strati protettivi che impediscono il depositarsi di polvere e impurità anche per lungo tempo, riducendo i consumi e limitando la necessità di manutenzione dell’unità. Al microclima ideale contribuiscono anche altri fattori: un tasso di umidità ambientale tra il 40% e il 60% e una temperatura interna di circa 5 °C inferiore a quella esterna sono condizioni ottimali per il corpo umano.

Tecnologie evolute
I modelli attuali sono dotati di pompa di calore che inverte il ciclo del freddo consentendo di riscaldare gli ambienti nelle stagioni intermedie.
Tutti i nuovi climatizzatori funzionano inoltre con tecnologia Inverter: l’azione del compressore viene modulata in modo da utilizzare solo la potenza necessaria al raggiungimento della temperatura impostata, senza picchi di consumi come avveniva nei vecchi modelli On/Off.

Il climatizzatore Stylish di Daikin, con sensore di umidità, diffonde l’aria in modo naturale, a bassa velocità e senza flussi diretti. L’unità interna misura L 79,8 x P 18,9 x H 29,5 cm. Nella taglia 20, monosplit, nel colore white costa 1.219 euro. www.daikin.it

La funzione Energy Display del climatizzatore permette di monitorare i livelli di consumo direttamente dal display dell’unità interna, visualizzando la corrente elettrica assorbita. Deluxe Dual Inverter di LG Electronics, con refrigerante ecologico R32, ha funzione Auto Cleaning, per eliminare cattivi odori e prevenire il formarsi di muffe e batteri causati da umidità. La tecnologia wifi è integrata nell’unità interna (L 83,7 x P 18,9 x H 30,8 cm). È in classe di efficienza energetica A++. Il modello DC09RQ NSJ, da 9000 BTU, costa 999 euro.  www.lg.com

I climatizzatori split della serie Flexis di Haier in classe energetica fino alla A+++, hanno doppio sensore di movimento che copre un’area di 120° e sono gestibili da remoto. L’unità interna misura L 86,6 x P 19,1 x H 30 cm. Prezzo da rivenditore. www.haiercondizionatori.it

Come scegliere in base alla potenza

È uno dei fattori principali da considerare al momento dell’acquisto dei climatizzatori. Viene calcolato in base alla cubatura dell’ambiente da climatizzare: uno split da 2 kW, per esempio, si installa normalmente in ambienti fino a 15-20 mq. La potenza può essere diversa per le funzioni di raffrescamento e riscaldamento. I fattori necessari per calcolare al meglio la potenza del climatizzatore sono:

  • l’orientamento dello stabile e la sua esposizione
  • il numero, la dimensione e la disposizione di finestre e portefinestre
  • la presenza di tende parasole agli infissi
  • la forma e l’altezza dei soffitti
  • il numero delle persone che soggiornano normalmente nell’ambiente
  • l’isolamento di pareti, infissi e tetto
  • la presenza di apparecchi elettrici che sviluppano calore,
  • gli eventuali ambienti climatizzati confinanti
  • il piano in cui si trova l’abitazione
  • la zona climatica e le temperature medie esterne

Solitamente espressa in kilowatt (kW), la potenza può essere anche indicata in BTU/h (British Termal Unit per hour): 1 Watt = 3,413 BTU.

A chi rivolgersi

Installazione
Per la realizzazione di un impianto completo di unità esterne e interne, occorre affidarsi solo a professionisti, che forniscano la certificazione del lavoro svolto a regola d’arte. Deve trattarsi, quindi, di tecnici abilitati, in possesso del “patentino frigoristi”. Va tenuto conto che, per questi interventi, sono solitamente necessarie anche opere murarie, con un’incidenza dei costi totali anche fino al 50%.
Manutenzione
All’installatore spetta anche la manutenzione periodica. Deve controllare, per esempio, che le tubazioni siano integre e che non vi siano perdite di gas refrigerante. All’utente spetta la manutenzione ordinaria, in particolare la pulizia dei filtri.

Cattura il 99% delle polveri ultrasottili il climatizzatore Windfree Pure di Samsung in classe di efficienza energetica A++. La tecnologia WindFree garantisce una temperatura stabile. È dotato di connessione Wi-Fi. L’unità interna misura L 82,8 x P 26,5 x H 29,5 cm. Costa da 799 euro.  www.samsung.com

MSZ-LN25VGV di Mitsubishi Electric con sensore di temperatura ambiente, garantisce la distribuzione ottimale dell’aria. È in classe A+++ sia in raffreddamento sia in riscaldamento. Nel colore bianco perlato costa 1.378,60 euro. it.mitsubishielectric.com/it

 

Climatizzatori fissi: gli split

Un impianto di climatizzazione fisso è la soluzione ideale per climatizzare gli ambienti. È formato da un’unità esterna collegata a una o più unità interne. In base al numero di queste, i sistemi si definiscono monosplit, dualsplit o multisplit (dall’inglese “split”, cioè divisi), proprio perché costituiti da due o più elementi separati. Esistono anche modelli senza unità esterna.

L’unità interna
D’estate, ha il compito di distribuire l’aria fresca, sottraendo il calore all’ambiente.
È generalmente sistemata a parete, nella parte superiore, un genere di collocazione adatto in quasi tutte le situazioni. In base al tipo di installazione, esistono altri tipi di apparecchi.
I modelli a soffitto sono ideali per rinfrescare, poiché l’aria fredda scende (a differenza di quella calda, che sale). In alcuni casi possono anche essere incassati nel controsoffitto, lasciando a vista solo la griglia di erogazione dell’aria.
Le consolle a pavimento s’installano come i radiatori; emanano l’aria dal basso verso l’alto.
In ogni caso, bisogna prestare attenzione ad alcuni fattori. Gli apparecchi con pompa di calore non dovrebbero essere installati oltre i 2,5 metri di altezza, poiché l’aria calda tende naturalmente a salire verso l’alto. È comunque bene evitare di installare le unità interne vicino a fonti di calore e vapore e in esposizione diretta alla luce solare.

L’unità esterna
Serve a produrre il freddo e a disperdere il calore all’esterno. Collegata a una o più unità interne, è solitamente installata sul pavimento di un balcone o fissata alla facciata dell’edificio, in ogni caso a una distanza non superiore a 20-25 metri dall’unità interna.
È più voluminosa e rumorosa dell’unità interna, poiché contiene il motore. Per resistere agli agenti atmosferici la carrozzeria è trattata con sostanze protettive antiruggine.  Per evitare il forte impatto visivo, alcune aziende producono unità esterne pannellabili nello stesso colore della facciata. Davanti alla ventola dovrebbe essere lasciato uno spazio di almeno 1 – 1,5 m.

In classe energetica A++, Respirio di Daitsu (www.daitsuclima.it) è disponibile in versione mono o multisplit. Ha timer programmabile, modalità notturna, sistema di deumidificazione e di sbrinamento intelligente. Disponibile in taglie da 9.000 a 21.000 BTU. Prezzo da rivenditore.

Portatili

Compatti e facili da spostare su rotelle da una stanza all’altra, i climatizzatori portatili non necessitano di installazione da parte di tecnici specializzati. Possono però avere potenze così elevate da riuscire a climatizzare ambienti con superficie anche fino a 30-40 mq. Alcuni sono dotati di pompa di calore per la funzione di riscaldamento, e come gli apparecchi fissi deumidificano e purificano l’aria dell’ambiente. Funzionano tutti con gas refrigeranti ecologici e hanno un’efficienza energetica superiore alla A. Rispetto al passato hanno ridotto di molto la rumorosità, sempre più elevata comunque rispetto a un climatizzatore split, poiché i modelli portatili contengono in un unico elemento anche il motore. I climatizzatori portatili funzionano come qualsiasi elettrodomestico, attaccando la spina alla presa elettrica: all’esterno sono collegati attraverso un tubo flessibile che espelle l’aria calda.

È dotato di display digitale a scomparsa il climatizzatore portatile AirFlower EXP09HSECI della Linea Portable di Electrolux. Dotato di pompa di calore, è in classe di efficienza energetica in raffreddamento A+ con una potenza 2,6 kW. Adatto ad ambienti fino a 18 mq, funziona con gas ecologico R290. Misura ø 38,8 x H 95,5 cm. Costa 994 euro. www.electrolux.it

climatizzatore portatile PAC EX120 de longhi

Ha funzione di deumidificare e ventilatore il modello portatile Pac EX120 Silent di De’Longhi  in classe di efficienza energetica A, con potenza frigorifera di 3 kW e un livello di pressione sonora max di 49-53 dB(A). Misura L 44,5 x P 39 x H 80,5 cm. Costa 1.000 euro. www.delonghi.com

climatizzatore portatile Olimpia_Dolceclima_Airpro_13

Dolceclima® Air Pro 13 A+ di Olimpia Splendid funziona con gas refrigerante naturale R290. È in classe energetica A+ con una potenza di 2,9 kW ed è dotato di display touch a sfioro e di flap motorizzato. Misura L 49 x P 42,5 x H 76,5 cm. Prezzo 549 euro. www.olimpiasplendid.it

 

Soluzione last minute: i ventilatori
Con pale o a colonna, da tavolo o a soffitto, i ventilatori danno sollievo immediato. Non tolgono l’umidità, ma offrono molti vantaggi: basso costo, pochi consumi energetici, facile installazione (tranne forse i modelli a soffitto). Dal design originale, sono anche pezzi d’arredo.

ventilatore freshair ariete

FreshAir di Ariete, a colonna con maniglia integrata, ha una potenza di 50 W e 3 livelli di velocità. È alto 85 cm e costa 44,90 euro.  www.ariete.net

Il ventilatore da soffitto con luce Tenerife di Leroy Merlin, a 3 velocità regolabili tramite catenella, è adatto per ambienti fino 9 mq. Misura Ø 76 x H 34 cm. Costa 51 euro. www.leroymerlin.it

ventilatore Dyson Pure Cool Me

Pure Cool Me™ di Dyson, con filtro Hepa, purifica l’aria e la orienta dove serve. È dotato di timer e di modalità notturna. Misura ø 24,5 x H 40,1 cm e costa 349 euro. www.dyson.it

Modello da tavolo pieghevole e oscillante, Nordik Vent di Vortice, a 3 velocità e orientabile, è dotato di telecomando. Misura ø 25 x H 35 cm. Costa 130 euro.  www.vortice.it

 

LEGGERE L’ETICHETTA
Vi è riportata la classe di efficienza energetica per il raffrescamento e per il riscaldamento. Nei climatizzatori split la classificazione energetica si basa su un indice di efficienza energetica stagionale “SEER”, in modalità raffreddamento e su un coefficiente di prestazione stagionale “SCOP”, in modalità riscaldamento. Questo è calcolato per le tre principali fasce climatiche esistenti nella Comunità Europea: “media”, “più calda” e “più fredda”. Gli apparecchi recenti superano la classe di efficienza energetica A, fino ad arrivare alla A+++.

 

Gallery

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.14 / 5, basato su 28 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!