Gli infissi con soglia filo-pavimento per l’Universal Design

Come una porta filo-pavimento semplifica la vita: l'Universal Design applicato ai serramenti, fra flessibilità e tecnologie.
Antonia Solari
A cura di Antonia Solari
Pubblicato il 23/05/2020 Aggiornato il 23/05/2020

Diverse definizioni – fra Universal Design, Design for All e Inclusive Design – e un concetto comune: far sì che il design di prodotto venga sviluppato in modo da riuscire a proporre progetti adatti alla più ampia gamma possibile di utenti. Un concetto trasversale, adatto a quasi tutte le categorie di prodotto e, fra queste, anche i serramenti filo-pavimento.

Come?  Per capirlo, meglio fare un passo indietro e riconoscere i sette principi dell’Universal Design:

  • Equità – uso equo: utilizzabile da chiunque
  • Flessibilità – uso flessibile: si adatta a diverse abilità
  • Semplicità – uso semplice ed intuitivo: l’uso è facile da capire
  • Percettibilità: il trasmettere le effettive informazioni sensoriali
  • Tolleranza all’errore: minimizzare i rischi o azioni non volute
  • Contenimento dello sforzo fisico: utilizzo con minima fatica
  • Misure e spazi sufficienti: rendere lo spazio idoneo per l’accesso e l’uso

Ciascuno di questi principi può essere declinato anche per il settore delle porte filo-pavimento, anch’esse potenziali esempi di architettura inclusiva. Sì, perché grazie all’assenza di gradini, dislivelli e ostacoli sul pavimento, permettono l’accesso sicuro a ogni tipo di utente – fra anziani, bambini o persone disabili in sedia a rotelle. Inoltre, laddove la modalità di apertura della porta possa essere personalizzata, verso l’interno o verso l’esterno, garantiranno anche maggiore libertà di movimento trasformando l’infisso non più in una barriera ma in un semplice filtro flessibile fra interno ed esterno.

Non ultimo – e parte dell’Universal Design – anche l’abbinamento fra le porte filo-pavimento e le soluzioni IoT, spaziando fra sistemi touch control con riconoscimento dell’impronta digitale fino alle soluzioni per comandare la porta da remoto, via app, tramite pc, tablet o smartphone. Apertura e chiusura anche di porte di grandi dimensioni e peso, dunque, possono essere agevolate attraverso meccanismi di automazione collegati a sistemi intelligenti di ultima generazione.

Se, dunque, l’assenza di barriere architettoniche permette a ogni tipo di utente di usare le porte filo-pavimento, rispettando il primo principio dell’Universal Design,  l’inserimento di sistemi tecnologici permetteranno di rispettare anche altri cardini, come la semplicità d’uso, il contenimento dello sforzo fisico, la percettibilità e l’uso flessibile

Porte filo pavimento shuco AD UP

La porta filo-pavimento AD UP 75 di Schüco è adatta anche alla realizzazione di modelli di grandi dimensioni, fino a 3 metri di altezza e 200 kg di peso per anta. I sistemi per le porte AD UP sono di semplice installazione, dato che sono dotati di componentistica universale e modulabile in funzione della versione della porta. www.schueco.com

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!