Cambiare imposte o persiane

Tutto quello che serve sapere sulla sostituzione degli scuri o delle persiane.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 06/07/2014 Aggiornato il 06/07/2014
Cambiare imposte o persiane
Granbelvedere di Scrigno

Sin dai più antichi sistemi costruttivi, le imposte sono state una soluzione per conferire alla casa un po’ di protezione dagli agenti atmosferici e al tempo stesso di riservatezza. Cominciamo subito col dire che per questo elemento architettonico esistono molti nomi: persiane, imposte, griglie, scuri, antoni o ante esterne… Tutti modi differenti di identificare una funzione fondamentale – l’oscuramento e la protezione di un’apertura nel muro esterno – declinata nelle sue svariate interpretazioni.

Le imposte si suddividono in due tipologie fondamentali: lo scuro o anta cieca che senza feritoie non lascia passare luce e può essere tutta liscia oppure più spesso a doghe orizzontali o verticali; la persiana, anch’essa a sua volta presente in numerose diverse fatture ma perlopiù composta da una serie di lamelle (stecche) orizzontali che lasciano passare un po’ di luce. Anche la persiana può essere di diversi tipi: con lamella fissa chiusa (che quindi rende l’anta cieca) a singola o doppia spiovenza; con lamella aperta di forma trapezoidale (“tipo antico”), con lamella stondata (più moderno); o ancora con lamella orientabile mediante un meccanismo che consente di far ruotare la lamella in modo tale che si possa regolare il passaggio della luce.

Nel mercato attuale, le ante esterne possono essere realizzate non solo con il classico legno, ma anche con l’alluminio (metallo) o il PVC (materiale plastico). Per valutare quale sia la scelta migliore, occorre anzitutto stimare la loro esposizione agli agenti atmosferici, la zona climatica in cui è situata la casa, nonché la possibilità che ne venga fatta o meno una manutenzione ordinaria. Perché, a seconda del contesto in cui si vive, del budget a disposizione e dello stato di conservazione degli elementi architettonici esistenti, si può pianificare un intervento di taglio adeguato alle circostanze. Facciamo qualche esempio.

  • Se le ante sono fortemente esposte a sole, pioggia, vento e quelle attuali sono visibilmente deperite con vernice che si stacca a squame e inserti in legno che marciscono, allora può essere opportuno sostituirle con nuove ante in alluminio. A maggior ragione se non si vuole più avere il problema di doverle tenere curate.
  • Le ante in legno di nuova generazione, comunque, se verniciate con processi industriali tecnologicamente avanzati, garantiscono la tenuta alle intemperie anche per dieci anni; inoltre, sarebbe sufficiente una rapida manutenzione ordinaria per assicurarne la durata anche in futuro, e si tratta semplicemente di una pennellata del cosiddetto “olio danese”.
  • In situazioni di climi particolarmente caldi, in cui le ante potrebbero essere colpite costantemente dall’irraggiamento solare, si può optare per il PVC dato che l’alluminio d’estate si scalderebbe molto e il legno alla lunga potrebbe risultare un po’ compromesso dall’eccessivo calore.
  • Un caso invece estremamente diffuso è quello del privato che ha delle persiane in legno ormai un po’ deperite a causa del tempo e dell’usura, ma non tanto ammalorate da risultare inservibili. In una situazione del genere, la scelta migliore può essere quella del restauro: sverniciatura e riverniciatura effettuate mediante un processo di tipo industriale, ossia il passaggio in “bagni chimici” per l’eliminazione della verniciatura esistente e poi verniciatura ex novo con un sistema tecnologicamente avanzato e soprattutto di durevolezza garantita e rispettoso dell’ambiente.

La sostituzione con il cambio di materiale o altre caratteristiche

Molti si domandano se sia consentito, quando s’intendono sostituire le ante, cambiare materiale rispetto alle vecchie: è un quesito che richiede un approfondimento specifico con il comune di residenza, in quanto l’immobile potrebbe avere dei vincoli di carattere storico o paesaggistico che ne imporrebbero la conservazione rispetto all’estetica corrente. Comunque, nella maggior parte delle situazioni, dovrebbe essere possibile sostituire delle persiane in legno usurate con nuove persiane in altro materiale “effetto legno” o dello stesso colore.

Alquanto diverso è invece il discorso dell’apertura: se le imposte attuali sono a battente, è improbabile poterle sostituire con nuove ante scorrevoli, in quanto ciò comporterebbe delle modifiche sostanziali alla struttura dell’infisso. Ovviamente non è detto che sia impossibile farlo, ma l’intervento andrebbe valutato con estrema attenzione rispetto alla sua convenienza e fattibilità chiedendo autorizzazione al Comune e al condominio.

C’è anche la possibilità di montare persiane scorrevoli interno muro, ma su queste sono per forza indispensabili lavori edili atti a murare i necessari controtelai per lo scorrimento delle ante. Infatti nei rari casi in cui l’immobile è così strutturato, tale sistema di oscuramento è stato previsto già in fase di progettazione e non certo in un secondo momento. 

Sconto fiscale del 50%

Anche la sostituzione delle imposte, come molti altri tipi di intervento considerati di recupero del patrimonio edilizio, godono dello sconto fiscale del 50%. Non del 65% in quanto non contribuisce al miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio, ma del 50% perché si considera ammissibile come parte del “bonus ristrutturazioni”. Inoltre siccome tali opere (sostituzione o rinnovamento di persiane) si considerano manutenzione ordinaria, non richiedono nemmeno la presentazione di una pratica in comune (D.I.A., Denuncia di Inizio Attività, o S.C.I.A., Segnalazione Certificata di Inizio Attività) ma si possono eseguire in regime di edilizia libera.

  • Si ringrazia della gentile collaborazione Lorenzo Cordini di V8 Serramenti, Tel.: 030/2701331, www.finestre-brescia.com

 

persiana a lamelle orientabili Dekora Blindata di Kikau

Dekora Blindata di Kikau è una persiana a lamelle orientabili, dotata di una serie di particolari nascosti antieffrazione che la rendono robusta e resistente, con rinforzi interni, rostri e serratura di sicurezza. www.kikau.it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!