Portefinestre scorrevoli: le performance di alzanti e traslanti

Le grandi superfici vetrate sulle facciate fanno bella e luminosa la casa. E, a patto che si tratti di serramenti a tenuta, la rendono anche ben isolata. D'inverno come d'estate.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 04/12/2015 Aggiornato il 13/01/2016
Portefinestre scorrevoli: le performance di alzanti e traslanti
Prolux di Oknoplast

Il dialogo tra interni ed esterni in architettura rappresenta uno dei principali obiettivi del progetto, soprattutto nelle abitazioni moderne e nei lavori di ultima generazione. I sistemi di porte alzanti scorrevoli sono, per le loro avanzate caratteristiche e per il design, la tipologia di infisso più evoluto in questo contesto specifico. Forma, dimensioni, caratteristiche del vetro e della cornice, meccanismo di apertura e chiusura sono tutti fattori che contribuiscono a regolare in maniera ottimale l’afflusso di luce dall’esterno verso l’interno. Inoltre, per le loro specificità altamente performanti in fatto di isolamento, gli alzanti scorrevoli sono considerati perfettamente idonei nelle case passive. Oltre a permettere il passaggio della luce naturale, questa tipologia di infissi permettono all’ambiente esterno di penetrare in casa e fondersi con lo stile dell’arredo in tutte le stagioni, costituendo un vero e proprio elemento d’interior design.

Ottimizzazione dello spazio

Il primo vantaggio che le porte finestre alzanti scorrevoli offrono è quello di guadagnare lo spazio. L’apertura e la chiusura, infatti, avvengono attraverso un binario a filo pavimento su cui scorre l’anta, che così non sporge all’interno. Lo scorrevole può essere di tipo alzante o traslante. Nel primo caso il sistema presenta una sola anta che scorre nella guida; nel secondo, sono presenti due ante, una fissa e una mobile che scorre parallela a quella fissa. Lo scorrevole traslante è ritenuto generalmente più ermetico, quindi con un coefficiente di isolamento più alto ed è in grado di offrire una maggiore protezione dagli agenti atmosferici. Ma se dotato di guarnizioni specifiche, anche l’alzante scorrevole garantisce un’ottimale tenuta. Entrambi possono coprire superfici molto ampie, anche oltre 2 metri e quindi sono idonei anche per la realizzazione di terrazze coperte, conservatories, giardini d’inverno. differiscono principalmente nel design: gli alzanti scorrevoli risultano più puliti e minimali.

Profili e superficie vetrata: caratteristiche tecniche

La struttura degli alzanti scorrevoli con tenuta alta e buone proprietà isolanti è generalmente in PVC e alluminio o in legno e alluminio (legno all’interno e alluminio per la parte esposta). Alcuni costruttori optano anche per il legno dotandolo di un nucleo in materiale con conducibilità termica molto bassa (gomma piuma o Purenit). Il telaio è fondamentale per il coefficiente di isolamento termico e quindi per un buon comfort climatico dell’abitazione. I vetri sono a camera multipla (a doppia o tripla lastra, che generalmente oscillano tra 30 e 46 mm). Sono separati da una cosiddetta canalina o distanziatore. Per risultare performanti al massimo, uno dei due deve essere in vetro basso emissivo, in maniera da scongiurare ponti termici e quindi il sopraggiungere di condensa e muffa. Per questo l’alluminio viene accoppiato ad altri materiali isolanti. Solo per fare un paragone, se negli infissi tradizionali il valore Ug (coefficiente di trasmittanza termica dell’elemento vetrato) si aggira intorno a 2 W/m²K, in quelli progettati per la casa passiva questo valore arriva fino a 0,4 W/m²K. La tasmittanza termica calcolata per l’intero infisso (telaio più vetro), si identifica invece con la sigla UW e nella casa passiva si aggira intorno a 0,8 W/m²K.

L’installazione

Per evitare i ponti termici, tuttavia, non è sufficiente avere un buon infisso, è indispensabile installarlo bene. Uno dei principali errori da evitare in fase di installazione è quello di fissare il controtelaio dell’infisso al muro con semplice cemento. Questo provoca generalmente l’apertura di fessure con spifferi e una tenuta molto scarsa (ponte termico). Il fissaggio deve avvenire mediante prodotti specifici come schiuma poliuretanica e simili. È opportuno che in fase di installazione muratore e serramentista coordinino le proprie professionalità.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

  • Di Oknoplast

 

 

Internorm---Alzante-scorrevole-HS330-in-legno-allumino---foto-ambientata-copia

Porta alzante HS 330, di Internorm. Ha la struttura in legno/alluminio, con vetro ad alto coefficiente di isolamento termico. L’incasso a pavimento può avvenire con altezza estremamente contenuta (20 mm). www.internorm.it

Oknoplast_Prolux_PSKscorrevole_Estate_2015-copia

Prolux, di Oknoplast, in versione traslante scorrevole PSK. Le vetrocamere sono riempite di gas Argon che garantisce alti standard termoacustici. www.oknoplast.it

DomalSlideC160_3-copia

Modello Slide C160, di Domal. Alzante scorrevole in alluminio, configurabile con sistema fino a 3 binari e 6 ante. www.domal.it

Drutex-Scena-3-CMYK-copia

IGLO-HS, di Drutex, con profilo a 7 camere. Permette di realizzare superfici anche fino a 6,5X2,6 metri. www.drutex.eu

Eclisse-Alzante+Persiana_anta_doppia_3-copia

Controtelaio per alzante ad una o due ante, di Eclisse. www.eclisse.it

ESSENZA_Realizzazione_Bologna_4-copia

L’alzante scorrevole di Essenza si caratterizza per le ante frameless, sia sul lato interno che su quello esterno, creando una superficie continua interamente vetrata. Il profilo è in alluminio ossidato a taglio termico e viene incolallato tra le due lastre e occultato tramite una doppia fascia di serigrafia realizzata sulla faccia interna dei due vetri. E’ disponibile nei colori bianco, nero e grigio, con possibilità di personalizzazione. www.essenzafinestra.it

Finstral_Angolo-a-vetro_Vista_con-sfondo--copia

Sistema Vista, di Finstral, con telaio a ridottissimo ingombro (50 mm). Ha profili in PVC termoisolanti, con valore Uf 1,1 W/m²K, rinforzati in acciaio, che esternamente – o su entrambi i lati – vengono rivestiti con gusci in alluminio. Ha vetrocamera a doppia lastra da 30 mm e vetrocamera a tripla lastra da 46 mm con un valore Ug fino a 0,6 W/m²K. www.finstral.it

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!