Ristrutturata per avere più luce

Tatiana Ceruti
A cura di Tatiana Ceruti
Pubblicato il 11/05/2017 Aggiornato il 17/08/2018

Una villetta nel cuore di Varsavia è stata trasformata in una moderna Urban House, in cui la luce è la vera protagonista all'interno degli ambienti.

luce

L’architetto Przemek Lisiecki – makeover di molte abitazioni nell’Est Europa – ha ristrutturato una vecchia villetta nel centro della capitale polacca in un’abitazione inondata di luce e domotica.

L’obiettivo della ristrutturazione è stato quello di ridefinire la distribuzione degli spazi, rivoluzionare il design degli interni e aumentare l’apporto di luce naturale.

Tra passato e presente

Gli arredi moderni sono stati coniugati perfettamente con gli elementi architettonici dal sapore metropolitano. Tra questi: muri di mattone, frammenti di cemento e travi in acciaio lasciati a vista.

Della vecchia villetta sono rimaste solo le pareti portanti di forma cubica, simbolo dell’edilizia unifamiliare polacca degli anni 60 e 70. All’interno l’abitazione si sviluppa su tre piani.

Il colore dominante è il bianco, scelto per le pareti e per il pavimento, bilanciato con arredi grigi e in legno.

La zona giorno al pianterreno è diventata un open space composto da una cucina, un ampio salone e una zona pranzo con vista sul giardino.

Nel piano seminterrato – a cui si accede tramite una scala in acciaio dal design industriale – al posto del vecchio garage e della cantina sono stati ricavati la lavanderia, il guardaroba, il bagno di servizio, uno studio e la sala tv con accesso diretto sul patio attraverso una grande portafinestra scorrevole.

Alla zona notte – tutta al piano superiore – si accede mediante stravaganti scalini in cemento ricoperti da una resina giallo limone.

Inondata di luce

Per le finestre sono state adottate medie e grandi aperture a marchio Oknoplast (www.oknoplast.it). La nota cromatica black&white, presente in tutta la casa, è stata valorizzata con la scelta di serramenti in due diversi colori: grigio e bianco.

Il grigio dei sistemi scorrevoli è protagonista nella zona pranzo, che altrimenti sembrerebbe asettica. Le finestre bianche del salotto e della cucina, invece, si integrano con discrezione nell’arredamento. La forma perfettamente e squadrata delle finestre enfatizza il contesto urban style dell’abitazione.

Le finestre Squareline di Oknoplast si sono rivelate un’ottima soluzione per garantire un adeguato comfort termico e ottimizzare l’apporto di luce naturale. Questa tipologia di serramenti, grazie al profilo più snello e una maggiore superficie vetrata realizzata con vetri extra-light, permette di aumentare la luminosità degli ambienti.

Inoltre, i profili performanti in classe A e le vetrocamere bassoemissive di Squareline garantiscono eccellenti prestazioni di isolamento termico (fino a Uw=0.8W/m2K) e acustico (fino a 45dB), contribuendo a limitare i consumi energetici della casa.

Per le grandi aperture invece sono stati scelti i sistemi scorrevoli HST di Oknoplast, anch’essi studiati per esprimere al meglio tutte le qualità di un infisso in pvc in classe A e realizzati con le migliori soluzioni tecniche rivolte ad aumentare il comfort termico (fino a Uw 0.8/m2k con triplo vetro).

Le ampie dimensioni di queste portefinestre a tutta altezza annullano i confini tra interno ed esterno e invadono letteralmente gli ambienti di luce. Inoltre, questa soluzione, annullando l’ingombro per l’apertura delle ante, ha permesso di arredare l’ambiente in prossimità dell’infisso, ricavando una zona pranzo che comunica direttamente con il giardino.

Clicca sulle immagini per vederle full screen