I serramenti di domani belli, funzionali e intelligenti

Il futuro dei serramenti inizia oggi, con prodotti funzionali e avanzati.

Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 21/08/2019 Aggiornato il 21/08/2019
I serramenti di domani belli, funzionali e intelligenti

I serramenti di domani hanno cominciato a mostrare il loro volto. Il mondo di finestre e portefinestre sta infatti cambiando, adeguandosi alle trasformazioni dell’involucro edilizio e soprattutto delle esigenze di gusto e di abitudini delle persone. Nuovi materiali hanno iniziato a sostituire o ad affiancare materie prime più tradizionali come il legno, processi produttivi avanzati semplificano la realizzazione di ogni elemento nel segno della resistenza e della durata nel tempo e sistemi tecnici raffinati ne potenziano sicurezza e funzionalità.

L’estetica è forse il primo elemento di discontinuità con il passato. Sempre più in sintonia con lo stile degli interni, i nuovi serramenti si distinguono infatti sempre più per un design curato fin nei minimi dettagli, con profili sempre più esili dall’eleganza minimale e dall’ingombro ridotto. Una scelta che riduce l’impatto visivo degli elementi, a favore della luce naturale e del paesaggio circostante. Ai montanti sottilissimi si accostano soluzioni in linea con la continuità visiva e spaziale tra interno ed esterno, come soglie piane o a filo pavimento, che semplificano l’utilizzo da parte di ogni tipo di abitante, inclusi bambini, anziani, disabili. Un’attenzione che si rivela anche nello studio degli accessori meccanici, sempre più spesso progettati per un utilizzo semplice, immediato e intuitivo.

La funzionalità dei nuovi serramenti passa poi da una rinnovata modularità dei sistemi, che permettono composizioni sempre più articolate, in grado di smaterializzare i setti murari e di risolvere vincoli architettonici come spigoli, angoli, specchiature di grandi dimensioni. Le tante versioni già disponibili permettono così di avere pareti vetrate da pavimento a soffitto, elementi trasparenti scorrevoli uno sull’altro se non addirittura a scomparsa nella muratura, soluzioni angolari per inusuali risultati progettuali.

Il tutto con un tocco di innovazione tecnologica. Si stanno infatti già affacciando sul mercato i primi programmi di serramenti intelligenti, in sintonia con lo sviluppo della domotica. Finestre e portefinestre diventano così comandabili nell’apertura e nella chiusura in modo automatizzato anche da remoto, via tablet o smartphone. Se non addirittura così avanzati da auto-regolarsi seconda della situazione ambientale interna: i sistemi più all’avanguardia sono infatti dotati addirittura di sensori ad hoc, che aiutano a migliorare la qualità dell’aria indoor e a gestire situazioni di potenziale pericolo (come ad esempio un elevato grado di inquinamento o il fumo di un eventuale incendio).

Gallery con serramenti Schüco. Più in basso, le didascalie

 

schuco AWS_75_SI_plus_barrierefrei

La nuova generazione di serramenti di alluminio Schüco AWS Accessibilità è progettata per rispondere ai principi dell’universal design – equità, flessibilità, semplicità, percettibilità, tolleranza dell’errore, contenimento sforzo fisico, misure e spazi sufficienti –, al fine di annullare ogni barriera sia funzionale sia architettonica. Speciali dispositivi semplificano apertura e chiusura delle ante (nel rispetto di bambini, anziani, disabili), mentre appositi meccanismi permettono il ribassamento della maniglia o il blocco degli elementi a battente a seconda di diversi angoli di apertura (da 15 a 90 gradi). Inoltre, la soglia 0-level perfettamente a filo pavimento elimina ogni ostacolo, consentendo un passaggio continuo e sicuro. www.schueco.com

SCHUCO_progetto villa toscana_Living con cavedio

Pareti vetrate completamente trasparenti grazie al sistema ASE 67 PD con telai scorrevoli di alluminio. I montanti sottilissimi (quello centrale di soli 31 mm) massimizzano l’apporto di luce naturale creando nel contempo una continuità visiva e spaziale tra interno ed esterno. Anche in caso di pannelli di grandi dimensioni: le ante possono infatti arrivare a dimensioni di 3,2 x 3 metri, declinabili in diverse versioni per soddisfare ogni esigenza progettuale: lineari, a scomparsa, ad angolo.

SCHUCO_scorrevole a scomparsa

I serramenti scorrevoli ASE 67 PD scompaiono completamente nella muratura, eliminando ogni confine visivo e fisico con gli esterni della casa. Il modello Aluminium Sliding Element Panorama, dai profili ridotti e dalla soglia perfettamente piana, oltre che con sistema di chiusura integrato, grazie a un apposito controtelaio può infatti essere celato nel muro, favorendo l’accesso anche persone con difficoltà di movimento.

SCHUCO_Tip Tronic

Apertura automatizzata e controllo della salubrità degli ambienti interni grazie al sistema Schüco Tip Tronic, che trasforma i serramenti in veri e propri elementi tecnologici. Per aprire o chiudere basta infatti un semplice tocco, sia sulla maniglia sia sul proprio smartphone, se non addirittura un comando vocale all’assistente Amazon Alexia integrabile con il sistema. Inoltre, appositi sensori rilevano i parametri ambientali e regolano in modo automatico apertura e chiusura delle ante: in questo modo è possibile programmare l’aerazione (anche a tempo), oltre che ad esempio il raffrescamento notturno o l’evacuazione del fumo in caso di incendio.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.17 / 5, basato su 29 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!
Tags:Schueco