Una casa più sicura? È spesso questione di fibre

I sistemi in fibre di carbonio e vetro consentono di intervenire in modo veloce e sicuro, beneficiando del superbonus al 110%, nei lavori di adeguamento e miglioramento sismico degli edifici.
Contenuto sponsorizzato

super-bonus-110%-soluzioni-trainanti-di-rinforzo-strutturale

“L’utilizzo delle fibre di carbonio e di vetro”, spiega Cecilia Zampa Ceo di Fibre NET SpA (www.fibrenet.it), “si rivelano spesso la soluzione più performante negli interventi di adeguamento e miglioramento sismico previsti anche dal superbonus 110%. I materiali fibro rinforzati che produciamo nei nostri stabilimenti in Italia sono ormai riconosciuti per essere efficaci, sicuri e certificati, e consentono di eseguire interventi mirati e di rapida esecuzione, che non interferiscono con il normale utilizzo dell’abitazione qualunque essa sia: condominio, casa singola o edificio storico. Scelti dai professionisti per le elevatissime performance tecniche e perché compatibili con ogni tipologia di muratura, i sistemi della nostra azienda hanno superato i più severi test promossi dai principali istituti di ricerca nazionali ed esteri.

Cecilia Zampa Ceo di Fibre NET SpA

Cecilia Zampa Ceo di Fibre Net SpA

Dialogando con molti progettisti in tutta italia, ho avuto la conferma che si tratta di interventi e materiali che sempre più spesso le donne, attente alla sicurezza della propria casa e famiglia, conoscono e richiedono. Approfondiscono, fanno ricerche anche da sole e non è inusuale che ci scrivano direttamente; sono informate, attente e aperte al cambiamento, da anni anche per esperienze trasversali, sanno che i materiali innovativi sono spesso più performanti di quelli tradizionali. Potendo scegliere si affidano a chi garantisce loro il meglio con un occhio attento anche alla sostenibilità ambientale.

Attualmente assistiamo, inoltre, ad un cambio di paradigma che sposta il focus da comfort abitativo tout court, ad una nuova più impellente necessità che è quella della sicurezza; soprattutto negli ultimi mesi tutti noi abbiamo riscoperto la necessità di rendere l’ambiente domestico il luogo in cui sentirci protetti, e i bonus messi in campo dal Governo ci stanno aiutando a rinnovare la nostra casa sia in termini di risparmio energetico ma anche e soprattutto in termini di rinforzo dell’involucro abitativo. Il tutto si innesta su una decisa consapevolezza che il panorama della carta sismica italiana è notevolmente cambiato negli ultimi 20 anni e che sono ora qualificate come zone a rischio molte di quelle che fino a pochi anni fa erano considerate sicure.

carta pericolosità sismica

Mappa della pericolosità sismica

Non è un caso, infatti, che negli ultimi anni siano state sviluppate politiche a sostegno della sicurezza dei cittadini e del patrimonio del costruito: sia col sisma bonus prima, sia con il superbonus 110% ora, la sicurezza è diventata veramente qualcosa alla portata di ogni famiglia.

Tra gli interventi trainanti previsti dal super bonus, vale la pena sottolineare come quelli annoverati per il miglioramento delle prestazioni sismiche dell’edificio godano, infatti, di plafond che arrivano fino a 96.000 euro per unità abitativa. Molto di frequente accade che le famiglie che vogliono beneficiare dei bonus casa comprendano l’importanza di iniziare proprio dalla mitigazione del rischio sismico per poi aggiungere altri interventi a compendio”.

Betontex-per-interventi-mirati

Betontex di Fibre NET per interventi mirati: sicuro e a minimo ingombro, prevede l’utilizzo del carbonio, materiale che coniuga eccezionali perfomances di resistenza e leggerezza.

 
RI-STRUTTURA-per-interventi-diffusi-Fibre-NET

RI-Struttura di Fibre NET per interventi diffusi: massima efficacia per il rinforzo a piena superficie delle pareti esterne con rete in fibra di vetro ad elevate prestazione sismiche.

 

 
 

Contenuto sponsorizzato