Dalla caldaia a condensazione al Solare termico, le tecnologie per risparmiare sui consumi

Cambiare caldaia è un investimento davvero conveniente, che permette di ridurre i consumi energetici e di beneficiare di agevolazioni fiscali fino al 65%. Ecco le tante soluzioni offerte da Viessmann per risparmiare sulle bollette.

Dalla caldaia a condensazione al Solare termico, le tecnologie per risparmiare sui consumi

Migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione vuol dire abbassare i consumi e contribuire alla riduzione delle emissioni inquinanti nell’atmosfera. Sempre più italiani si stanno orientando verso scelte ecosostenibili, favoriti anche dalle agevolazioni messe a disposizione dallo Stato, che dimezzano i costi dell’investimento e aiutano a risparmiare.

Con l’approvazione definitiva e la pubblicazione della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018) sono chiari tutti gli incentivi a cui i cittadini hanno la possibilità di accedere per quest’anno. Molti di questi sono riconfermati rispetto al 2017, ma sono state introdotte anche importanti novità soprattutto per quanto riguarda le detrazioni fiscali per caldaie e generatori di calore.

Con la caldaia a condensazione tagli i consumi e riduci le spese 

La sostituzione del vecchio generatore con una nuova caldaia a condensazione rientra tra gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici che consentono di beneficiare dell’Ecobonus 2018. Se la caldaia a condensazione è almeno di classe A si ha diritto alla detrazione fiscale 50% (ad esempio Vitodens 200-W di Viessmann). Se, invece, oltre alla classe A della caldaia a condensazione, si abbinano sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII, la detrazione fiscale a cui si ha diritto è del 65% (ad esempio Vitodens 200-W con centralina a bordo Vitotronic 200 e telecomando ambiente Vitotrol 200-A è in classe VI). In questo modo si spende meno della metà di quanto preventivato. Scegliendo di sostituire la vecchia caldaia con una nuova a condensazione, un’alternativa all’Ecobonus è la detrazione fiscale 50% per interventi di ristrutturazione edilizia effettuati nella propria casa. Indipendentemente dalle detrazioni, poi, cambiare caldaia è un investimento comunque davvero conveniente. Una nuova caldaia a condensazione fa risparmiare sulle bollette per il riscaldamento e garantisce prestazioni elevate. Prendiamo, ad esempio, la caldaia a condensazione murale Vitodens 200-W di Viessmann. Prima al mondo per campo di modulazione fino a 1:20, che permette di ridurre frequenti accensione e spegnimento del generatore, questa caldaia risulta essere un prodotto di qualità, affidabile ed efficiente. È, infatti, in grado di abbassare i consumi e le emissioni inquinanti fino al 30%, oltre a garantire un comfort in casa al top della categoria.

Grazie a un display touch screen e al software Energy Cockpit si è in grado di visualizzare tutti i dati di funzionamento dell’impianto, monitorandone anche consumi e rendimento. In aggiunta, con la nuova App ViCare Vitodens 200-W può essere gestita a distanza comodamente dal proprio smarthphone, rendendo l’impianto di casa smart.

Viessmann Caldaia a condensazione Vitodens 200W

Viessmann Caldaia a condensazione Vitodens 200-W

Pompa di calore per un clima ideale in casa tutto l’anno

Anche il riscaldamento con pompa di calore permette di conseguire importanti risparmi energetici, quindi di tagliare le emissioni inquinanti a favore dell’ambiente e ridurre in modo importante i costi di gestione a favore del portafoglio.

Chi sostituisce il vecchio generatore con una pompa di calore può beneficiare degli incentivi del Conto Termico 2.0, oppure delle detrazioni fiscali (65% o 50%)Nel caso di orientamento sul Conto Termico, il contributo economico è erogato direttamente dal GSE sul conto corrente e permette di ridurre l’investimento iniziale in maniera semplice e veloce.

L’incentivo viene calcolato in base alla potenza ed efficienza della pompa di calore e in base alla zona climatica dell’installazione; se l’importo complessivo dell’incentivo non supera i 5.000 € viene erogato in un’unica rata, altrimenti con rata annuale per 2 anni con potenze fino a 35 kW, 5 anni nel caso di potenze superiori.

Se si preferisce usufruire della detrazione fiscale 65% per l’efficientamento energetico (Ecobonus 2018) o della detrazione fiscale 50% per ristrutturazione ci si può vedere rimborsato in 10 anni rispettivamente il 65% o il 50% della somma spesa per l’acquisto e l’installazione della pompa di calore.

Utilizzando una fonte di energia gratuita come l’aria, la pompa di calore rispetto a sistemi di riscaldamento più tradizionali permette un risparmio sull’utilizzo di energia che va dal 30 al 60%.

Collegando la pompa di calore a un impianto fotovoltaico, è possibile poi aumentare la percentuale di risparmio utilizzando l’elettricità autoprodotta dai pannelli.

Tra le migliori soluzioni possiamo citare la pompa di calore aria-acqua Vitocal 300-A di Viessmann, capace di ridurre in modo significativo i costi di esercizio rispetto a pompe di calore tradizionali.

Viessmann pompa di calore Vitocal 300A.

Viessmann pompa di calore Vitocal 300-A.

Grazie alla modalità di funzionamento reversibile, oltre a riscaldare e produrre acqua calda sanitaria, è possibile anche raffrescare durante i mesi più caldi, impostando a quale temperatura produrre acqua refrigerata da immettere nell’impianto.

L’efficienza della pompa di calore varia in base alle temperature dell’impianto e alle temperature della sorgente rinnovabile, perciò con i fabbisogni più difficili o se si vive in una zona con inverni particolarmente rigidi il suo impiego potrebbe risultare non sempre conveniente. In questi casi può essere utile affiancare alla pompa di calore un generatore ausiliario, che intervenga nei periodi più freddi per assicurare il giusto comfort in casa e la massima convenienza. In questo caso puoi scegliere una pompa di calore ibrida, costituita da due generatori (pompa di calore e caldaia a condensazione), come Vitocaldens 222-F di Viessmann. Attraverso la regolazione intelligente brevettata, viene selezionata automaticamente la modalità di funzionamento più conveniente.

La pompa di calore è in grado di coprire fino all’80% del carico termico annuo utilizzando l’energia termica presente gratuitamente nell’ambiente, abbattendo così i costi energetici. La caldaia a condensazione a gas interviene in caso di necessità, ad esempio in giornate particolarmente fredde.

Caldaia a pellet: una scelta ecologica e conveniente 

La detrazione fiscale 50% (o l’incentivo previsto dal Conto Termico nel caso si abbia una caldaia a biomassa, carbone o gasolio) vale anche nel caso di sostituzione del vecchio generatore con una caldaia a legna o pellet. Una caldaia a pellet, oltre a essere una scelta green, permette di risparmiare anche fino al 50% rispetto a una caldaia a gasolio o a GPL, assicurando il massimo comfort abitativo con il minimo impatto sull’ambiente. 

Tra le soluzioni più apprezzate troviamo la caldaia a pellet Vitoligno 300-C di Viessmann. Disponibile in 10 versioni, da 8 a 101 kW, questo generatore a funzionamento automatico assicura rendimenti elevati e basse emissioni, grazie alla sonda Lambda e alla sonda temperatura per controllo combustione, che consentono una tecnologia di combustione innovativa.

In aggiunta, come per la caldaia a condensazione Vitodens 200-W e le pompe di calore Vitocal, anche Vitoligno 300-C è gestibile a distanza tramite la App ViCare.

Installando Vitoligno 300-C da 24 kW in un’abitazione indipendente di 150 mq, in sostituzione di una caldaia a gasolio collegata a radiatori in ghisa, è stato possibile ridurre i consumi energetici del 72%. Il caldaia a pellet ha continuato a soddisfare le esigenze termiche e la produzione di ACS dei 4 componenti della famiglia, con un taglio consistente sulle spese. Da 3.442 € che la famiglia spendeva in media in un anno per 2.601 litri di gasolio, con il nuovo generatore Viessmann si è passati a 982 €/anno, con un risparmio di 2.460 € nell’arco dei 12 mesi.

Riscaldamento e acqua calda sanitaria con il pannello solare termico ad alta efficienza 

Sempre più famiglie puntano ad aumentare l’efficienza energetica della propria abitazione per risparmiare sui consumi e lo fanno con un occhio sempre più rivolto all’ambiente. Un impianto solare termico è la soluzione ideale per chi vuole sfruttare l’energia del sole, gratuita e rinnovabile, per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria

I pannelli solari termici Vitosol 200-FM di Viessmann sono dotati di un particolare superficie brevettata ThermProtect, che interrompe automaticamente l’apporto di calore al pannello al raggiungimento di determinate temperature, preservando il fluido termoconvettore solare dalle problematiche connesse al surriscaldamento nel caso di mancato prelievo di acqua sanitaria e di energia dagli accumuli temici (anche per lunghi periodi). 

Novità 2018 è rappresentata dal pannello solare termico sottovuoto Vitosol 300-TM di Viessmann, che accanto all’alta efficienza e alla possibilità di un’installazione universale, è dotato anch’esso di dispositivo brevettato ThermProtect per la protezione contro il surriscaldamento.

Chi decide di installare un impianto solare termico per la produzione di energia termica può beneficiare delle detrazioni fiscali (65% e 50%) o, in alternativa, delle agevolazioni del Conto Termico con addebito diretto sul conto corrente.

Viessmann pannello solare termico Vitosol 300TM

Viessmann pannello solare termico Vitosol 300-TM