Come pagare meno spese condominiali. Prendi l’iniziativa!

Benessere termico e riduzione dei consumi non sono alternativi fra loro: ecco come puoi aiutare il tuo condominio a spendere meno (riducendo anche emissioni e inquinamento).
Contenuto sponsorizzato
ista italia

Ancora pochi giorni e sarà riacceso il riscaldamento, la principale voce di spesa condominiale per la maggior parte delle famiglie italiane. Ogni condomino ha l’occasione di contribuire facilmente al risparmio effettivo sui suoi costi di riscaldamento, segnalando al suo amministratore alcune tecnologie, evolute e innovative, che consentono di risparmiare fino al 20% delle spese per riscaldamento e acqua calda sanitaria, senza rinunciare al comfort e aiutando l’ambiente. Vediamo come.

Doprimo

Da qualche anno tutti gli impianti centralizzati dovrebbero essere dotati di valvole termostatiche, per regolare la portata dell’acqua calda proveniente dalla centrale termica, e di ripartitori, posizionati al centro dei corpi scaldanti, per contabilizzare il calore consumato.

Per coniugare comfort e risparmio bisogna utilizzare al meglio entrambi i sistemi.

La regolazione della temperatura è il più semplice: all’inizio della stagione di riscaldamento, mentre l’impianto di riscaldamento entra a regime e le giornate diventano più fredde, basta fare attenzione a regolare le valvole (più chiuse o più aperte) fino all’ottimizzazione della temperatura nei singoli locali.

Il passo successivo consiste nella precisa conoscenza dei consumi che, grazie alla nuova direttiva europea sull’efficienza energetica, deve avvenire obbligatoriamente da remoto, come la comunicazione delle informazioni sui consumi e l’emissione di bollette dettagliate.

Doprimo aperto

Per capire se si sta veramente risparmiando, quindi, serve un sistema di contabilizzazione che non si limiti a ripartire i costi fra tutti i condomini in relazione ai consumi effettivi, ma che utilizzi dei componenti e dei software precisi, sicuri e certificati come quelli sviluppati da ista – lo specialista europeo del settore.

  • Centralina installata
  • Famiglia con tablet

Per questo i prodotti ista (ripartitori, contatori, centraline, ecc.) sono affiancati da un servizio di contabilizzazione preciso e accurato, a misura delle esigenze dei condomini e gestito da personale specializzato.

Laptop computer blank white screen on table in cafe background. Laptop with blank screen on table of coffee shop blur background.

Ad esempio, il portale web ista Connect (www.ista.com/it/contabilizzazione/portale-utenti) è uno strumento pratico e versatile che, attraverso smartphone, tablet e pc, restituisce tutte le informazioni sul funzionamento del proprio impianto, in qualsiasi momento e luogo.

Su ista Connect sono visualizzati in modo semplice e intuitivo:

  • i dati sui consumi di calore, calorifero per calorifero, e di acqua calda sanitaria;
  • la panoramica completa dei consumi nei 3 anni precedenti;
  • le risposte ai quesiti più frequenti e i consigli più utili, per risparmiare e migliorare il benessere nella propria casa.

Il tutto nella massima trasparenza e riservatezza delle informazioni erogate, lasciando ai soli amministratori le prerogative di competenza.

Con i sistemi evoluti ista, ogni condomino può diventare il protagonista del risparmio energetico del suo condominio, suggerendo all’amministratore gli strumenti più efficaci per facilitare la gestione efficiente degli impianti condominiali. Il successo dei sistemi ista si basa proprio sulla trasformazione della spesa iniziale in un risparmio effettivo, significativo e costante.

Prendere l’iniziativa per informare il vostro amministratore non costa nulla, anzi potrebbe rivelarsi un importante vantaggio per il bilancio familiare e condominiale!

Infografica

Forse non tutti sanno che…

  • Aprire per pochi minuti 3-4 volte al giorno le finestre di casa fa risparmiare circa il 15% all’anno
    dei costi di riscaldamento.
  • Far asciugare gli indumenti sui termosifoni impedisce la circolazione dell’aria calda.
  • Ogni mq di parete non isolata dietro al termosifone incide per circa 15 euro all’anno sui costi di riscaldamento.
  • I tendaggi a pavimento assorbono circa il 20% di calore rilasciato dai radiatori. Scegliere tendaggi
    adeguati fa risparmiare tra il 10% e il 20% di energia all’anno.
  • Pulire e manutenere i radiatori consente di risparmiare fino al 30% di energia all’anno.
  • Le valvole termostatiche preregolabili di ultima generazione o con comando a distanza concorrono a
    un sensibile risparmio energetico.
  • Scegliere porte e finestre isolanti diminuisce almeno del 20% all’anno la dispersione di calore.
  • Sigillare bene le guarnizioni delle finestre permette un risparmio energetico fino al 20% all’anno.
  • Chiudere i rubinetti nei momenti in cui non si sta utilizzando l’acqua durante la pulizia personale o
    domestica evita un ingente spreco di acqua. 
  • Per fare una doccia si utilizza un terzo dell’acqua che serve per fare il bagno nella vasca.
  • I moderni soffioni doccia permettono un risparmio fino al 50% di acqua calda al minuto.