Nuove detrazioni e imminente presentazione dell’Unico

In alcuni casi, per chi ha iniziato i lavori nel 2012 e ancora non li ha terminati, può essere utile verificare bene come procedere per la presentazione dell'Unico. Avvalersi delle vecchie detrazioni o delle nuove?

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 17/06/2013 Aggiornato il 17/06/2013
Nuove detrazioni e imminente presentazione dell’Unico

Con la proroga delle agevolazioni edilizie sulle ristrutturazioni si pongono alcuni dubbi per i contribuenti che sono in fase di redazione del proprio modello Unico. Difatti per i soggetti che stanno ancora effettuando lavori in casa, iniziati nel 2012, potrebbe valer la pena rinunciare alla detrazione 36% con un valore massimo di spesa agevolabile pari a 48.000 euro per le spese sostenute nell’anno passato, mantenendo così inalterata la capienza per immobile agli attuali 96.000 euro prevista per il secondo semestre 2012 e 2013.

Questo perché, così come indicato dalle istruzioni ministeriali, si conteggiano per i limiti di spesa solo quelle effettivamente detratte e non quelle sostenute. Può quindi essere utile ed armarsi di carta, penna e calcolatrice, così da verificare la migliore opportunità e vantaggio fiscale, anche perché le differenze potrebbero essere per migliaia di euro, dove i lavori eseguiti siano consistenti e prossimi ai limiti massimi di spesa deducibile. Unica nota negativa, la deducibilità verrebbe posticipata di un anno.

The dream house 2

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!