Tasi per proprietari e inquilini. Chi paga l’acconto il 16 ottobre?

Molti ancora non hanno le idee chiare: per i proprietari di case o anche per alcuni inquilini, è il momento di pagare la Tasi. In vista della prossima scadenza del 16 ottobre, cerchiamo di capire chi deve l’acconto e chi no.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 08/10/2014 Aggiornato il 08/10/2014
Tasi per proprietari e inquilini. Chi paga l’acconto il 16 ottobre?

Il 16 ottobre scade il termine per pagare l’acconto della tasi dovuta per il 2014. Ma chi la deve pagare? Chi ha già pagato a giugno, deve pagare ancora ad ottobre? Cosa occorre fare per sapere se si deve pagare? Cerchiamo di rispondere a queste domande. Dal 1 gennaio 2014 è entrata in vigore una nuova tassazione sulla casa, la cosiddetta IUC che si compone di 3 elementi: Tasi, tari e imu. La Tasi è il tributo comunale sui servizi indivisibili, un tributo destinato a finanziare i servizi che offrono i Comuni ai cittadini, come la manutenzione delle strade, del verde pubblico, l’illuminazione delle strade. A pagarla sono i proprietari degli immobili, ma anche gli inquilini in caso l’immobile in locazione. Per calcolarla, ogni Comune deve decidere le aliquote da applicare sulla prima e seconda casa, con apposita delibera. Le delibere devono essere approvate entro termini di tempo specifici, da cui poi si configura il calendario delle scadenze del tributo. Così nei Comuni che hanno approvato le delibere sulla Tasi a maggio, la prima rata o acconto si è pagata entro il 16 giugno, mentre il conguaglio si dovrà pagare entro il 16 dicembre. Per i Comuni in ritardo con le delibere a maggio, si è dato un ulteriore termine di tempo per approvarle, ossia il 10 settembre in modo tale da chiedere il pagamento dell’acconto entro il 16 ottobre.

Nei Comuni che non hanno adottato neanche a settembre la delibera, la Tasi si paga a dicembre. Per fare ulteriore chiarezza: chi ha pagato la prima rata il 16 giugno, dovrà poi pagare il conguaglio a dicembre. Per chi non ha pagato il 16 giugno, l’appuntamento con la Tasi può essere il prossimo 16 ottobre o direttamente a dicembre. Per capire quale scadenza si deve rispettare tra ottobre e dicembre, bisogna verificare se il proprio Comune ha adottato la delibera a settembre. Come? On line sul sito del Dipartimento delle finanze (http://www.finanze.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/IUC/sceltaregione.htm), si ricerca la propria Regione. Da qui, cliccando sul proprio Comune di residenza apparirà una schermata in cui si trova la delibera adottata con le aliquote decise per il 2014 e si pagherà la prima rata il 16 ottobre. Ma se la delibera non c’è? Significa che il Comune non ha deciso e si pagherà direttamente il saldo della Tasi entro il 16 dicembre, con l’aliquota di base decisa per legge all’1 per mille.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!

Concorso riparti con catrice 2020