Imu: si avvicina la scadenza del 16 dicembre

Chi paga l'Imu il 16 dicembre 2013 e chi il 16 gennaio 2014?
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 14/12/2013 Aggiornato il 17/01/2014
Imu: si avvicina la scadenza del 16 dicembre

Le modalità di pagamento del saldo imu 2013 (vedi anche il precedente articolo) per le abitazioni principali sono stabilite dal D.L. 133/2013. A fronte della particolarità e difficile esecuzione del calcolo viene concessa ai proprietari una piccola proroga per il pagamento, solo per le prime case, purché non rientranti nelle categorie A1, A8 e A9Il versamento slitta al 16 gennaio 2014. Resta invece invariata la scadenza del 16 dicembre 2013 per tutti gli altri casi.

Per le sole abitazioni principali, iscritte nelle restanti categorie “A”,  resta a carico del contribuente il 40% della maggiore imposta Imu 2013, calcolata come differenza tra l’aliquota deliberata dal Comune ove è situato l’immobile e quella del 4 per mille, l’aliquota standard prevista dal Governo.

Si ricorda invece che la differenza del 60% è a carico dello Stato. Tornano esenti i terreni agricoli, purché posseduti e condotti da coltivatori diretti, anch’essi non coltivati e gli immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti entro il primo grado purché destinati da quest’ultimi ad abitazione principale. Questa agevolazione trova applicazione solo per la seconda rata Imu e se esplicitamente prevista dal regolamento comunale. In questo caso comunque continua a valere la regola appena indicata per il pagamento Imu oltre il 4 per mille.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!